Sanremo e l’autoparodia del Pd

YouDem, la tv ufficiale del Pd ha deciso di trasmettere il dopofestival di Sanremo, al grido di «Gliele cantiamo noi» (grazie ad Angelo per la segnalazione). «Un partito popolare deve andare dove sta la gente», ha detto Pier Luigi Bersani per spiegare l’operazione.

Sacrosanto il principio. Non credibile il modo. E ridicolo in senso letterale: fa proprio ridere. Ma si ride del Pd, non dei suoi avversari politici. E non è autoironia. È autogol.

Quei brillantoni della comunicazione del Pd hanno infatti pensato di accoppiare a ogni uomo o donna di partito un cantante, chiedendo agli spettatori di YouDem e ai navigatori del sito di «votare la coppia».

La maggior parte delle coppie (con tanto di & commerciale) sono già risibili in sé: Melandri & Arisa, Marino & Povia, Veltroni & Malika Ayane, Finocchiaro & Valerio Scanu, Fassino & Fabrizio Moro, Vendola & Marco Mengoni, Franceschini & SonHora, Letta & Simone Cristicchi, Bonino & Nino D’Angelo, Marini & Toto Cutugno, D’Alema & Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici (l’elenco completo QUI).

Ma con la presentazione visiva la parodia è completa: facce degne di un tiro al segno del luna park, in una combinazione scontornata che ricorda certi ninnoli gommosi che i preadolescenti attaccano al cellulare, o certi magneti da frigorifero. Con tanto di fiorellino colorato.

Avevo già notato l’anno scorso l’inclinazione del Pd all’autoparodia: ricordi il celebre «I am Pd»? Ricordi il rap che alcuni sostenitori di Rosy Bindi le dedicarono a Pisa? (vedi Credevo fosse una parodia, Un’altra parodia che non lo è).

Ormai la tendenza è sistematica, istituzionale.

Melandri e Arisa

Marino e Povia

D'Alema e Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici

Veltroni e Malika Ayane

Vendola e Marco Mengoni

Idea per una tesi: le produzioni autoparodistiche del Pd da un paio d’anni a questa parte. Un’analisi retorico-semiotica dei dispositivi visivi, verbali e audiovisivi.

11 risposte a “Sanremo e l’autoparodia del Pd

  1. A questo punto voglio sapere chi fa comunicazione al PD.

  2. Il problema nel Pd non è solo nella comunicazione ma è anzitutto un problema di identità, politica e culturale, che poi si riflette sulle sue disatrose campagne comunicative. Non sono più i tempi di Cuore e di Michele Serra, in cui la sinistra non era nè apocalittica nè integrata, ma fieramente vogliosa di proporsi come reale alternativa al pentapartito e alla DC. Oggi la sinistra si è malamente integrata dopo quella stagione, è fatta di borghesi e non più di proletari, ma non è ancora capace di avere un approccio al mondo che sia adeguato ad esso. Poichè le manca un pensiero, quando fa l’integrata è ridicola, non prende più per il culo Sanremo, con Fazio Sanremeggia, e poi fa queste improbabili iniziative, ma non è più carne nè pesce. Troppo integrata, fa ancora fatica a mostrarsi davvero in pace con il mondo e quando lo fa fa ridere. Solo quando tornerà ad avere un pensiero unitario e con esso un pensiero inevitabilmente critico e con esso un’identità, la sua comunicazione non sarà più così imbarazzantemente ridicola.

  3. Ma che agenzia si occupa della comunicazione del Pd?
    Potresti pubblicarne l’indirizzo al quale mandare idee e curricula…

    Magari gli si può dare una mano 🙂

  4. e’ incredibile che mentre la comunicazione politica si fa più commerciale e la comunicazione commerciale si fa sempre più non-convenzionale questi vanno avanti con la sagra della salsiccia 2.0. in cui si fa la “satira” senza scontentare nessuno dei presenti, nessuna corrente, in cui si incassa a malavoglia il fatto che Vendola vince il sondaggio e via così.
    detto questo chiediamoci chi guarda Youdem, anzi, chiediamoglielo. con la tv on-line non c’è panzana dell’auditel che tenga. o ci sei o non ci sei, profilazione dell’utente e tutto il resto. credo che il Partito sarà lieto di condividere con la comunità degli studiosi questi dati. si potrà così ragionare in base agli utenti reali di Youdem, a quelli desiderati etc…

