La faccia scura di Berlusconi

Ho ricordato qualche giorno fa quanto sia utile, nella comunicazione politica, la capacità di stamparsi in faccia un sorriso quando serve: se non esce spontaneo, anche finto è meglio di niente.

È una regola elementare che conoscono anche i venditori di spazzole. Ricordi i sorrisi a trentadue denti di Berlusconi, buoni per tutte le occasioni? A volte esagerava, certo, ma con i sorrisi è meglio sbagliare per eccesso che per difetto.

Ebbene, più o meno da un anno quei sorrisi non ci sono più. Lo notavo anche il 6 ottobre scorso (vedi La faccia di Fini e Berlusconi).

Ma la faccia peggiore gliel’ho vista nella conferenza stampa che domenica ha tenuto all’ospedale Niguarda di Milano, dove si trovava per fare visita a Luca Barisonzi, l’alpino ferito in Afghanistan, quando ha commentato le parole di Bossi a Pontida.

Occhi sbarrati, sguardo fisso verso il basso: pareva un animale braccato.

Ora, poiché Berlusconi ha sempre dato prova di saper simulare, anche nelle situazioni più difficili, tutti i tipi di sorriso, l’assenza di questa espressione dal suo volto può essere presa come un indicatore attendibile della crisi profonda in cui versa: come politico, come comunicatore e anche, credo ormai, come uomo.

5 risposte a “La faccia scura di Berlusconi

  1. Già dai primi minuti ha la faccia cupa, lo sguardo in basso. Sembra tristissimo mi fa quasi pena, se non fosse che poi mi ricordo che è Berlusconi.

    A parte la mimica facciale, anche il discorso non è molto incoraggiante. Nel minuto 0:15 “[parlando di Bossi] …del fatto che la nostra alleanza non abbia alternative…” O.o

  2. D’accordo con Giovanna.
    Noto, in aggiunta, che l’eloquio di B. rimane però semplice e chiaro, grazie a una buona organizzazione sintattica e a un lessico medio. E l’intonazione della voce dà un’impressione di tranquilla sicurezza, certamente falsa, ma abbastanza ben simulata.

    Su questo altri leader avrebbero ancora qualcosa da imparare dal vecchio marpione. Bersani comunque ha detto, adesso non ricordo dove, che lui si è applicato, si è studiato e per questo è migliorato come comunicatore.
    Una risposta alle critiche di questo blog?😉

  3. quando dice “dicisioni” comunque mi fa saltare i nervi.

  4. è irriconoscibile rispetto a un paio di anni fa.
    son d’accordo con Giovanna e Santiago.
    non guarda mai in camera: sembra depresso e come uomo suscita compassione.

  5. Ben, concordo sulla buona sintassi e il lessico semplice di Berlusconi. Certo che ci sarebbe ancora da imparare dalle tecniche del marpione.

    Bersani si è applicato, lo so. E so anche che diversi militanti e dirigenti del Pd, a vari livelli e in svariati ruoli, seguono questo blog.

    A loro dico: non basta, ancora ce ne vuole, ragazzi! Masiampazzi?🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...