Proibizionismo videoludico

Come al solito, i politici italiani si distinguono per ottusità e pregiudizio.

Il disegno di Legge n. 3014, in materia di tutela dei minori nella visione di film e videogiochi, propone di creare un Comitato nazionale con il compito di “controfirmare” la classificazione di ogni videogioco attribuita a livello europeo dal sistema PEGI. L’Italia diventerebbe così l’unico paese in Europa che impone questo macchinoso sistema di doppia valutazione.

Inutile aggiungere che nel Comitato finirebbero persone che di videogiochi sanno poco o nulla.

A questo proposito è stata aperta una petizione, che credo chiunque sia dotato di buon senso (videogiocatore o meno) dovrebbe sottoscrivere. Io ho firmato, speriamo serva a qualcosa.

Per firmare, puoi andare a questa pagina.

Una risposta a “Proibizionismo videoludico

  1. Il pregiudizio diffuso, e talvolta molto radicato, è che i videogame siano ispiratori di violenza. Come se io giocassi a un videogame di guerra e diventassi una macchina ammazzatutti!!
    Insomma, l’aspetto ludico e di evasione dalla realtà non viene considerato privilegiando timori banali, discendenti da luoghi comuni e da una scarsa conoscenza del fenomeno.
    Il tema poi è vasto e non si può certo approfondire in questa sede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.