Se Matteo Renzi va in copertina su Max… col biberon

Oggi vorrei proporre un sondaggio (metaforico, eh) ai lettori di Dis.amb.iguando (quelli che non sono in vacanza, che ancora molti sono via, beati loro).

Nel numero di gennaio la rivista Max ha nominato Matteo Renzi «The Man of the Year» e lo ha schiaffato in copertina così (clic per ingrandire):

Renzi su Max gennaio 2012

È indubbiamente una mossa «piaciona», come si dice: Renzi fa autoironia citando l’imitazione di Crozza, ma nello stesso tempo gigioneggia e fa il «moderno», «quello che coi media ci sa fare».

Ecco allora le mie domande:

  1. Ma non si era detto che sono passati i tempi della piacioneria di stampo berlusconiano, a favore di una comunicazione più «sobria»?
  2. La mossa favorisce o danneggia Renzi presso gli elettori del Pd?
  3. Gli attira le simpatie degli elettori incerti?
  4. O gli aliena elettori potenzialmente favorevoli che però, vedendo l’immagine, si infastidiscono e dicono «basta»?

So bene che le elezioni sono lontane e che fra un mese tutti avranno dimenticato la copertina di Max. Ma pensiamoci lo stesso, così, per esercizio mentale.

PS: questo articolo è apparso oggi, lievemento modificato, anche sul Fatto Quotidiano.

37 risposte a “Se Matteo Renzi va in copertina su Max… col biberon

  1. si, il tempo della piacioneria è ormai out.

  2. 1. Forse quei tempi non sono ancora passati per tutti. A sinistra io penso (spero) di sì. Forse non vedremo più Bersani con le maniche tirate su in posa da “duro”.
    2. Secondo me lo danneggia. Non so come sia visto dall’ala più centrista del partito, ma a sinistra risulta intollerabile e la foto con il biberon nn aiuta di certo.
    3. Mi stupirebbe molto che attirasse qualche incerto, quindi propendo decisamente per il punto 4.

  3. trovo che avrebbe fatto più colpo un bel primo piano del giovane: è di dubbio gusto quel biberon🙂

  4. Sarò vecchia, ma penso sia il momento della serietà. Questa immagine allontana da me Renzi.

  5. A me non piaceva prima e adesso ancora meno.

  6. Con o senza biberon. In primo piano o anche no. La domanda è: perché un politico di rilevanza nazionale si presta x una copertina su Max?

    La risposta più preoccupante è che il berlusconismo non finirà con Berlusconi, temo.

  7. Gli italiani se lo meritano Renzi, così come si sono meritati (e forse si meriteranno ancora, Berlusconi).

  8. 1. Forse la piacioneria à la Berlusconi è ormai indigesta, ma non sono sicuro che il concetto in sé sia ormai finito…
    2-3-4. Non appartenendo a nessuna delle tre categorie non posso dare una risposta precisa, però secondo me è una mossa che non piacerà più di tanto perché stona molto nel contesto di questi giorni.

    Anche perché, diciamolo, “uomo dell’anno” perché? E’ stato eletto nel 2009, non nel 2011. Il suo Big bang ha avuto un grande successo di partecipazione, è vero, ma non più dei V-day di Beppe Grillo, dell’incontro delle Fabbriche di Nichi del 2010, del “Se non ora quando” e via dicendo. Ha inaugurato il termine (orrido) “rottamare”, ma non è certo stato il primo a parlare di rinnovamento della classe politica. Le sue proposte politiche non hanno avuto un impatto sui comportamenti dei partiti o sull’agenda politica, anche prima che la crisi travolgesse il governo Berlusconi e tutte le posizioni intorno. Non mi risulta nemmeno che la sua attività come sindaco, al di là degli effetti positivi o negativi per Firenze, abbia portato a un effetto domino nel resto del paese. Quindi, perché dovrebbe essere l’uomo dell’anno?
    Ancora ancora, si potrebbe capirlo se per “uomo dell’anno” non intendiamo “l’uomo che ha avuto più impatto” (come Napolitano nella gestione della crisi), bensì “l’uomo che riassume meglio la natura del 2011”, e visto che il 2011 è stato anno di grandi cambiamenti, un politico che si propone come cambiamento ci può stare. Ma, al di là del fatto che è una interpretazione proprio tirata per i capelli, c’è da dire che per la maggioranza ormai il 2011 è soprattutto l’anno della crisi, quindi identificarsi con esso non è proprio il massimo…

  9. @Iabicus Aspetta….Renzi è un politico di rilevanza nazionale?!?!?!??!
    Comunque sia no, il berlusconismo non finirà con Berlusconi…a meno che non abbia investito a vuoto in 30anni di lavaggio del cervello

    A parte tutto, temo fortissimamente temo che gli avvicini parte dell’elettorato a cui toglierei il diritto di voto!

