Il Pd guadagna col Terzo Polo?

«Il Pd guadagna col Terzo Polo» è uno dei titoli di Repubblica oggi. L’affermazione si basa sui risultati di dicembre del sondaggio che Ipr-Marketing conduce ogni mese per la testata. Poiché non credo affatto che il Pd guadagnerebbe consensi e voti, se si alleasse col cosiddetto Terzo Polo (composto da Udc, Alleanza per l’Italia (Api), Futuro e Libertà (Fli) e Movimento per le autonomie), anzi, perderebbe voti, sono andata a guardare meglio.

Dai dati del sondaggio Ipr-Marketing risulta che il centrosinistra raggiungerebbe il 39% di voti, se Casini, Rutelli e Fini accettassero la proposta di alleanza che Bersani ha fatto loro (ma Fini, nota bene, ha già detto no), mentre arriverebbe a 39,5% se il Pd si alleasse a sinistra a non al centro, e cioè con l’Italia dei valori e con Sinistra e Libertà (trovi QUI la tabella coi dettagli). La coalizione che regge l’attuale governo, invece, pur in calo di consensi, si mantiene al 43%.

Certo, il titolo di Repubblica è motivato dal fatto che, nella prospettiva di un’alleanza al centro, il Pd prenderebbe il 26,5% di voti; nella prospettiva di un’alleanza a sinistra, si fermerebbe invece a 25,5%. Un punto in meno.

Strettamente parlando, dunque, è vero che il Pd ci guadagnerebbe. Ma il centrosinistra ci perderebbe.

Detto questo, è chiaro che le differenze sono talmente piccole che una cosa sola è certa: il quadro è molto instabile. Per tutto il centrosinistra. Meno per il centrodestra, come al solito.

E tuttavia, un’altra cosa secondo me è certa: Fini e i suoi non accetteranno mai di allearsi col Pd. Perderebbero troppi voti nel loro elettorato. Infatti hanno già detto di no.

Ma allora perché i dirigenti del Pd insistono a infilarsi in questo vicolo cieco? Per paura che Vendola se li mangi, se si spostano a sinistra. Una paura talmente forte – terrore! – da indurli a scegliere il suicidio.

Perché parlo di suicidio? Perché credo che la perdita di voti del Pd, se davvero si alleasse col Terzo Polo, non solo ci sarebbe, al contrario di quanto emerge dal sondaggio di Repubblica, ma sarebbe molto più forte di quanto lo stesso sondaggio ci fa immaginare oggi.

A tal proposito, ricordo una delle regole che George Lakoff suggeriva ai democratici americani dopo che, nel 2004, avevano perso contro Bush. Per non tornare a perdere:

«Non spostarsi a destra. Lo spostamento a destra è pericoloso per due motivi: allontana la base progressista e aiuta i conservatori attivando il loro modello [cioe il loro frame] negli elettori indecisi» (G. Lakoff, Non pensare all’elefante!, Fusi Orari, 2006, pp. 56-58).

15 risposte a “Il Pd guadagna col Terzo Polo?

  1. La situazione è incerta.
    L’elettorato del PD nel momento di sua massima espansione era composto da: persone favorevoli al progetto di partito moderno; elettori fedeli al partito, che lo avrebbero votato a prescindere (in maggioranza ex ds); elettori di sinistra scettici ma che lo hanno votato in chiave antiberlusconiana e perché delusi dalla sinistra; elettori moderati. Dal 2008 a oggi c’è stata la migrazione delle ultime due categorie verso sinistra (Di Pietro, Vendola, ma anche radicali e un po’ di federazione della sinistra e Grillo) e verso il centro (Api, che alle regionali ha avuto un buon risultato dove si è presentata; il rafforzamento dell’Udc). Quindi oggi nel Pd sono rimasti i fedeli di partito, che voteranno a prescindere dalla coalizione, una parte dei moderati (ex Margherita), e i sostenitori del “Pd moderno”, i cosiddetti rottamatori. I moderati sono più esposti alle sirene del terzo polo, la base elettorale dei rottamatori potrebbe guardare a Di Pietro e Vendola. I moderati sono più forti come presenza elettorale, ma i rottamatori sono virtualmente più in grado di attirare consensi dall’astensionismo e dal voto di protesta grillino.
    In tutti questi discorsi tattici, il problema fondamentale resta che idee di programma e di strategia di lungo periodo sono drammaticamente assenti nel PD.

  2. in effetti il suicidio potrebbe essere la prima decisione saggia dal ’94…
    dando per scontato che i dirigenti di uno dei maggiori partiti del paese non possono non capire cose che anche un bambino coglierebbe al volo, continuo a chiedermi quali ragioni li spingano sempre verso la decisione sbagliata (oltre che sempre nella direzione opposta al loro elettorato).

  3. In effetti sono anni che affermo che se il PD ha una politica di centro o di destra perde. Se devo votare programmi di destra voto l’”originale”, non la politica di destra “farlocca” proposta dalla (a questo punto pseudo) sinistra.

    La cosa è talmente elementare che suicidio è la parola giusta per etichettare questa pratica.

  4. Il che va in paro con l’altro grande segno di lungimiranza partitodemogratica: non andiamo alle primarie! Peccaritaà! Dio ci scampi e liberi!
    A me il terzo polo interessa nella speranza di avere una destra credibile – idonea a una democrazia – ma anche io avrei seri problemi a rimanere in un contesto politico alleato con quelli li – anche se averceli al posto della legae berlusca è molto meglio.

