Un’opportunità per appassionati di marketing digitale che se la cavino col francese

Mi scrive Alberto:

«Buongiorno Prof,

non ci conosciamo direttamente, sono uno studente di Pubblicità, Editoria e Creativià d’Impresa all’Università di Modena e Reggio Emilia. Collaboro anche con Ninja Marketing. La seguo da lontano, vengo quando posso alle sue conferenze a Bologna e leggo il suo blog.

Lei spesso pubblica opportunità di lavoro/collaborazione/concorsi per studenti: le scrivo proprio per presentarle un concorso creato insieme a Lesevangelistes.com, un’agenzia parigina di community management e social media marketing con cui collaboro.

Les Evangelistes

Il concorso si rivolge agli appassionati di web 2.0, comunicazione, tech e marketing di tutto il mondo, che abbiano una conoscenza media della lingua francese. Gli interessati non devono fare altro che proporre i loro post, tra i quali saranno selezionati i più interessanti da pubblicare sul blog dell’agenzia.

Partirà poi la fase di sharing, e gli autori degli articoli più virali saranno premiati con:

  1. un biglietto per ESCP Europe (26-27 marzo 2012), una delle più importanti conferenze di marketing digitale in Europa;
  2. un iPad;
  3. la possibilità di usufruire dei locali e delle attrezzature dell’agenzia per sviluppare idee di business in 100 ore di coworking.

È tutto scritto qui: http://www.lesevangelistes.com/2011/qui-sera-le-5e-evangeliste/.

Se volesse/riuscisse a dare un minimo di visibilità all’idea, magari sul blog e/o all’interno dell’università, le sarei grato: penso sia una bella opportunità per chi vuole mettersi in gioco. Avrà la firma dell’articolo, scriverà in lingua e cercherà di guadagnare premi interessanti.

Sottolineo che non viene premiata la conoscenza della lingua ma la capacità di essere creativi e virali, e che l’agenzia è una realtà molto onesta: ho fatto uno stage presso di loro, sono stato pagato, e alla fine mi hanno proposto di collaborare a distanza, offrendomi sempre un compenso mensile. Almeno dalla mia esperienza la Francia è altra cosa rispetto all’Italia.

La saluto cordialmente e le auguro buona giornata, Alberto Maestri»

In bocca al lupo e mi raccomando: il/la vincitore/vincitrice ci faccia sapere qualcosa!🙂

4 risposte a “Un’opportunità per appassionati di marketing digitale che se la cavino col francese

  1. OT
    scusa Giovanna l’OT ma urge una tua riflessione non in quanto donna che si occupadi tematiche femminili ma in qunto esperta di comunicazione.
    ero in piazza del Duomo a Milano lunedi’: energia ecc ecc cambiamento che si percepisce o almeno si auspica.
    Leggo poi qs articolo su Repubblica il giorno dopohttp://milano.repubblica.it/cronaca/2011/06/01/news/e_adesso_pisapia_pensa_alla_squadra_met_saranno_donne_la_adamo_vice-17008051/?ref=HRER1 : cosa c’ENTRA? COSA C’ENTRA IL TOTOGIUNTA, LA SPARTIZIONE TRA I PARTITI, LA LOTTIZZAZIONI DEGLI ASSESSORATI? cOSA C’ENTRA CON QUELLO CHE ABBIAMO FESTEGGIATO LUNEDI SERA? E il linguaggio? La sera a milano si parlava di cambiamento, relazione, energia, giovani, rinascita. Il giorno dopo di spartizione, quote, partiti. No, no, no. Due linguaggi opposti,io non ho votato questo. Non l’ho votato. Dami lumi se puoi. Ti abbraccio

  2. Lorella: aspettiamo le decisioni di Pisapia. Può essere il pressing della … press, un gioco dei media e della stampa locale, che devono assolutamente fare notizia in attesa delle decisioni sulla composizione della Giunta.

    È accaduto anche a Bologna, dove, in attesa delle decisioni di Merola, la stampa ha giocato sul fatto che ci fossero forti opposizioni sull’assessorato al Welfare per Amelia Frascaroli, appoggiata dal SEL, che ha portato al sindaco oltre il 10% di voti. I contrasti ci sono stati, ovvio, non è che la stampa mentisse. Tuttavia, passata una settimana, il welfare è andato alla Frascaroli, come promesso, e la giunta di Bologna non è affatto male: parità di genere, molti giovani attorno ai 30 anni, relativa indipendenza dai partiti, come promesso.

    Relativa, certo: la politica è mediazione.

    Dopo di che, giudicheremo la Giunta da quel che farà.

    Ma per Milano: aspettiamo a vedere che giunta metterà assieme Pisapia, prima di allarmarci. Se farà male, protesteremo.

  3. grazie Giovanna. quello che però mi sorprende negativamente, è l’incapacità dei quotidiani di esprimere il nuovo: al di là del pressing, il linguaggio è vecchissimo e non esprime per nulla ciò che abbiamo votato. Spartizioni, totgiunta, posti al pd ecc ecc. Non mi stupisco che pochissimi giovani abbiano anocra voglia di leggerli.

  4. Lorella: i media sono fatti così. Cambieranno quando toccheranno il fondo. Finché ci sono gli aiuti statali e sopravvivono, non cambiano…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...