Bologna e i suoi studenti

Da anni c’è un muro fra Bologna e i suoi studenti. Finché pagano affitti salati (meglio se in nero), birre e piadine al bar, va tutto bene. Ma i bolognesi tendono a guardarli con sospetto, ad associarli a degrado, chiasso, disordine. E se fai un giro per locali, la sera, scopri che gli studenti frequentano posti diversi dai coetanei residenti.

Con questo problema ha fatto i conti Miguel Sal, quando ha deciso di inserire i giovani nella campagna di Flavio Delbono per le amministrative. Doveva dare un’immagine positiva, contrastare i pregiudizi.

Ecco allora un improbabile bacio in piazza Santo Stefano. Perché improbabile? I due ragazzi sono abbigliati come una coppia anni Cinquanta, e guardali bene: gli scappa da ridere. Inoltre, vogliamo dire che le «buone relazioni» sono solo quelle fra coppie eterosessuali? E gli omosessuali? Le diverse razze, etnie?

Poi ci sono i neolaureati con la corona d’alloro: sembrano usciti da una pubblicità del CEPU. Povera università. Colpa del pubblicitario? Ma no, Miguel Sal ha fatto benissimo a rappresentarli così. Non aveva altra strada.

È la rappresentazione dorata e lontana dal mondo che i bolognesi hanno in testa quando pensano ai loro figli: «bravi ragazzi» che non hanno nulla a che fare (per carità!) con il chiasso e il degrado.

Vedrai, agli elettori benpensanti piacerà.

Bacio

Laureati

7 risposte a “Bologna e i suoi studenti

  1. Tanto gli studenti nella maggioranza dei casi non votano a Bologna, e quel target è stato considerato solo da Monteventi, con le procedure di registrazione di residenza, che non so quanto successo abbiano avuto…

  2. Sono le stesse facce (lo stesso tipo di facce) che si vedono nella mia scuola superiore nei manifesti che pubblicizzano una o l’altra università (anche quella di Bologna, per inciso). Non è un caso, credo. E’ un modello proposto, con insistenza. Sapendo che a forza di insistere funzionerà.

  3. Certo che “C’è delbono a Bologna” Dio Caro evviva l’originalità eh:) per me se ce metteva sotto un tortellino era mejo:)

    (Io conservo ancora con amore un deplian dell’ente per il turismo buolgnese che parlava un pochinetto di cose artistiche – e torri, la piazza – ma sostanzilmente io a Bologna ci dovevo venire per il vino e i tortellini:)

  4. Non convince neanche me ma io non sono il “target” di riferimento…
    Giustamente, l’elettorato benpensante ed anziano ci si rispecchierà!

  5. Caro Anghelos, cari tutti/e:
    oggi su Repubblica Bologna è uscito un mio pezzo, in cui mi esprimo su quanto possa essere miope, per la politica, trascurare gli studenti solo «perché non votano». Domani, come al solito, riporterò l’articolo sul blog, a completare la discussione di oggi.

    Ciao e grazie a tutti/e per i contributi, come sempre!

  6. Ciao G e salve a tutti,

    ma questo lo avete visto, vero?!

    http://video.unita.it/?video=998

    Fantastico!

    V

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.