  10. 1-la piacioneria non passa mai di moda, come il tubino nero, al massimo si può fare sopra o sotto il ginocchio. Diciamo che lui fa il tubino nero a mezzoginocchio.
    2 – Renzi ha una aspirazione di trovare un elettorato trasversale, il mare magnum di chi non sa decidere se il tubino va meglio sopra o sotto il ginocchio e crede di fare scelte fighisssssime a farlo a metà ginocchio
    3 – Sicuramente gli attira le simpatie, ma se siamo a dover scegliere un capo del governo per quanto è simpatico , allora diamo ragione a Berlusconi che sperava sempre di accattare elettori con le barzellette sul lato B delle mele.
    4 – Purtroppo i potenzialmente favorevoli a Renzi sono rassicurati da queste scelte comunicative. Ma in fondo quando serve l’ex-ragazzo sa che deve comunicare dal tronetto di Clemente VII coi disegni dei figli dietro la schiena e la fede bene in vista.
    In fondo stiamo parlando di Max, la rivista che 11 mesi l’anno propone i 10comandamenti di come far “impazzirei lei a letto” in alternanza con “i cinque movimenti per avere la tartaruga senza sudare” e un paio di calendari “Tette e culi felici e bagnati” quindi non mi pare un gran complimento essere l’uomo dell’anno di Max. Ma contento lui…

  11. Max non lo legge l’elettore del pd medio e nemmeno l’incerto di sn. Pertanto è una mossa giusta nei confronti dei fichetti che leggono max e che in assenza del Banana possono sentirsi attratti da questo tipetto..ammiccante autorironico pragmatico…una mossa ottima dal punto di vista del mktg puro. Resta da capire quanti nei sono stati cancellati nel fotoritocco di prestampa (un pò come a vespa sulle sue cover) :)) ciao

  12. A me non piace ne con ne senza il biberon. Non lo tollero punto. E quindi non sono obbiettiva.
    Credo che in tempi cupi come questi però, crisi, tagli, disoccupazione, licenziamenti ecc. uno che vede quella copertina con Renzi e il suo sorriso da commedia all’italiana, lo scaraventa giù dalla finestra.
    Ma probabilmente nemmeno comprerebbe Max🙂

  13. Secondo il mio parere
    1 – Non è lo stesso tipo di “piacioneria”. Il berlusconismo (che non è affatto finito perché è uno dei tratti distintivi degli italiani, ovvero pre esiste a Berlusconi) tende, semplificando molto, di più ad attrarre e rappresentare la “cafonaggine” piuttosto che questo tipo di ammiccamento il quale, per quanto patetico possa essere e apparire, rivela comunque sullo sfondo una matrice culturale più progressista.
    2 – Lo favorisce presso alcuni ambienti Pd e lo svaluta sempre più presso altri (sempre Pd).
    3 – Per di più gli attira le simpatie degli elettori incerti.
    4 – Quindi esiste anche questo meccanismo, al punto 4, ma è in generale minoritario.

    Qui Renzi non fa altro che autoironia sulla macchietta che gli è già stata disegnata addosso. Doveva farlo prima o poi, altrimenti sarebbe rimasto scoperto dal lato “ok ho capito, accetto tutto NON perché DEVO farlo (quindi in realtà subisco la cosa) ma perché ti dimostro che quel bambino lo sono davvero”.

    Infatti arriva a casa, si chiude nella sua cameretta e piange🙂

  14. C’è qualcosa nella foto, nell’espressione, nel vestito, nel modo stesso di tenere il biberon, oltre che l’ultima cornice della stessa rivista, che ammicca all’elettore di destra non a quello di sinistra. Quello della foto, con quella faccia, è uno youppie che maneggia un biberon, un uomo di affari e disincanto, uno che dice embè? se fa vendere… Piace alla gente che piace. Tutto di quella foto parla a destra. Non c’è niente di sinistra: non c’è il desiderio carismatico di dire cose giuste, di fare il capo dei deboli, di parlare con gli operai, di ridiscutere le questioni di genere, di stare tra pari, niente. mettici Casini al posto suo o un qualsiasi buon liberale e vedrai come te funziona. Sai cosa mi ricorda? Il mensile Style, raccapricciante inserto del corsera destinato ai maschi ricchi e di destra.