  5. Al di là del ridicolo complessivo, questa trovata del Pd ha anche degli aspetti proprio sgradevoli:
    1. coinvolge nell’idiozia persone che non fanno parte del partito, Emma Bonino e Nichi Vendola. Considerando che, a parte Bresso e De Luca, gli altri coinvolti non sono candidati delle regionali, la presenza di non-piddini è del tutto gratuita, e ho il sospetto che più che per satirizzare (nel qual caso ci sarebbero anche altri non-Pd, ad esempio Di Pietro o Rutelli) serva a lucrarci, cioè associare il partito alla popolarità dei due personaggi.
    2. alcune delle associazioni sono veramente di pessimo gusto. Forse hanno pensato ad altro, ma nessuno mi toglie dalla testa che Marino è stato associato a Povia perché quest’ultimo ha fatto una canzone su Eluana. Per me fare umorismo su un dramma umano si può, ma occorre farlo con bravura, e magari con un po’ di sensibilità, e qua mancano entrambe (ho anche il dubbio che il collegamento della Melandri con la canzone “Malamorenò” sia un ammiccamento a vecchi gossip, il che sarebbe quasi più più squallido).

    A parte questo, ho un dubbio: secondo me è facile che il target tipico di Sanremo sia composto da persone che usano internet meno degli altri. Se si vuole – giustamente – raggiungerle, seguire il dopofestival con una tv online e un sito non mi sembra il modo più efficace, o sbaglio?

  6. Che tristezza..perché si fanno del male da soli? che abbiamo fatto di male noi possibili elettori in cerca di un alternativa sinistrorsa per meritarci tutto questo? 😦

    propongo una petizione per trovare un agenzia pubblicitaria in grado di dare credibilità al Pd!

    @ Replicant: hai ragione, però il Pd è nato proprio come minestrone di idee..cattolici, non cattolici, democratici e conservatori mascherati…vecchio e nuovo (che tengono ben nascosto e non fanno progredire).

    Forse il problema non è tanto il PD in sé ma che sia governato da gente “vecchia” con idee vecchie, e oserei dire, nonostante la presunta democraticità, molto autoreferenziale. Se ti sembra che così possano costruire una credibilità comunicabile.. a me no. Che la Binetti si sia scavata è già un mezzo miracolo, ma poi il pd con sta cosa perde punti perché non si decide. Nel frattempo candidano la Bonino, che in regione ci sta alla grande ma che agli elettori o possibili tali, comunica un anti-cattolicità in contraddizione con l’iniziale minestrone democratico che accoglie idee tanto diverse tra loro e le riesce a mettere comunque assieme. Potrebbero comunicare invece la professionalità (in questo caso della Bonino), o la voglia di andare avanti possibilmente con un motivo comune..ma non lo fanno…ed ora decidono di cavalcare l’onda televisiva ridicolizzando le stesse idee per le quali sembrano non essere decisi? (testamento biologico, omosessualità, credibilità e interesse personale nel partito). Non lo trovo auto-ironico. E’ un auto-derisione!

  7. Effetto ‘adesso ne sparo una che fa scoppiare dal ridere’, ma si ghiaccia tutto quanto intorno.

  8. Più che un’autoparodia mi sembra una presa in giro verso gli elettori. Se vogliono stare “dove sta la gente”, che vadano nei call center, nelle fabbriche, nei centri per l’impiego, nelle scuole, c’è solo l’imbarazzo della scelta, altro che Sanremo…

  9. Ma,per tirarsi l’ennesima martellata sugli zibidei,stavolta hanno anche pagato? Altro che frutta,questi sono ormai un bel pezzo avanti.

  10. A proposito del tema del post, lo avete visto Bersani al festival? Imbarazzante… mi ha colpito l’insicurezza dimostrata da Bersani contrapposta al comizio di Scaiola. qui il link. Altro link, qui per un commento di Gipi a ridicoli manifesti autopropagandistici del pd… sì, mi sa proprio che hanno bisogno di qualche bravo comunicatore che li aiuti!

  11. si ma pure Costanzo se la poteva risparmiare di tirare fuori la storia degli operai al festival: non è stata utile agli operai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...