Mille volti per Saviano

Sono tantissime le manifestazioni di solidarietà che Roberto Saviano ha ricevuto nei giorni scorsi: dalla raccolta di firme indetta dai premi Nobel su Repubblica, a una maratona di lettura di Gomorra organizzata dalla trasmissione Fahrenheit di Radio 3. Puoi leggere QUI i ringraziamenti che Saviano ha scritto oggi.

Fra le tante iniziative, questa mi ha colpita di più.

Gli allievi delle sezioni di grafica pubblicitaria dell’Istituto professionale Mattei di Caserta, coordinati dal professor Emanuele Abbate, hanno ricostruito il volto di Roberto componendo assieme le foto di un migliaio di cittadini casertani che hanno voluto manifestare solidarietà allo scrittore “mettendoci la faccia”.

Il manifesto è affisso da qualche giorno a Caserta ed è patrocinato dall’Amministrazione Provinciale.

Perché questa iniziativa mi piace più di altre?

Perché viene dagli studenti di una scuola.

Perché fotocomporre il volto di Roberto usando quelli di cittadini comuni vuol dire rispondere a quanti – come il ministro Maroni – hanno ricordato nei giorni scorsi che Saviano non è l’unico simbolo contro la camorra: certo non è l’unico, vuol dire, ma tutti gli altri sono con lui.

Perché il manifesto è affisso nel territorio incriminato e le facce sono del luogo: ci vuole più coraggio, per chi vive da quella parti, a farsi fotografare col rischio di essere riconosciuti, che a mettere una firma qualunque sul sito di Repubblica.

Risultato: la sfida alla criminalità organizzata è molto più forte.

Per vedere il manifesto, fai clic qua sotto.

11 risposte a “Mille volti per Saviano

  1. un segno da un paese che sembra affogato dal sistema, e appagato… assurde le parole verso Saviano sentite nelle varie interviste agli abitanti della zona. finalmente un segno forte e coraggioso dai ragazzi.

  2. Bella questa iniziativa.
    Te ne segnalo un’altra, questa, non perché particolarmente innovativa, ma perché viene dallo stadio, ma il bisogno di sicurezza in questo caso ha fatto da ostacolo e cilecca…purtroppo.

    Ciao.

  3. E’ stato sconcertante ascoltare le parole dei ragazzi intervistati a Casal di Principe nella trasmissione di Mentana, Matrix.”..lui si è fatto i soldi…ma a lui chi ha fatto niente?…gli hanno forse violentato la ragazza?” mertà, opportunismo, egoismo allo stato puro.
    Mi sarebbe venuta voglia di dirgli che si meritano di stare in posto così, si meritano tutto quello che da quei luoghi e da quelle persone gli verrà a loro e ai loro figli.
    Mi dispiace dire questo, ma è la verità e ve lo dice una meridionale.

  4. Un altro a pensare che Saviano è uno che s’è fatto i soldi è Emilio Fede, che durante una delle edizioni del Tg4 ha vergognosamente affermato:«C’è stata una solidarietà del comitato dei giornalisti, e va bene, lo condividiamo. Ma insomma mi pare che…no, nel senso non che ce l’abbia con Saviano ma lui si propone molto: c’è un film, un libro, che si vende, i diritti del libro e dei film che portano a casa tanti bei soldini. Che poi lui racconti che vive da scortato, ecco io potrei raccontarglielo meglio visto che vivo da scortato da più tempo ma non vado raccontando il perchè lo sono….».
    Qui il video: http://it.youtube.com/watch?v=WJMhc2GBUL4

    NO COMMENT.

  5. come sottotitolo di questo bell’annuncio, parafraserei un noto titolo letterario:
    “Nessuno. UNO, 100mila”
    anche se forse sa un po’ da spot Fiat dei tempi andati.
    Saviano, che il nostro Paese lo tenga in palmo di mano, come un prezioso capolavoro.

  6. Vorrei informare di qualcosa che credo sia un messaggio di cambiamento molto più forte, nulla togliere ai ragazzi del Mattei, anzi. Dal 14 novembre Gomorra sarà letto nelle piazze di Casal di Principe; aspettando quest’evento i paesi a nord di Napoli, che vivono anch’essi la camorra di altri clan, certo meno pericolosi dei Casalesi ma non per questo più “puliti”, in accordo con sindaci e amministratori hanno iniziato la pubblica lettura di Gomorra per sensibilizzare la cittadinanza, nella speranza di avere una mobilitazione attiva.

  7. A tale proposito, mando questo:
    http://it.youtube.com/watch?v=I2sJf8l5wvc&feature=related
    Nella speranza sia migliorato qualcosa da allora

  8. Grazie a tutte per le informazioni e i link.
    🙂
    Quanto alle interviste dei ragazzi di Casal di Principe all’uscita dalla scuola, cara Lorenza, uno dei motivi per cui apprezzo molto l’iniziativa del Mattei è che si contrappone idealmente all’immagine dei giovani di quei luoghi che emerge da quelle interviste.
    E’ come se gli studenti del Mattei ci dicessero: ci sono ragazzi omertosi e già intrisi di cultura malavitosa, ma ce ne sono moltissimi altri – di più – che fanno di tutto per combatterla, quella cultura.

  9. http://www.internapoli.it/articolo.asp?id=13636 le iniziative e il rinnovarsi di esse continuano! speriamo che possano arrivare anche dalla “terra dei fuochi”, con i volti di quella terra!

  10. Buonasera Prof! Sì sono per l’ennesima volta qui a scriverle di Saviano. Vorrei farle una richiesta, forse anche personale; ho letto quest’articolo http://antomenna.blogspot.com/2008/10/basta-con-saviano.html vorrei sapere il suo parere, se possibile, perchè a me ha fatto pensare e adesso ho una sorta di conflitto interno…
    Da un lato sono una dei tanti che dice sì agli appelli, dall’altro anch’io trovo che stiano strumentalizzando Roberto e allora che fare?

  11. se anche strumentalizzazione ci fosse, cara Kris, è poca cosa in confronto a quanto di positivo c’è nella speranza che Saviano ha portato;passiamo oltre, nn fermiamoci alle cose inutili, guardiamo alle cose importanti, e l’importante è che, grazie a Dio, ci siano ancora persone come lui.Chi nn lo ama, chi lo critica, può essere solo perchè o lo teme, o lo invidia.E pensare che c’è ancora chi lo disprezza a prescindere, solo x il fatto che “comunista” e manco lo ascolta, ma osa giudicarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.