  15. Sì Enrico, che ci piaccia o meno, Renzi è da considerare un politico di rilevanza nazionale. secondo me.

    Il mio punto era un altro, però. Non tanto sull’uomo da copertina, e quindi sul contenuto, ma sul contenitore. Insomma, Max non è esattamente un media di sinistra e lascio a più esperti di me le analisi di target. La questione sul berlusconismo o meno è che stiamo parlando dello stesso Max con i calendari per camionisti. Un oggetto di controcultura, nel senso letterale del termine. E io avevo un’altra idea della sinistra. Tutto qui.

  16. 1. la piacioneria non è un valore assoluto. diventa insopportabile quando è accostata ad una bassa “moralita’” percepita. è il caso di Berlusconi, non è il caso di Renzi
    2. la mossa non danneggia , nè favorisce. va letta nella cornice di Max. l’elettore PD sa che su Max si va così, o non si va, un po’ come a Porta a Porta. Dalema ci sta bene a porta a porta. Renzi sta bene su Max
    3. le simpatie di qualche e-lettore di Max , incerto, potrebbero andare a Renzi, ma anche rafforzare l’avversione di qualche altro, è una operazione a somma zero
    4. l’immagine su max non è problematica perchè è su max appunto, va contestualizzata, e le persone tendenzialmente lo fanno. sicuramente dice qualcosa di controverso su Renzi: gli piace apparire. ma questo già si sapeva.
    5. buon 2012 a tutti. ne vedremo delle belle

  17. Risposte:
    1- Siamo in Italia, un paese ormai buffonesco, grazie a 30 anni di berlusconismo e striscianotizismo televisivo.
    2- Gli elettori del PD si sono già ampiamente divisi su Renzi da tempo in entusiasti e schifati. Secondo me questa cover non sposta nulla.
    3- Certo che può attirare le simpatie degli indecisi, vedi risposta 1.
    4- Penso che non alieni nulla che non sia stato già alienato, vedi risposta 2.

  18. Max non è esattamente “quel tipo di rivista” che dice Giagina – quelle di solito in copertina mettono il tartarugato.
    Max è rivista assurta al successo – non a caso – negli anni ’80 (anche se a fine), e il suo marchio distintivo è stato soprattutto l’identificazione copertina-personaggio (anche quando, in piena lotta sul corpo delle donne, la copertina è stata un sedere femminile).
    Una non sottile differenza che spiega meglio la comparsata.

  19. 1. Al di là del fatto che non credo che la piacioneria di stampo berlusconiano sia finita, trovo (forse con preconcetto), questa comunicazione molto lontana da essa. Quest’immagine è ironica, fa riferimento ad un problema, quello dell’impossibilità dei “giovani” (ammesso che Renzi si possa definire tale) di scalare la piramide sociale a causa di “vecchi” ancorati alle proprie poltrone, e fa riflettere a proposito. Renzi diventa un simbolo di una battaglia e poco più di un pretesto per attirare l’attenzione su una questione più grande. La piacioneria di Berlusconi è invece più autoreferenziale e scandalistica, del tipo “parlino bene o parlino male, purché parlino”. Ed ecco allora che si hanno le foto con le corna o le battute sui didietro dei capi di stato. Ripeto, vado a sensazione, ma mi sembra sfrutti un meccanismo molto diverso.
    2. Non essendo elettore del Pd, non lo posso dire con certezza, ma direi che lo danneggia presso molti di essi, che si sono convinti – a causa di anni di orrenda opposizione – che LA soluzione dei problemi italiani fosse scalzare Berlusconi. La comunicazione è analoga a quella del cavaliere e temo che, per una persona abituata a vedere lo spettro di Berlusconi ovunque, l’analogia prevalga sul significato e dia comunque una sensazione negativa.
    3. Penso possa attirare una fetta di elettorato che desidera una sinistra (centro o meno) con un volto nuovo e (finalmente) la capacità di comunicare con le parole dei comuni cittadini. Il populismo è di certo qualcosa di negativo, ma a dirla tutta temo che a Sinistra un po’ non guasterebbe. (4.) Penso perciò che attiri coloro che, condividendo già quelli che sono i valori del Pd, credano che una comunicazione più incisiva e, perché no, un po’ populista possa essere la chiave per il successo elettorale (premessa senza la quale governare non è possibile).

