Insulti dal libro di storia

Marzo 2009.

Silvio Berlusconi dà del «catto-comunista» al segretario del Pd Dario Franceschini, che replica:

«Tecnicamente lui è un clerico-fascista». E aggiunge: «Ho visto che Berlusconi mi ha definito un “catto-comunista”. È una vecchia offesa che veniva usata prima che io nascessi nei confronti dei cattolici progressisti. Magari sarebbe utile che il suo consulente di storia del movimento cattolico gli spiegasse che lui, tecnicamente, è un clerico-fascista».

Maggio 2009.

Nelle dichiarazioni di voto alla Camera sul pacchetto sicurezza appena varato dal governo, Antonio Di Pietro, per criticare il provvedimento, dichiara:

«Questo governo vuole trasformare il nostro Paese in un Paese dell’intolleranza, fascista, razzista, xenofobo, pidduista e per questo noi, prima o poi, riusciremo a mandarlo a casa».

Sembra che facciano appello a chissà quali competenze storiche, ma sono solo insulti più o meno vacui. Come dire: brutto, cattivo, tiè.

Il problema è che i leader dell’opposizione, invece di cercare stili di comunicazione nuovi e argomentazioni stringenti, si limitano – tanto per cambiare – a scimmiottare Berlusconi, che cominciò a dare del «comunista» agli avversari nel 1994.

Per fortuna oggi Berlusconi lo fa meno di allora: ha capito che le cose sono cambiate e non funziona più come una volta. A sinistra invece, pare ci abbiano preso gusto.

13 risposte a “Insulti dal libro di storia

  1. la sinistra comprende le cose sempre dopo. ecco perchè, insieme a tanti altri problemi, non si riesce a creare un’opposizione degna di tale nome.

  2. Una cosa: alcuni elettori fra quelli che cambiano sempre partito, che sostenevano Berlusconi e che continuano ad ammirarlo, forse voteranno comunista. Ovviamente non si tratta di una generalizzazione, però è chiaro che questi elettori esistono, non so se sono tanti, ma esistono. Beh, secondo me non è che lo manderanno a casa, semplicemente Berlusconi è passato di moda.
    Le mode passano, poi si ripresentano alcune forme, alcuni tratti di queste… Ma la domanda vera è:
    “Chi sono gli elettori di Berlusconi? Come lo vedono, che cosa vedono?”
    Il pacchetto sicurezza, proprio questo è il punto secondo me. Nessuno vuole sentirsi dare del razzista, né dello sciocco manipolabile a tal punto da diventarlo (razzista).
    Non mi sorprende poi che l’uno dà del “clerico-fascista” all’altro perché era stato definito “catto-comunista”.

  3. Abboh, le gare di insulti sono più che altro patetiche. Ci sono delle trasmissioni che le elicitano, e certi che ci sono particolarmente portati. Mi disturba comunque la desemantizzazione che ne consegue, e l’impermeabilizzazione dell’elettorato al valore delle parole. Ih oggi puoi dire razzista a chiunque eh, mica se scompone più di tanto ne capisce l’orlo il bordo e scotomizza la valenza tragica dell’essere razzisti. Le parole sono percepite nel loro lato comodo e immediato. Pensare poi a una campagna elettorale che segua questi canoni mi da l’ansia.

  4. Sono venuto qui a lasciare un commento e mi accorgo che lo ha già acritto pari pari Zauberei, qui sopra. Meglio così, che la solitudine non è bella.

  5. Adesso mi sento solo!

  6. Scusami lo scorfano, non dovevo inviarlo questo commento.
    Sono mortificato.

  7. E’ che a volte temo che il problema non siano solo i dirigenti, ma anche gli elettori…
    Per dire, uno che tenta di evitare questo tipo di atteggiamento è Nichi Vendola, che durante l’attuale campagna elettorale più volte ha sostenuto che Berlusconi non va criticato per quello che è ma per le sue politiche, ma nel momento in cui ha espresso questa opinione con una affermazione provocatoria (“Berlusconi è geniale”) è stato crocifisso da mezza sinistra che ha estrapolato la frase dal contesto dell’argomentazione. Se questi sono gli effetti, non mi stupisce che siano pochi i politici a tentare approcci comunicativi diversi.

  8. @Francesco
    Non vedo perché dovresti scusarti o essere mortificato. Mi pare che la tua fosse una battuta, no?

  9. Concordo con Anghelos: Nichi Vendola si sta dimostrando un uomo politico straordinario!

  10. Si, ma non volevo inviarla.
    Però adesso non mi sento più solo.
    Ciao

  11. Le volgarità in pubblico non sono mai il massimo, ma in questo caso ne apprezzo la spontaneità 😛 : ecco il link al video alle discussioni tra Vendola e Gasparri di ieri sera a Ballarò http://www.youtube.com/watch?v=b2H2c6SQiX8

  12. Francesco “Beh, secondo me non è che lo manderanno a casa, semplicemente Berlusconi è passato di moda.”

    Si dice sempre così ma Berlusconi ha vinto le elezioni del 1994, 2001 e 2008 e ha perso solo quelle del 1996 (per la mancata alleanza tra pdl e lega) e quelle del 2006 (per pochissimi voti). Se questo vuol dire essere passato di moda!!

  13. Francesco: “Le mode passano, poi si ripresentano alcune forme, alcuni tratti di queste…”
    Poi non ho aggiunto altro, hai ragione. Il berlusconismo è uno stile, una forma culturale, possiamo dire così perché anche quella fascista era una cultura. L’italia ha fatto il fascismo, no? E si, si sente, e come! Chi vuole dia pure un’occhiata qui:

    http://www.press.umich.edu/titleDetailDesc.do?id=16900

    Questo è solo un esempio… Ovvio, ci sono anche le eccezioni.
    “Italiani brava gente!”
    Bah, mica tanto. Matière a penser per tutti, non solo per quelli che votano Berlsuconi o a destra, riguarda tutti, accidenti.
    Berlusconi continua ad essere ammirato anche da chi non lo voterà più. Chi continua a sceglierlo non segue una moda, è un alternativo.
    Insomma, volevo mettere in bocca a Di Pietro parole diverse. La parola moda potrebbe fare esplodere tanti temi interessanti.

    Anghelos diceva: “E’ che a volte temo che il problema non siano solo i dirigenti, ma anche gli elettori…”
    Concordo.
    Forse non riesco a spiegarmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.