Proposta di modifica

Non ho mai amato il giorno di San Valentino: consumistica parata di cuori rossi e pupazzi rosa – ma inadeguate parole.

Però è da mesi che volevo postare questi versi di Erri De Luca. Siccome parlano d’amore, è arrivato il momento: con un giorno d’anticipo, per darti il tempo di ricopiarli. Vedi mai ti ispirassero qualcosa.

Pregasi citare la fonte con serietà. 🙂

Proposta di modifica

C’è il verbo snaturare, ci dev’essere pure innaturare,

con cui sostituisco il verbo innamorare

perché succede questo: che risente il corpo,

mi commuove una musica, passa corrente sotto i

polpastrelli,

un odore mi pizzica una lacrima, sudo, arrossisco,

in fondo all’osso sacro scodinzola una coda che s’è

persa.

Mi sono innaturato: è più leale.

M’innaturo di te quando t’abbraccio.

(Erri De Luca, L’ospite incallito, Einaudi, Torino, 2008, p. 24).

Dedicato all’amore mio, perché mi fa sentire come dice Erri. Ancora, dopo più di quattro anni.

7 risposte a “Proposta di modifica

  1. De Luca con le parole gioca e ci sa fare, perché è vero che è con l’amore che l’uomo scopre la sua natura. Ah, la poesia e l’amore! Due misteri assieme fanno una soluzione?

  2. ….troppo celebrali, troppo distratti, troppo frettolosi abbiamo dimenticato la natura e il natuarale…queste parole con il loro ritmo raccontano questo…che bella emozione…

  3. Mi pare che giochi molto con quella che è nota come “Ode della gelosia” di Saffo.
    Quella che inizia con “A me pare uguale agli dei…”.
    Che dite?

  4. Per fortuna in quanto ateo, modernista, futurista e di marxiana memoria il sentimento non mi tange… 😀
    “E rubare una gallina a mezzanotte per mangiarsela più in là….. con tre signore, ma il sentimento no! Non usa più, non usa più!!”
    Ricordo di aver letto in un curriculum vitae questa frase: “L’ultima volta che mi sono innamorato avevo 13 anni!”
    Nella società postmoderna bisogna pensare all’azione, il sentimento non serve a niente!! :-@

  5. è irresistibile: Ctrl+C e Ctrl+V su tutti i blog e blogghettini che conosco a partire da ora.

  6. @ Biljana
    Secondo me con la poesia di Saffo non c’entra niente però…

  7. Dunque, visto che stamane sono operativo dalle 4.35 ho fatto un salto e mi sono riletto la poesia. Se la parola “Ti Amo” non mi suscitasse quell’angoscia e quel panico che la signorina Aura si fa venire per molto meno… 😀
    Che poi cosa significa “Ti Amo”?
    Il termine scientifico sarebbe: “Ho l’ipotalamo pieno di luliberina e le endorfine scorrono nel mio cervello”. Altrimenti si potrebbe utilizzare un’immagine crepuscolare: “Questo sentimento sepolcrale mi lega a te come il cordone ombelicale lega la madre al proprio pargolo”.
    Non si può certo ingabbiare una sensazione dentro uno schema fisso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.