Archivi del giorno: venerdì, 20 marzo 2009

Tecnostress

Pare che il termine sia stato coniato dallo psicologo statunitense Craig Brod, che nel 1984 ha pubblicato il volume Technostress: The Human Cost of the Computer Revolution (Addison-Wesley Publishing Company, Reading, 1984). Da allora la situazione è molto peggiorata, naturalmente.

Pare che l’uso simultaneo di tutte le tecnologie che abbiamo a disposizione per comunicare – pc, notebook, cellulari, mail, messenger, facebook e chi più ne ha più ne metta – possa causare difficoltà di concentrazione, ansia, dipendenza psicologica, problemi respiratori, tachicardia.

Pare che domani, 21 marzo, sia la giornata in cui tutti dovremmo spegnere per 24 ore computer e cellulari, sconnettendoci dal mondo on line. Per vedere l’effetto che fa.

Pare che «Oggi mi sconnetto» sia lo slogan dell’iniziativa, indetta dalla Netdipendenza onlus, che a questo proposito ha creato un video intitolato «Oggi respiro senza tecnostress», che è in concorso al Babelgum Film Online Festival di Spike Lee, e viene così definito:

«Il primo video di prevenzione del tecnostress in azienda. Un progetto di Netdipendenza onlus. Scritto e diretto da Enzo Di Frenna, musiche di Gabriele Ducros, vocalist Simona Adrian.»

Tutte notizie che ho letto su IO Donna del Corriere sabato scorso.

Sarà.

Ma poi sono andata a vedere il video. E mi sembra un pochino una presa in giro.

Prevenzione?