  20. 1. Quello è Max, mica il parlamento…la piacioneria politica è finita nelle occasioni ufficiali (forse), ma quello è Max…
    2. Quello è Max, nella testa dei redattori e di Renzi (e anche nella mia, per quel che conta) non lo leggono elettori del PD…chissà poi la verità…(esiste UN elettore medio del PD? O si dovrebbe parlare di più profili possibili?)
    3. Quello è l’obiettivo, Max è un giornale apolitico che ha più possibilità di raggiungere l’elettorato incerto (tendenzialmente astensionista) di giornali d’attualità…che ce la faccia non lo so, non sono un elettore incerto che legge Max…
    4. Gli elettori potenzialmente favorevoli sono già abituati alle “renzate” comunicative…quelli sfavorevoli, bhe forse non sono troppo allontanati, in fondo si rifà, ironicamente, all’imitazione di Crozza…

  21. cosa non si farebbe per finire sulla copertina di Max. La scelta di Renzi non mi meraviglia, è un politico che ama apparire come una primadonna.

  22. L’autoironia ha sempre avuto un certo appeal, soprattutto nel caso dei politici, ma mi sembra inflazionata, come se ormai fosse diventata un obbligo per il politico che vuole sembrare simpatico. Quello che manca alla sinistra è l’autocritica: il PD infila una cavolata dietro l’altra senza però mai fermarsi a dire “è vero, abbiamo fatto una cavolata”. Renzi in questa copertina non mi fa né caldo né freddo, mi fa solo chiedere cos’abbiano fatto gli elettori di sinistra per meritarsi ciò e se mai ci sarà fine a questo continuo sfornare di mezzi leader completamente inutili

  23. @unaltradonna , Hai ragione sul tipo di copertina, in effetti a Firenze ti direbbero che anche questa volta, ci hanno messo una faccia a qlo… il nostro Sindaco è sempre meno amato …😉

  24. Confidando nella accresciuta maturità degli italiani, spero proprio che il pupo fiorentino, detto anche il rottamatore che visita Arcore, sparisca dalla vita politica del Paese: non può dare alcun contributo serio
    Andrea Marri

  25. 1) si vede che per qualcuno non sono passati, oppure si vede che il target elettorale renzico sono i lettori di Max, per i quali i tempi persistono. E con questo passo al punto 2) e qui posso soltanto citare Lara: che cosa abbiamo fatto per meritarci questo? “Ma che colpa abbiamo noi”? Per la 3) penso che dipenda dall’elettore: l’incerto che si scompiscerà dalle risate e quello che avrà un moto di disperazione cosmica. Però, non so, se l’epigono del berlusconismo è Renzi su Max, forse il fenomeno storico è in fase calante: aiutiamone il tramonto.

  26. Renzi continua così a parlare (e a trovare riscontri) presso un elettorato che non è quello già fidelizzato del PD, suscitando probabilmente qualche fastidio nella base “classica” della sinistra e fra le persone più attente alla politica e che guardano per il sottile anche allo stile. Anche a me la copertina di Max non entusiasma.
    Ma se si vogliono vincere le elezioni serve anche parlare a chi in passato aveva votato Berlusconi senza consegnare questi elettori a priori ad Alfano, Formigoni o chi per loro. Se Renzi porta questi elettori a votare PD, non vedo perchè rammaricarsene.
    Penso che però la questione di fondo non sia legata tanto allo stile quanto alla linea politica. Infatti, il dubbio sottinteso da molti che Renzi sia una specie di infiltrato di destra (che a me non pare nè giusto nè legittimo) va sciolto. Su questo un po’ di chiarezza in più sulla linea politica del PD non guasterebbe. Ichino o Fassina? Solo per fare un esempio…

  27. @Giuseppe, cioè va sciolto chiarendo che il Pd tutto sta a destra?

