Pubblicità ironiche, interessanti, creative. Belle

Si è formato un gruppo di studenti e studentesse più attivo e motivato del solito, quest’anno, trasversale fra i vari corsi che ho tenuto, da Semiotica 2 a Semiotica dei nuovi media al triennio, fino a Semiotica dei consumi della magistrale.

Ho chiesto loro di aiutarmi a creare un archivio di pubblicità (spot, affissioni, video virali) internazionali (e italiane, quando si trovano), che siano rispettose delle donne, degli uomini, dei vari orientamenti sessuali, delle minoranze religiose e etniche. Rispettose di tutti. Pubblicità originali, ironiche, interessanti: non le porcherie che spesso sono additate, su questo blog e in mille altri luoghi della rete, per ragioni più o meno gravi.

Qualcuno/a, anche non studente, vuole unirsi al gruppo?

Compatibilmente con gli impegni, ci stanno lavorando. La prima segnalazione mi arriva da Margherita.

Logo Guigoz

È stata realizzata da Publicis Conseil (direttore creativo Steve O’Leary, direttore artistico Philippe d’Orgeville, copywriter Antonin Jacquot, regista David Shane) per il marchio francese di alimenti per la prima infanzia Guigoz, e mette in scena alcune deliziose interazioni fra bimbi e genitori, amici, parenti. Dal punto di vista dei bimbi. A corredo dello spot, l’applicazione per iPhone Parlons bébé.

Let’s speak baby

13 risposte a “Pubblicità ironiche, interessanti, creative. Belle

  1. Buongiorno,
    mi chiamo Marta benedetto e scrivo dalla Provincia di Cuneo.
    Sarei interessata a collaborare con il gruppo che si sta formando!
    Come posso fare?
    Grazie,
    Marta

  2. La novita’ della settimana e’ quella di P&G. Il pubblico sembra diviso fra chi sostiene che sia reazionaria e chi manda via mail il video alla propria mamma per dirle quanto e’ unica… Voi che ne pensate?

  3. Eugenio, porta pazienza: non è la novità della settimana. È uscita già da qualche settimana e questo è stato uno dei primi blog a parlarne. Puoi leggerti la vivacissima discussione (70 commenti) che si è tenuta QUI:

    http://giovannacosenza.wordpress.com/2012/04/23/perche-lo-spot-procter-gamble-sulle-mamme-fa-piangere/

  4. Marta. La partecipazione al gruppo si basa su contributi concreti. Quando hai una pubblicità positiva e interessante da segnalare, mi scrivi – motivando la tua scelta – in privato. La mia mail è nella sezione Contatti.

  5. Salve, volevo segnalarle una campagna virale di Evian che mi è sempre piaciuta. Probabilmente la conosce: penso sia molto creativa e rispettosa (forse può concorrere :)

    “Evian, Baby Inside”:

  6. Prof., sono una sua ex studentessa… ho fatto la tesi con lei nell’ormai lontano 2008. Lavoro a Londra ora e qui ne vedo un sacco di pubblicita’ interessanti e ogni volta penso a leiiiiiii!!! E’ giunto il momento di agire, quindi partecipo!
    che devo fare esattamente?

    grazie

    Arianna

  7. Arianna, come ho già risposto sopra: basta mandarmi la segnalazione, aggiungendo una motivazione sul “perché” si segnala la campagna.

  8. @giovanna scusa e’ che sono uscito ieri dal letargo invernale e mi sembra tutto cosi’ nuovo e fresco….


  9. Buongiorno, mi chiamo Luisa e sono una studentessa di Napoli. Trovo molto interessante questa iniziativa del voler creare un archivio di pubblicità =D Posto uno spot che amo motlo della disney creata dall’agenzia Leo Brunett, che mi emoziona ogni volta che lo guardo per la semplicità e l’efficacia.

  10. Io non centro nulla, ma questa pubblicità è sicuramente originale e ironica!
    Complimenti per il blog cara giovanna!

  11. Cara Giovanna,
    da PuntoLab (dove ho avuto il piacere di conoscerti) mi hanno segnalato questa bella iniziativa tua e dei tuoi studenti.
    Sul sito di NetOne, Paolo Aversano, che attualmente fa un master di marketing a Bruxelles, cura dal settembre 2010 una rubrica in cui commenta settimanalmente uno spot o una campagna pubblicitaria, ve la segnalo:
    http://www.net-one.org/rubriche/spot-one.html
    In contemporanea segnalo a Paolo la vostra ricerca e a breve inserisco un post su NetOne.
    Un caro saluto
    Maria Rosa Logozzo

  12. Bella iniziativa! Io segnalerei due differenti spot che sfruttano diversi linguaggi per parlare di sicurezza stradale.
    Embrace Life (2010)
    [youtube http://www.youtube.com/watch?v=h-8PBx7isoM&w=560&h=315%5D
    NMCU (2009)
    [youtube http://www.youtube.com/watch?v=8ynpGFj97Ic&w=560&h=315%5D
    Mara Giurgola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...