Il ritorno di T-Mobile

Dopo la T-Mobile Dance del 15 gennaio 2009 alla Liverpool Street Station di Londra, dopo il gigantesco karaoke organizzato il 30 aprile 2009, sempre a Londra in Trafalgar Square (vedi Karaoke e balli per tutti), il 27 ottobre T-Mobile UK – localizzazione inglese di una delle più grandi multinazionali di telefonia mobile – ha organizzato un’altra azione di guerrilla marketing: il «T-Mobile Welcome Back».

Un gruppo di cantanti professionisti hanno dato il benvenuto ai passeggeri in arrivo al terminal 5 dell’aeroporto di Heathrow coinvolgendoli in una sorta di musical a cappella davvero ben confezionato.

L’azione è stata poi accompagnata dall’apertura di un profilo Facebook, dove si trovano curiosità, fotografie, informazioni sul backstage, ma soprattutto si possono seguire e conoscere meglio i cantanti – bravissimi – che hanno realizzato la performance.

Con quest’operazione T-Mobile UK conferma il suo primato – per professionalità, risorse, originalità – nel guerrilla marketing attuale. Ma conferma, soprattutto, come il guerrilla non abbia ormai più nulla a che vedere con i bassi costi e la spontaneità delle sue origini, che ancora molti libri e uomini di marketing millantano.

Spero solo che d’ora in poi gli imitatori non ci tormentino con i musical improvvisati, come ancora stanno facendo con i balletti che, sulla scia della T-Mobile Dance, spuntano in ogni dove (vedi Di cosa parliamo quando parliamo di flash mob?).

The T-Mobile Welcome Back:

2 risposte a “Il ritorno di T-Mobile

  1. AAAARGGHH!! E’ terribile! Cioè uno arriva in areoporto e si trova coinvolto in un musical?! Trasmesso ovunque?! Io che non mi faccio fare nemmeno le foto delle vacanze per non comparirci? (Mi moglie, poi, si metterebbe il burka pur di non comparire nel video.)

    Sono bravi, per carità. Idea geniale, certo. Ma quando voglio un musical mi vado a comprare i biglietti da solo, grazie. (Neanche mi piacciono i musical.) Spero che questo tipo di pubblicità rimanga in UK.

  2. Fantastico!
    Questo tipo di operazione rimane, a mio avviso, una delle poche ancora degne di essere definite azioni di guerrilla marketing!
    Innanzitutto perchè pur non essendo la prima operazione di questo tipo promossa da T-Mobile UK, continua a stupire, ad affascinare, a far sorridere e parlare di sè.
    E sono assolutamente d’accordo con lei prof quando afferma che ancora una volta con quest’operazione T-Mobile UK conferma il suo primato per professionalità, risorse e originalità.
    Tutt’altro infatti rispetto ai troppi e penosi tentativi di imitazione che ormai dilagano ovunque e che, sempre a mio avviso, nulla hanno a che fare con il guerrilla marketing!
    Non stupiscono affatto, non affascinano e nemmeno fanno parlare di sè, in quanto si tratta dell’ennesimo tentativo di citazionismo, per di più mal riuscito!
    Il valore aggiunto di T-Mobile UK sta proprio nell’avere la consapevolezza che quell’idea di spontaneità e di improvvisazione che le operazioni di guerrilla marketing mirano a provocare, necessitino però a priori di una straordinaria organizzazione, che coinvolge persone, tempo e denaro, come qualunque altra forma di marketing ben studiata e progettata.
    Ed è proprio grazie a questo che, nonostante ormai l’idea risulti a chiunque non più così nuova, T-Mobile UK riesce ancora una volta a spiccare, a tenerci incollati allo schermo, a farci sorridere come la prima volta, a fare insomma un Guerrilla marketing con la G maiuscola!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.