  28. Non so rispondere alle domande di Giovanna, non so dire se e in che modo quella copertina possa influenzare gli elettori. Spero che le scelte elettorali si basino su altre fonti, su altri criteri. Posso dire però l’effetto che la copertina suscita in me: la sensazione che si voglia ancora calcare la mano sulla contrapposizione giovane-vecchio. Fermo e legittimo il bisogno di rinnovare la classe politica, credo però che sia molto pericoloso porre la questione in questi termini. I pregiudizi (positivi o negativi) legati all’età esistono e sono tangibili, ma andrebbero superati non rafforzati.

  29. Anche le scelta del biberon, io ci rifletterei. La tettarella è estremamente realistica, anzi è fatta apposta per imitare una tetta vera, e cenrto non è uno dei modelli più diffusi in Italia.

  30. Secondo me attira lettori e poi ragionando sul lungo periodo quanti elettori ancora affezionati allo stampo classico democristiano potranno (r)esistere ancora?

    Un saluto da Lordbad

    Vongole & Merluzzi

  31. Renzi vede lungo ma ahime’ e’ un politico berlusconiano fino al midollo.

  32. Pingback: La moda di eleggere gli uomini (politici) dell’anno: Max incorona Matteo Renzi « Stampacadabra

  33. @unaltradonna, spiegami per piacere cosa e chi c’è di destra nel Pd oggi, io non ne vedo. Percepisco però parecchia confusione, a volte anche mentale, ed un esempio (fra tanti) è in chi vuole a tutti i costi cacciare Renzi per poi correre a pietire un’alleanza con Casini…

  34. Se le proposte di Ichino sono di sinistra allora bisogna intendersi sui fondamentali. Ma qui si rischia il deragliamento. il post non era sul Pd, mi scuso per aver deviato i commenti.

  35. copincollo la risposta di un amico che lo conosce e che ha anche partecipato al big bang: “E’ facile fare ironia. ed e’ quello che apprezzo in Matteo, la sua maniera spavalda ed a volte nazionalpopolare di prendersi in giro ed in questo mediare un modo di fare politica che e’ anche ironia, piacioneria e sarcasmo. Il ‘Corpo di Renzi’ ispira fiducia. E se un politico fa ridere ma pensare, I am with him.”.
    per conoscere chi ha detto questo, http://www.youtube.com/watch?v=RHIooi7w-L0
    ciao🙂

  36. Non mi esprimerò al riguardo sul fatto che la foto in copertina danneggi o aiuti Renzi. Volevo fare una piccola (anzi piccolissima) considerazione sulla sua strategia politica. Ho detto piccola perché seguo le sue iniziative sporadicamente.

    1)”Big-Bang”, l’evento organizzato dal Pd lo scorso 28-29-30 ottobre 2011 ha riscosso una ottima partecipazione cittadina, per non parlare del risalto mediatico che Renzi è riuscito ad ottenere con l’iniziativa.
    http://www.avisoaperto.it/?p=9523

    2)In seguito, il 30 ottobre dello stesso mese (sarà per organizzazione del suo team, sarà per altri fattori) Renzi è spuntato anche a che tempo che fa di Fabio Fazio (allego sotto il video). Tono scherzoso, autoironia e serietà nel dire le cose, anche se, una piccola critica, ha cercato troppo di sviare le domande del conduttore assumendo un po’ i toni del politichese, che di questi tempi non sono molto graditi.

    3)Lo vediamo in copertina di Max con un biberon in mano. Senza stare ad analizzare l’immagine, premetto che non so dire quale sia l’effetto di senso veicolato e non so neanche se questa sia in sincronia con la campagna che sta seguendo.

    Conclusione: dette queste cose, penso che Renzi stia utilizzando una pluralità di Media in modo abbastanza cosciente. L’immagine che veicola è di uomo nuovo, nella politica, ma diverso dai suoi simili (Bersani). Tanto per essere accademici, a mio avviso questa è un tipo di campagna post moderna. Un tipo di campagna che la sinistra, a confronto con la destra, ha utilizzato negli ultimi anni, anche con esiti positivi (vedi regionali del 2002). Un tipo di campagna che mira ad essere più vicina ai cittadini stessi.

    P.S. Spero che qualcuno commenti.

  37. Pingback: Renzi, dal biberon al gelato. Le sue provocazioni funzionano? - Il Fatto Quotidiano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...