Archivi del giorno: domenica, 18 Mag 2008

Le increspature dell’aria sembravano pulsare

Ho notato che nessuno osa fare il nome di Franco Battiato nel gioco delle metafore incongruenti che ho proposto venerdì. Allora lo faccio io.

Per i molti che considerano Battiato un intoccabile: (1) premetto che tante sue canzoni sono splendide, (2) ricordo che sono siciliana, (3) ammetto di essere cresciuta facendo “over and over again”.

È un grande, nulla da dire, ma quando esagera con le metafore (lui o Sgalambro per lui), non si sopporta. Specie negli ultimi anni. Esempi? Un album come “Il vuoto” (2007), che pur contiene una canzone meravigliosamente equilibrata come “Aspettando l’estate”, si chiude con la debordante “Stati di gioia”. Leggi qua:

Mi trovavo a lottare contro i miei fantasmi
spostandomi in avanti per quanto lo permette la catena
scopersi per caso lo stato che ascende alla Gioia
Masticavo semi di mela alla luce del mattino
le increspature dell’aria sembravano pulsare

mi giungevano frasi, odori di erbe bruciate
scintille di fuochi suoni lontani…

E come me la pensa Fiorello… 🙂

Da “Viva Radio 2 minuti”, ottava puntata, gennaio 2008.