Archivi del giorno: lunedì, 17 maggio 2010

Da dove viene «Rasa il pratino»

Wilkinson Sword è un’azienda inglese che produce coltelli, cesoie da giardino e rasoi per la cura del corpo. In particolare, commercializza in Europa con il marchio Wilkinson Sword e in Nord America e Australia con il marchio Schick un rasoio a quattro lame (di nome «Quattro», appunto) per la rasatura sia maschile che femminile.

Da un paio di settimane circola in rete il video virale «Rasa il pratino», adattamento italiano di una produzione americana (agenzia JWT), uscita negli USA e in Inghilterra nel marzo 2009. Da allora quasi ogni giorno qualcuno mi contatta su Facebook o via mail, lamentandosi per i commenti positivi e le views che «Rasa il pratino» sta ottenendo in rete (oltre 500.000 in pochi giorni), ma contribuendo a tale successo con un link ulteriore (io stessa con questo post vi contribuirò).

Ora, nel contesto della pubblicità italiana il video appare come il solito, ossessivo, appiattimento della donna su una parte («quella» parte) del corpo. Con l’aggravante che impone una depilazione perfetta per ottenere approvazione sociale.

Ma se riportiamo il video al contesto d’origine, scopriamo differenze interessanti. Innanzi tutto è affiancato da «The Neighbourhood», una sorta di sit-com a puntate, che mostra scene di vita quotidiana in cui alcune figure femminili (una pilota, una giardiniera, una istruttrice di danza, ecc.) cascano sempre sul tema della depilazione.

Inoltre, c’è un corrispettivo maschile – piuttosto divertente – che invita gli uomini a liberarsi dai peli di troppo.

Intendiamoci: non sto dicendo che, nella versione originale, «Mow the Lawn» sia accettabile, perché comunque mostra donne sceme, interamente concentrate su corpi da Barbie e non del tutto redente dalla vena umoristica (mentre gli uomini sono normali, simpatici e amati malgrado i peli).

Ma la versione italiana – isolata dal resto della campagna e inserita nel degrado che la nostra pubblicità mediamente impone al corpo femminile – è ben peggiore, perché non solo è scema, ma alimenta lo svilimento generale.

La versione inglese «Mow the Lawn»:

La traduzione italiana «Rasa il pratino»:

Il primo episodio della serie «The Neighbourhood» (altre puntate QUI):

La versione maschile «Hair Off My Stuff»: