Madonna e l’invecchiamento fisico

Ho sempre osservato con interesse il trasformismo fisico-stilistico di Madonna Louise Veronica Ciccone, perché vi ho sempre trovato una sintesi dei principali modelli che, di volta in volta, la musica pop mondiale propone ai nostri corpi.

Da qualche anno, poi, osservare le mutazioni di Madonna è interessante anche per capire quale sarà il modello di invecchiamento fisico che proporrà alle donne. Fin qui si è limitata a negare l’età che avanza: compie 54 anni in agosto, ma va in scena come ne avesse 25. Quanto potrà durare la negazione? Che farà a sessant’anni? E a settanta? Si eclisserà, come ha fatto la nostra Mina? O farà di sé una maschera, come Moira Orfei?

Poi è arrivato il video di «Girl Gone Wild». Sul momento ho pensato: «Niente di nuovo sotto il sole: Madonna torna all’estetica sado-maso degli anni Novanta». Poi però mi è venuta in mente una possibile soluzione: Madonna è già oggi un’icona gay, se consolidasse e rinforzasse questo ruolo, rendendolo ancora più esplicito, forte e insistito, circondandosi sempre e soltanto di gay, travestiti e transgender vari, potrebbe permettersi di diventare maschera di se stessa senza cadere nel ridicolo. Potrebbe sbizzarrirsi nel travestitismo più ardito – parrucche, cerone, giochi di ruolo – senza ricevere le accuse, che già oggi riceve, di essere una vegliarda che fa la ragazzina.

Immaginiamola a settantacinque anni, truccatissima da sciantosa d’inizio Novecento. Sarebbe come se dicesse: «Sono vecchia e mi dipingo, lo so, ma non temete: non lo faccio per sedurre i maschi etero, visto che mi circondo di gay. Lo faccio perché mi diverto, sono libera e faccio del mio corpo quel che mi pare, proprio come quelli che giocano sui confini sessuali nel modo più consapevole e autodeterminato».

Madonna potrebbe insomma scommettere, nei prossimi anni, su una combinazione tutta sua di Trans-GenderTrans-Age. Chissà se è questa la strada che ha in mente o se la faccio più furba di quel che è:

30 risposte a “Madonna e l’invecchiamento fisico

  1. credo che la tua analisi sia giusta e che lei farà così fino ai 90 anni… pur essendo lontana anni luce dalle donne che ammiro di solito, per essere sincera Patti Smith o Margherita Hack per dirne solo un paio, Madonna mi ha sempre colpito fin dagli anni 80 per una sua bizzarra forma di consapevolezza e disciplina… Buon lavoro Giovanna

  2. Per non parlare del continuo paragona con Lady Gaga da parte dei suoi fans più accaniti. L’ultimo disco di Madonna è stato un Flop, come rilevano le notizie relative alla vendite. A mio avviso Madonna farebbe meglio ad uscire di scena invece di continuare a fare l’eterna 20enne, almeno la possiamo ricordare per tutti i suoi successi e non per le figuracce che sta facendo ultimamente (vedi super bowl).

  3. Ma in che senso “negazione dell’invecchiamento”?
    Io la trovo molto consapevole di se’ e pure giocosa. Che cosa dovrebbe fare? Mattersi un vestitone a fiori e camminare gobba perche’ “oramai ha 50 anni”?
    Ma se ha deciso di fare yoga, danza e chissa’ cos’altro per sentirsi, bene, in forma, guadagnare etc. etc., perche’ non puo’ agire di conseguenza senza essere bollata negazionista?
    Se si dovesse vestire come i suoi critici implicano negherebbe la sua eta’ e se stessa, non ti pare?
    Inoltre Madonna non ha mai fatto segreto di amare gli uomini. E pure di amare i suoi figli. Le donne pure!
    Gay o non gay. Quella e’ una cosa che colpisce te. Io quando ho visto il video ho pensato: che bellissimi maschi e che ballerini della madonna!!
    Ciccone ha avuto due mariti e innumerevoli boys, che si porta dichiaratamente a letto.
    Ora fa un video con ballerini e modelli “gay”.
    Ma che significa? Il video e’ sexy, come molto di quel che fa, gay o no.
    In quello subito prima erano giocatori di football americano (gay? non gay?). Parli dei “gay” come fossero chissa’ che fenomeni…
    Secondo te i “gay” giocano tutti? Son tutti consapevoli?
    Madonna non dice “non temete” come tu le suggerisci di fare – se fosse “furba”.
    Dice: eccomi! Sono così. Girl, donna e MAMMA CINQUANTENNE. Non si sta travestendo, lo è!!
    Chi teme, teme comunque. Chi teme aveva paura pure delle calze di pizzo bucate dell’85 e del body con le tette a punta nell’ ’87.
    Qualsiasi 40enne che si metta una gonna cortina o si lasci i capelli lunghi e sciolti puo’ essere accusata di “fare la ragazzina”.
    La bruttura e’ negli occhi di chi guarda (e teme).
    Non c’e’ furbizia a nascondersi dietro a un escamotage (tuo! non suo!) per non preoccupare chi teme.
    Magari lei ha solo pensato “nel video voglio essere una femmina adorata da un mucchio di uomini. Se i corpi sono nudi e a contatto e pure belli e hot, meglio!!”.
    E tu giu’ a dire “niente di nuovo”.
    Ma perchè lo streotipo della femmina che va in giro coi travestiti (immagine tua) è nuovo???
    Rivisita le tue categorie, mi sembra che fai un disservice alle donne in questo post.