    PS. FIRMATE ANCHE VOI UNA PETIZIONE PER LIBERARE L’ELEFANTE DI LAKOFF DALLO STUDIO DI GIOVANNA! ppppp

  5. A me sembra evidente che questi signori non vogliono prendere in mano il timone, cioè se la fanno addosso. Chiarito questo si spiega il suicidio e tante cose.
    Però.
    Se il pd si scansasse dalla sinistra, si aprirebbe una voragine che in qualche modo andrebbe riempita; e magari potrebbe entrarci qualcosa di buono.
    Optimist in Italy.

  6. Zaub, hai ragione, oh come hai ragione su quel maledetto elefante che mi sta fisso in studio da qualche anno e non se ne vuole andare!!!… Non ti dico l’ingombro, la sporcizia, il casino che fa.

    Non sono io che non lo voglio liberare, sai. È lui che non se ne va, accidenti, perché quelli fanno sempre gli stessi maledetti errori che si spiegano sempre con lo stesso maledetto elefante e quello, con questa scusa, se ne sta bello comodo piazzato in mezzo alla stanza. Insomma, per me – che fra l’altro odio ripetermi e vivo in spazi piccoli – è un bel problema quotidiano.
    :-D

  7. Giovanna, non pensare all’elefante!

  8. Temo di non aver capito di preciso il consiglio di George Lakoff. In parole povere?

  9. Tempo fa facevo la battuta PD=Psichiatria Demotivazionale…

  10. Universitype, ecco:

    https://giovannacosenza.wordpress.com/2008/04/15/lakoff-applicato-a-veltroni/

    Spero sia più chiaro dopo che avrai letto quel vecchio post. Leggiti anche la discussione…

  11. Il discorso del Framing è un metodo che è stato anche utilizzato da studiosi nell’ambito della policy analysis (Analisi delle politiche pubbliche in italiano?), per esempio Martin Rein e Donald Schön che volevano servirsene per spiegare come in certi conflitti non ci si riesce a capire, perché le parti partono da due frame diversi.
    Quando invece si tratta di capire come i frame attuano in una campagna elettorale, l’obiettivo non è conciliare due frame, ma
    a) lavorare col frame dominante nell’opinione pubblica (per raggiungerla) oppure,
    b) imporre il proprio frame alla maggioranza (per catturarne i voti)

    Qui si dice, fra l’altro, se ho capito bene:
    PD non spostarti a destra (cercando di fare a) che rafforzi il frame della destra (legittimandolo per esempio), occupati invece di imporre il tuo (b).

  12. Tre sere fa ho beccato su TWITTER questo video di Dario Franceschini. Lo aveva appena linkato.

    Beh, effettivamente vede l’emergenza, quindi propone un ritorno alle origini della nostra democrazia e della nostra costituzione. Per poter, successivamente, ricominciare. Bisogna vedere se Vendola, Casini e Fini la pensano allo stesso modo. Se di emergenza si tratta, concordo con Franceschini, si tratta della soluzione più ovvia. Ma se l’emergenza la vede solo lui, o la sente solo lui… Bah!
    @Antonio: mi pare che il pd vuole scansarsi davvero, e per un po’, dovrebbero farlo tutti. Solo per un po’.
    Senza pessimismo.
    Non vedo l’ora di tornare nel mio caro paese.

  13. @ Zaub: io firmo la petizione per liberare l’elefante di Lakoff dallo sudio di Giovanna :-)

  14. @giovannacosenza
    Ho capito. Grazie mille. Il processo del framing è decisamente molto interessante, per me almeno!

  15. Concordo con skeight 1985: “il problema fondamentale resta che idee di programma e di strategia di lungo periodo sono drammaticamente assenti nel PD.”

    Il PD in questo ha una grossa attenuante. La situazione mondiale impone all’Italia, come ad altri paesi occidentali, una riduzione della spesa pubblica. Cosa difficile da proporre a sinistra, specialmente in Italia, dove è forte il mito dello Stato-Babbo-Natale.

    Il PD potrebbe invece competere bene sul piano delle riforme di modernizzazione a costo zero drammaticamente necessarie in Italia, che non sono né di destra né di sinistra: semplificazione e sveltimento di leggi, burocrazia e giustizia, federalismo fiscale serio, ecc..

    Su questi temi i politici del centrosinistra non sono né peggio né meglio di quelli del centrodestra. Ma è purtroppo l’elettorato di centrosinistra a premere poco in questa direzione, meno di quello di centrodestra.

    Insomma, per il PD è dura. Si suicida se si allea con Fini e Casini, concordo con Giovanna e altri. Ma si suicida anche se dà retta al suo elettorato di sinistra.

    Se invece proponesse un serio programma di riforme modernizzatrici praticabili, rischierebbe di prendere il 10% alle prime elezioni!!! :-) :-(
    Rischierebbe.
    Però, insistendo e organizzandosi efficacemente, web incluso, alle seconde o alle terze o alle quarte potrebbe vincere e governare bene.

    Ma come si può comunicare una linea del genere a un elettorato? e ai suoi dirigenti e candidati?
    (domande non retoriche)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...