Archivi del giorno: venerdì, 23 aprile 2010

SNAI si prende gioco dei giocatori

Così è presentata sul sito l’ultima campagna SNAI:

«Con la nuova campagna, SNAI scommette suoi suoi scommettitori: tra i tantissimi giocatori che si sono divertiti a raccontarsi proprio dentro ai punti SNAI, Oliviero Toscani ha scelto, infatti, le facce della nuova campagna SNAI, on air da marzo 2010. Il risultato si è tradotto in una serie di soggetti – persone che, con un trattamento colorato che comunica tutta la loro voglia di vivere e di giocare, mostrano le tante espressioni della passione per il gioco e le scommesse con aneddoti e curiosità legati a questo mondo. E il tour del team Toscani non è finito: il prossimo potresti essere tu!»

A quanto pare, la campagna è stata pensata per «combattere il gioco patologico e compulsivo», visto che «in Italia i giocatori patologici e compulsivi sono oltre 700 mila» (www.italiadazzardo.com). Perciò Toscani ha disegnato questo marchio:

Gioca per vincere

Purtroppo però, i giocatori che appaiono negli annunci stampa e negli spot sembrano tutti un po’ suonati. Infatti, come ha notato Sara – che mi ha scritto in proposito e che ringrazio – «manifestano seri disturbi linguistici: incapacità di esprimersi correttamente (e fosse solo un problema di congiuntivi) e con un tono di voce socialmente accettabile (“Quando vinco grido!”). Una addirittura denuncia picchi di serotonina».

Insomma, visti dall’esterno fanno compassione. Ma ai giocatori compulsivi, non fanno che ribadire che il gioco è un bellissimo modo per andare fuori di testa. Il che non li aiuta certo a smettere.

Morale della favola: Toscani e SNAI si prendono gioco di tutti. Vogliono far credere a chi non gioca di combattere le patologie, ma mettono alla berlina i giocatori compulsivi e per giunta li stuzzicano a fare sempre peggio. Non a caso, la prima denuncia allo IAP per pubblicità ingannevole è già scattata (www.giocoegiochi.com).

Ma si sa, da anni Toscani si prende gioco dei suoi committenti (oltre che delle persone più indifese), cercando scandali e denunce solo per far parlare di sé.

Quando vinco grido

Quando vinco mi viene un magone

Alla SNAI ho trovato un fidanzato

Gioco perché ho bisogno dell’ormone della felicità

Alla SNAI col picchetto