  4. Potrebbe anche andare così, inoltre farebbe ricadere in senso positivo il credito che le è riconosciuto a livello mondiale non solo come icona gay, del trasformismo etc. ma anche come eccezionale professionista dello spettacolo qual è. Credo, in questo senso, che Madonna sia una di quelle icone pop che hanno sempre attirato intorno a sé almeno due generi di pubblico diversi (uno più “tradizionalista” che le riconosce professionalità, qualità artistica etc. e uno più “trasgressivo”) e un’operazione come quella che descrive andrebbe certamente nella direzione dell’avvicinamento fra questi mondi.
    C’è un problema però, se Madonna fino ad ora non ha mai iniziato a spingere più di tanto, dal punto di vista dell’immagine, sul riferimento Trans-Gender è anche perché quel posto a un certo punto è stato repentinamente occupato dalla “rivale” Lady Gaga e a quel punto per Madonna non c’è stato più spazio per rischiare di essere interpretata come “quella che segue”. Nel pubblico non c’è la finezza per comprendere il fatto che nel suo caso si verificherebbe l’originale combinazione di Trans-Gender e Trans-Age.
    O viene seguita, o non è Madonna.

  5. Beh, Cher fa già così da un sacco di tempo.

  6. Vorrei precisare che stimo moltissimo anche Lady Gaga, da tutti i punti di vista. E credo che siano due generi diversi, come musica e come forma di spettacolo. Non è colpa mia se son state messe a confronto.

  7. Trovo difficile commentare un post su Madonna e le sue strategie di invecchiamento, però ritengo di poter dire comunque qualcosa facendo parte di quella generazione che ha visto coincidere la propria istruzione elementare con l’esordio della cantante e che quindi ha volente o nolente attraversato tutte le sue fasi, se non artistiche almeno lunari.
    Perdonatemi un dettaglio biografico. Entrando nel personale confesso di essere un drogato della musica. C’è chi si prende un cane, un gatto o una moglie (o un marito): io convivo con la musica. Perciò, detto con tutta la modestia possibile, questo è il mio campo di riferimento, e ne so a pacchi. Non conosco barriere di genere e al postutto la penso un po’ come Duke Ellington: esiste la musica bella e la musica brutta. Punto.
    Cosa c’entra questo preambolo con Madonna? La curiosità è che delle centinaia di cantanti e musicisti che amo Madonna ha una particolarità unica: è la sola voce che non riesca a riconoscere quando la sento, che passa inosservata nel modo più totale, sempre sovrastata dal sound dei suoi sintetizzatori e arrangiamenti tale è la sua spersonalizzazione. Non vorrei che chi legge pensasse che ciò corrisponda a dire che la voce di Madonna è mediocre e banale: questo è ovvio a chiunque e insistere è solo la pedanteria gaffeuse di chi voglia spiegare all’handicappato il suo handicap. Il punto è che in ogni album Madonna ha una voce diversa e perciò il risultato paradossale è l’irriconoscibilità. Proprio per questo ho sempre ammirato l’italo-americana come un esempio di eccellente professionista del marketing che in più – ma per molti è algebra negativa – faceva pure la cantante. Per questo ho sempre accettato la sua presenza come un dazio da pagare in quel biografico percorso di godimento, assolutamente personale, che può condurre liberamente ciascuno a passare dalla Pausini alla Ferrell, da Allevi a Jarrett o da Clayderman alla Argerich. È solo quando un giorno, immerso nella recensione della sua ultima fatica discografica sull’inserto Musica di Repubblica, ho visto liquidare la giovinetta Britney Spears con l’argomento che “non è certo la nuova Madonna e ce ne vuole prima che possa spodestarla dallo scranno di regina del pop” che ho capito che con il tempo che passa anche la merda si storicizza e quando diventa pietra di paragone per le cacatine successive è già archetipo preso sul serio e non più copia malfatta su cui allenare la propria ironia seriamente.
    Perciò se come cantante il trasformismo (vocalico) senza identità è stato la chiave del successo di Madonna anche da un punto di vista del packaging (corporeo: pack +ageing🙂 ) della sua immagine, come dice Giovanna, è lecito attendersi di tutto. Quell* come Madonna non si ritirano per sopraggiunti limiti (d’età o talento) altriementi non avrebbero coerentemente mai dovuto cominciare. Quelle come lei schiattano sul campo e se per i comuni mortali l’autopsia rivela le cause del decesso, per loro rappresenta una confessione vegetativa à la Dorian Gray che lascia sbalorditi i fan con la rivelazione della loro vera immagine non più drogata dai photoshop di una vita.

