Mentre Obama vince, Greenpeace risuscita JFK

Le tecniche digitali nella produzione video permettono di simulare che personaggi del passato parlino e si muovano come fossero vivi oggi. In pubblicità è stato fatto con Fred Astaire e Steve McQueen, tanto per fare due esempi.

Qualche giorno prima delle elezioni americane, Greenpeace, scommettendo sulla vittoria di Obama (spesso associato a JFK), ha distribuito un video per promuovere la seconda edizione del rapporto Energy [R]evolution, dopo la prima pubblicata nel 2007. Il rapporto (che puoi scaricare, anche in italiano, qui) mostra che fronteggiare i cambiamenti climatici investendo in efficienza energetica e fonti rinnovabili aiuterà anche a stabilizzare l’economia globale.

Il video si apre con la simulazione di un discorso del presidente John Fitzgerald Kennedy (le immagini sono di repertorio, anche se ritoccate, l’audio è artefatto), che pronuncia queste parole:

When man first walked, upon the moon
It defined a generation

As this new millennium dawns, we face a greater challenge
Climate change threatens our very existence

What further disasters will convince world leaders
That the existing technology
In renewable energy
Offers the last remaining hope, for a sustainable future?

Hollow words and spineless resolution have failed us
Now is the time for an energy revolution

Will we look into the eyes of our children and tell them
That we had the opportunity, but lacked the courage?
Will we look into the eyes of our children and tell them
That we had the technology, but lacked the vision?

Or will we look into the eyes of our children and tell them
That we faced our challenge

Like our fathers, before us

And fought,

For the Energy [R]evolution!

Le polemiche sulla verosimiglianza storica di questa simulazione sono già scoppiate, con considerazioni di vario tipo e livello sulla reale attenzione che JFK aveva per le questioni ecologiche (leggi questo articolo, per esempio).

Ma lo spot, pur non particolarmente innovativo, è molto azzeccato in questi giorni e fa centro nell’attuale immaginario di massa.


4 risposte a “Mentre Obama vince, Greenpeace risuscita JFK

  1. Suggestivo.
    Grazie 🙂

  2. A proposito di tecniche digitali, hai visto la giornalista ologrammata (mi si passi il neologismo) della CNN? Una vera comodità, se la cosa fosse disponibile pure nella vita quotidiana:)

  3. E’ un video ben fatto, niente da dire sulla qualità delle moderne tecniche digitali. Molto bello anche il messaggio. E’ intensa la parte sull’ Apollo 11 che atterra sul suolo lunare (questioni di veridicità del viaggio spaziale a parte, intendo con intenso il sentimento che tutto il mondo provò in contemporanea quando vide quei piedi famosi posarsi sulla luna), così come è veramente superlativa la parte finale, quando parla dei bambini. Cosa dire, è troppo sperare che le superpotenze mondiali si convincano a investire sulle fonti rinnovabili?
    Incredibile come, messaggi come questi riescono a sollevare spiriti di unità, incredibile come l’immagine di un grande come JFK riesca, a parer mio, (soprattutto nel WE FACED OUR CHALLENGE AND WE FOUGHT) a far venire la pelle d’oca guardando questo video.

  4. Donmo, non ho ancora visto la giornalista “ologrammata”… grazie per l’indicazione!

    Luca, sì il video usa gli strumenti più infallibili per emozionare le masse: il discorso del grande leader assassinato, gli occhi dei bambini, rappresentazioni catastrofiche alternate a possibilità radiose, il crescendo musicale al momento giusto.
    Mi ricorda molti interludi nei concerti rock e pop, dagli U2 a Madonna (qui già analizzata).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.