Concorso «Prendi a cuore la sicurezza»

Il CPTOIIPLE promuove il concorso «Prendi a cuore la sicurezza» per la produzione di uno spot o un filmato sulla sicurezza sul lavoro, in particolare nell’edilizia, rivolto a giovani sotto i 30 anni (che non abbiano compiuto i 30 anni al momento della scadenza del bando). Il concorso è aperto anche agli istituti scolastici di ogni ordine e grado (non solo all’istituzione scolastica, ma anche ai singoli giovani o gruppi di giovani).

I premi sono:

  • 1° premio: 700 euro
  • 2° premio: 500 euro
  • 3° premio: 300 euro

I materiali dovranno essere consegnati a mano o inviati per raccomandata (fa fede il timbro postale) entro il 30 marzo 2012 a: CPTOIIPLE, Concorso «Prendi a cuore la sicurezza», Via del Gomito 7, 40127 Bologna.

Possono partecipare al concorso persone sia fisiche sia giuridiche (scuole, associazioni ecc.). Per partecipare è necessario inviare l’apposita documentazione – reperibile sul sito www.cpto.it o presso la segreteria di IIPLE negli orari di apertura al pubblico – debitamente compilata e firmata.

La durata dei video presentati deve essere di 30 secondi per quanto riguarda gli spot e non superiore a 1 minuto e 30 secondi per gli altri filmati. I video devono essere consegnati o spediti in formato DVD di alta qualità o Mini DV. La partecipazione al premio è gratuita.

La giuria che valuterà le opere e assegnerà i premi sarà composta, oltre che dai membri del CPTO, da esperti di comunicazione e di edilizia, dalla Presidenza di IIPLE e da un altro membro indicato dagli enti partner del concorso.

I premi saranno conferiti secondo la graduatoria di merito formulata dalla giuria e verranno assegnati durante il convegno annuale CPTOIIPLE, che si terrà il 27 Aprile 2012 dalle 9.00 alle 13.00 presso l’Aula Magna di IIPLE in via del Gomito 7 a Bologna.

I migliori spot pervenuti saranno messi in onda nelle puntate della serie 2012-2013 di Edilizia Sicura. Le opere potranno inoltre essere diffuse in occasione di iniziative promosse dal CPTO (mostre, seminari, convegni e sul sito www.cpto.it).

Per ulteriori informazioni: tel. 051-327605, www.cpto.it, cpto chiocciola edili.com.

4 risposte a “Concorso «Prendi a cuore la sicurezza»

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. 700 euro non sono un premio. Sono un argent de poche. Sarebbe più onesto chiamarlo rimborso spese (parziale che più parziale non si può). Con questa cifra ti paghi al massimo il noleggio di una telecamera o di una workstation Final Cut. Tutto il resto (troupe, eventuali attori, permessi e trasporti, catering, noleggio location, editor, speakeraggio, diritti musicali, sala, mix) sono a carico dei volonterosi che sperano di essere scoperti da Sandro Bondi o dal pronipote dei fratelli Lumière. La creatività, la regia, centinaia di ore lavorative, tutto gratis. Questo bando è l’ennesima prova che i committenti (di solito solo ignoranti, ma qualche volta anche in perfetta malafede), ci marciano sfacciatamente sull’ingenuità della meglio sfruttata gioventù. Sento già chi mi dice “…ma c’è gente che questa cifra se la guadagna in un mese intero!” E io, di rimando: “Se è per quello ci sono anche i call center italiani a Bucarest”.

  3. Luca (addetto stampa Cpto)

    Till Neuburg, parli come se partecipare al concorso (a questo concorso!) fosse un modo di fare carriera nel mondo dello spettacolo… Per quanto mi riguarda, è evidente che con 700 euro di premio massimo il Cpto sa di non poter coinvolgere troupe professionali. Tuttavia ti consiglio di dare un’occhiata al canale youtube di Edilizia Sicura, in cui trovi i vincitori delle scorse edizioni. Ti accorgeresti che ci sono prodotti chiaramente low budget di qualità sorprendente.
    Piuttosto che avere video di qualità eccelsa (da diffondere in non si sa quale network e con quali soldi), il Cpto vuole coinvolgere giovani e scuole sul tema della sicurezza sul lavoro, puntando sul loro senso civico, non sull’ingenuità. E non credo che impiegare centinaia di ore di lavoro sia l’unico modo per fare un video di buona qualità.

  4. Qualche domanda all’addetto stampa CPTO:

    1) Chi parla di “carriera”? Io mi riferisco solo a una gara d’ingegno, a un sedicente concorso creativo e produttivo.
    2) Chi parla di “mondo dello spettacolo”? Si vede che lei confonde i musical, le veline e i festival canori, con la pubblicità.
    3) Chi ha detto di “puntare sull’ingenuità” dei giovani? Il “senso civico” di chi partecipa al concorso, non c’entra nulla con il tempo, i mezzi tecnici, i costi, per realizzare un video appena dignitoso.

    Le sue, mi sembrano tre interpretazioni piuttosto leggere.

    Ciò che spiazza nell’iniziativa, è l’ennesimo sfruttamento di talenti giovani, del loro desiderio di “entrare” in un giro più grande di loro. Siccome da anni sono docente e guest lecturer per audiovisivi e creatività, conosco ahimé piuttosto bene anche il successivo problema degli stage e del lavoro sottopagato.

    Ho fatto per anni il creative director, il copywriter, il produttore e regista di spot, sono stato giurato in piccoli eventi locali, ma anche al Festival pubblicitario di Cannes. So benissimo che non sempre chi organizza un contest, dispone di grandi mezzi, ma “mettere in palio” 700 euro per un Primo Premio, praticamente assume i contorni economici da call center balcanico.

    Sarebbe come se io le proponessi un incarico da Ufficio Stampa con un forfait annuale con il quale lei copre nemmeno le spese del cellulare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...