  8. Ugo, Madonna come te la tiri! Giovanna, ammazza che bacchettona! (epperfortuna ieri l’altro mi hai sgridato). I video andrebbero anche compresi, magari. Pigliamoci una vacanza tutti e tre. Il prossimo volo lo prendo, prometto…

  9. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

  10. luziferszorn, anche gli articoli di un blog andrebbero compresi, prima di sputare sentenze. Anche i commenti altrui andrebbero compresi. Ma ultimamente mi pare tu legga tutto a occhi chiusi. Ma con le dita pronte a digitare. Buone vacanze, ne hai bisogno.

  11. Beh, Ugo, questa cosa che esiste solo la musica bella o brutta è insidiosamente alla base di gran parte dell’ignoranza musicale in cui siamo immersi. Il vecchio Duke aveva certo in mente ottima musica quando proponenva il suo aforisma ma dubito che non sapesse esattamente quale differenza passa fra la serialità popolare del country & western e la richezza e la profondità di Stravinsky (che fra l’altro ha influenzato in parte la sua di musica…..).
    Ora, se scegliamo di baloccarci con la bidimensionalità di Madonna perchè ci manca il commento musicale mentre facciamo aerobica in palestra, allora almeno accettiamo la proposta di Giovanna di concentrarci sulle sue qualità iconografiche, ben più significative.
    Se invece siamo disposti a credere che la sua musica, che a noi pare “buona”, sia perciò oggetto di interesse come può esserlo “Transition” di John Coltrane, allora saremo anche disposti a pensare che tutto quello che la riguarda sia parte indissolubile della sua creazione, balletti, ghepierre e gay inclusi.
    Ciò che intendo è probabilmente che dovremmo sforzarci di separare il valore artistico della sua musica (per me alquanto scarso) dal significato culturale della sua messa in scena.

  12. Può darsi che sia io a non comprendere; ma se la cosa è reciproca forse la verità è che stiamo entrando in media sovraesposizione di notizie con sempre meno cura del dettaglio e sempre più voglia di scatenare la corsa alla notizia. Il che significa banalizzare ogni problematica che con quella notizia ha un qualche rimando.

  13. Verissimo che le immagini contino più della musica, e mi riferisco in questo caso a Madonna; ma anche Lady Gaga, per dire. Dunque è il video che comunica, la musica e il testo sono il contorno.

  14. @Sandro Vero
    Lei sta rispondendo a me o sta esprimendo una sua libera opinione? Perché nel secondo caso fa benissimo. Nel primo invece le ricordo che la frase di Ellington rispondeva proprio alla volontà di mettere in discussione quella divisione tra musica alta e popolare vissuta con la puzza sotto il naso e come strumento di snobistica divisione di classe. Ellington rubava da Stravinsky come Stravinsky rubava da Art Tatum.
    Al dunque, Ellington vuole dire anche a lei, che supponiamo saperne di musica un po’ meno di quanto ne sapesse lui, che c’è bellezza (e bruttezza) ovunque, indipendentemente dal genere. Il contrario di ciò che sembra aver inteso lei.
    Inoltre lei scrive un paio di modus ponens un po’ discutibili. Provi a togliere dal primo quel “se” e quell'”allora” che sono lì indebitamente. Rilegga la sua frase senza e vedrà che tutto funziona meglio se non proposto come nesso logico. “Ora, [se] scegliamo di baloccarci con la bidimensionalità di Madonna perchè ci manca il commento musicale mentre facciamo aerobica in palestra, […] almeno accettiamo la proposta di Giovanna di concentrarci sulle sue qualità iconografiche, ben più significative.” Poi lei continua: “Se invece siamo disposti a credere che la sua musica, che a noi pare “buona”, sia perciò oggetto di interesse come può esserlo “Transition” di John Coltrane, allora saremo anche disposti a pensare che tutto quello che la riguarda sia parte indissolubile della sua creazione, balletti, ghepierre e gay inclusi.”
    Qui il ragionamento appare invece irrecuperabile. Curioso che questa frase cozzi con il suo giusto invito finale a separare il valore artistico dal significato culturale (ma forse lei intendeva la portata sociologica attraverso l’analisi semiotica). “Transition” infatti è oggetto d’interesse in quanto musica laddove Madonna lo è in quanto costume. Ed è proprio separando bene gli ambiti che si possono analizzare i fenomeni sperando di cavare qualcosa di sensato: chi invece valuti Madonna per la musica e Coltrane per il costume rischia di essere vittima di un evidente problema di strabismo.

    @Luziferszorn
    Staremo anche tutti entrando in media sovraesposizione di notizie ma tu sei già entrato in una sovraesposizione di preterizioni in cui dici di non voler dire continuando a dire, di andare per restare ancor di più.🙂

  15. Se su un forum dici che stacchi per un po’ la conversazione prende una piega in riferimento a chi sta a staccà (è un classico del trollamento controllato). