La palla

Oggi sul sito del Pangea Day (svoltosi il 10 maggio) ho trovato questa meraviglia. È un video diretto da Orlando Mesquita, regista del Mozambico che dal 1984 ha diretto e prodotto una ventina di cortometraggi, programmi educational e documentari sui gravissimi problemi sociali ed economici del suo paese, devastato da 17 anni di guerra civile (terminata nel 1992), da terribili catastrofi naturali (le inondazioni del 2000 e 2001), e dalla diffusione dell’AIDS: secondo le stime ufficiali, oggi in Mozambico il 16,2% della popolazione tra i 15 e i 49 anni è sieropositiva.

La magia di questo corto sta nella luce e nel sorriso con cui riesce a parlarci di prevenzione dell’AIDS.

Non solo in Mozambico.

2 risposte a “La palla

  1. Davvero molto bello! l’uso del pallone-condom come metafora del continuare a giocare e quindi vivere è davvero bella!
    Se si possono creare dei corti che attraverso il sorriso, il gioco, riescono a parlare di un argomento estremamente serio, allora dovrebbero crearne molti di più. Soprattutto dovrebbero farli passare attraverso tutti i media: internet, tele, etc.

  2. Un ciao collettivo d’inizio e poi… delicatissimo. Un corto fine in cui si fondono speranza e spensieratezza, un futuro e un presente. Mi è piaciuta soprattutto la metafora del filo che, invece di essere tagliato a un certo punto (simil Parche), continua il suo percorso, si trasforma ciclicamente, non esaurendosi mai. E il bello è che tutto questo trapela proprio dalla concretezza della narrazione, perchè si descrive uno dei tanti usi dei condom. Niente lacrime insomma.

    Grazie prof per avercelo segnalato!

    erica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.