Archivi del giorno: giovedì, 24 marzo 2011

Yamamay ci ripensa… mah?

Mi scrive Marco:

Gentile Professoressa, non posso fare a meno di segnalarle che Yamamay ha scelto di sostituire le “giovani modelle” con il “vecchio Alberoni” per la sua prossima campagna pubblicitaria.

Ora, a me pare l’ennesima iniziativa mirata esclusivamente a “fare notizia”, se solo si riflette sulle dicotomie ad alta digeribilità mediatica che genera (una su tutte: amore superficiale e frenetico vs. amore profondo e lento) e sul fatto che con la prossima campagna si ritornerà allo stile di sempre, ormai affermatosi in tutto l’occidente. Lei che ne pensa? Grazie per l’attenzione.

PS: Ho trovato due pezzi che parlano più approfonditamente della furbata di Yamamay: Fashionmagazine.it (15 marzo 2011), Corriere del Mezzogiorno (16 marzo 2011).

Il primo dei due articoli segnalati da Marco dice:

Yamamay: cambio di rotta nell’advertising, simbolo di una svolta a 360 gradi

La comunicazione di Yamamay prende una piega letteraria: da aprile ad agosto cinque articoli di Francesco Alberoni sostituiranno le immagini nella campagna stampa del noto brand di underwear. Il progetto è stato presentato stamattina alla stampa nel corso di un incontro al Maga, Museo d’Arte di Gallarate. La sterzata pubblicitaria è il primo segnale di cambiamento che Yamamay lancia al mercato a seguito del nuovo assetto della proprietà.

800 battute sul tema amore invece dei soliti corpi femminili coperti (o scoperti) da pochi centimetri di tessuto. Una prova di coraggio e delicatezza, che nulla ha a che fare con le polemiche post “bunga bunga”, come sottolinea Gianluigi Cimmino, amministratore delegato di Inticom, gruppo al quale fa capo il marchio: “L’idea è nata qualche mese fa da una sensazione di cambiamento che avvertivo nell’aria. Non sapevo bene cosa fosse – dice l’imprenditore – ma poi, leggendo un articolo di Francesco Alberoni, ho capito che il prodotto, le immagini, le modelle non bastano più, che il mondo della comunicazione ha un disperato bisogno di riflessioni, di parole, parole d’amore”.

E proprio di questo si farà carico l’esperto Alberoni con testi riguardanti l’innamoramento, il sesso, l’amore, il corteggiamento, la seduzione, la fedeltà o la gelosia, attraverso le pagine pubblicitarie di Yamamay, che rimanderanno anche a un blog interattivo (Yamamay&Alberoni.com), aperto ai commenti dei consumatori.

Il Corriere del Mezzogiorno così riporta i commenti di Alberoni:

Il professore nota però che siamo di fronte a una turbolenza emotiva ed erotica. Sono cadute le barriere che tenevano confinata la sessualità nel matrimonio. «Il risultato è una promiscuità diffusa e approvata dalla coscienza collettiva: basta vedere come viene vissuto il Grande Fratello. E la ragazza di cui parlano tutti?».

Ruby? «Ha fatto i soldi, è stata invitata al ballo delle debuttanti di Vienna. Ha usato il sesso ma oggi il sesso è libero, la donna può farlo quando vuole».

Per questo il sociologo non crede in nuovo movimento delle donne: «Dovesse cadere Berlusconi, finirebbe». E allora? «Viviamo in un mondo dominato dall’erotismo, ma ci sarà sempre gente che si innamorerà». Intanto la pubblicità ricomincia dall’educazione sentimentale: «Perché quando le regole vengono a mancare serve il Logos, la presenza della ragione che fonda nel sapere».

Insomma, credo proprio che Marco abbia ragione. 😦