Archivi del giorno: mercoledì, 19 maggio 2010

Far Game

Il 28 e 29 maggio 2010, negli spazi della Cineteca di Bologna e del Cinema Lumière, si terrà FAR GAME™. Le frontiere del videogioco tra industria, utenti e ricerca.

Far Game banner

È la prima edizione di un Festival sulla cultura videoludica, i suoi mezzi e supporti, i suoi intrecci con il cinema, la televisione, la letteratura, la pubblicità, l’arte, i fumetti, la rete, le comunità virtuali, il commercio, la vita quotidiana di tutti. Anche di chi non ha mai maneggiato una console.

FAR GAME™ ha un’anima doppia, ludica e teorica, e prevede:

(1) un convegno rivolto a studiosi e professionisti, per offrire una panoramica dei temi oggi più discussi nel dibattito sui nuovi media e i videogiochi;

(2) un’area di gioco e intrattenimento, per coinvolgere tutti – videogiocatori e non, giovani e meno giovani, grandi e piccini – nella presentazione di nuovi titoli, in proiezioni a tema e altre iniziative un po’ eccentriche, come una cena con piatti ispirati ai videogiochi.

FAR GAME vanta inoltre una partnership con alcune delle più importanti aziende produttrici di videogiochi e piattaforme di gioco, come Microsoft, Nintendo, Sony Computer Entertainment Italia e Ubisoft, che valorizzeranno con la loro presenza le due giornate di gioco e riflessione.

Gli incontri del convegno e gli eventi di intrattenimento saranno accessibili  gratuitamente a tutti.

Perché segnalo l’iniziativa? Perché è ora di smetterla di pensare che i videogiochi fanno male ai bambini, siano roba per fanatici e non riguardino chi non gioca: l’immaginario videoludico è ormai entrato nella nostra vita anche se non ce ne rendiamo conto. E allora tanto vale conoscerlo.

E poi perché ho avuto il piacere di organizzare FAR GAME assieme a Andrea Dresseno e Matteo Lollini della Cineteca di Bologna, a Guglielmo Pescatore del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna, a Rosy Nardone della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna.

Un ringraziamento particolare va a Andrea Dresseno e Matteo Lollini, giovani talentosi e ferrei organizzatori che lavorano alla Cineteca di Bologna, e che un anno e mezzo fa hanno aperto anche il primo Archivio Videoludico italiano, che oggi espone più di 1800 videogiochi che percorrono gli oltre 40 anni di storia di questo mezzo (ne avevo già parlato qui: Il primo archivio videoludico in Italia).

Trovi il programma di FAR GAME seguendo questo link.