Archivi del giorno: giovedì, 10 dicembre 2009

Anziani felici in rete

Sul sito di Mariella Governo, consulente e formatrice di comunicazione d’impresa, ho trovato questa splendida testimonianza, che conferma e arricchisce ciò che altre volte abbiamo discusso su questo blog.

«Mia madre ha 74 anni e da due mesi è anche lei su Facebook. Quando per il suo compleanno ci ha chiesto come regalo il computer abbiamo pensato fosse una delle sue piccole stravaganze. Un desiderio da realizzare, uno strumento sconosciuto da provare, da lasciare poi da parte perché troppo difficile da usare.

E invece! Lei che non aveva mai scritto neppure sulla macchina da scrivere e non aveva mai voluto imparare a inviare gli sms dal telefonino, ha iniziato a costruire il suo piccolo e gentile mondo di conversazioni in rete.

Si è ingegnata, ha preso appunti su fogli di carta sparsi e tenuti nel cassetto della cucina,  ha iniziato a capire come interfacciarsi con un mezzo ostico per chi non è abituato a usarlo. Ci invita più spesso a cena anche per farsi spiegare qualche “diavoleria” che non capisce. Mio padre la osserva ammirato, anche noi siamo fieri di lei e, soprattutto, ci sembra più felice.

Ogni mattina alle 6 si collega in rete, legge Varese News, Repubblica e il Corriere, guarda la sua posta e scrive a mia sorella e a me una email.  Lei non lo sa (lo leggerà qui), ma io tengo una cartellina con i  suoi messaggi perché mi fanno tenerezza. All’inizio erano incomprensibili: non c’era lo spazio tra le parole e faceva un sacco di errori di battitura. Ora sono precisi, brevissimi, degni di Twitter.

Le piace in particolare Facebook, ha stretto pure amicizia con una lontana e simpatica cugina americana, e senza conoscere l’inglese!  La sua “prigione” casalinga, visto che da tempo ha problemi di mobilità, si è trasformata in un luogo di conversazione con le amiche lontane, un luogo di lettura e di formazione: ogni giorno c’è un tasto o un link da provare per scoprire un mondo nuovo.

Sono convinta che il caso di mia madre non sia isolato. Che le donne siano il segmento più dinamico della rete è una realtà (post di Roberto Venturini del 26 novembre) e quella degli anziani su Facebook è una tendenza in crescita anche se viene considerata solo fino al 65^ anno d’età.  Roberto Venturini e Adriana Ripandelli di Mindshare, bravissimi testimoni del mio corso in Bocconi, mi confermano che i ricercatori stanno iniziando a includere nelle fasce da rilevare anche la quarta età.

Non so se Luca Sofri nel suo articolo (che condivido poco) di qualche mese fa, “L’era dei tardivi digitali” includerebbe anche mia madre. Ma non credo perché per lui i tardivi digitali sono le persone che hanno imparato a usare Internet in età adulta, cioè quelli come me.»

Trovi altre chicche come questa nella sezione «Storie da raccontare» del bel sito di Mariella Governo, che da oggi è fra i miei link permanenti.

Abbiamo già affrontato l’argomento qui:

Vita da Facebook 10 – Adulti e donne alla riscossa.