Archivi del giorno: giovedì, 18 giugno 2009

La bella solitaria della Schweppes

Mi scrive Serena, per segnalarmi l’ultima campagna Schweppes:

«Un’ammiccante Nicole Kidman, dopo aver provocato un uomo con l’illusione di un bacio, prosegue per la sua strada, diretta a una dissetante bottiglia di Schweppes. Dopo averla trangugiata in modo neanche troppo elegante, Nicole ci chiede che altro ci aspettassimo da lei. Può essere un modo di ribaltare il ruolo delle donne nelle pubblicità?»

No, Serena.

Il ribaltamento dei ruoli non porta novità. Per dirla in altre parole: se di un concetto proponi il contrario, ti muovi sempre sullo stesso orizzonte semantico. Per cambiare davvero devi costruire un nuovo orizzonte, un’altra coppia di opposti.

Vediamo in dettaglio.

È vero che lo spot, spezzando l’incanto iniziale, ci presenta una ribelle. Ma è pur sempre l’eletta di un harem: l’unica con la pelle chiara, biondissima e bellissima. La più bella di tutte, dunque, che come tutte ha un solo ruolo da giocare: la seduzione di un principe.

E poi, cosa resta a Nicole quando si ribella? La solitudine di una bevuta «inelegante».

Insomma, siamo di fronte all’ennesima negazione di un possibile rapporto fra uomini e donne. Tutti presi da due ossessioni: bellezza e consumo. Tutti soli, sempre a sfidarsi, sempre a lottare gli uni contro le altre (ne avevamo già parlato un anno fa, QUI e QUI).

Triste, no?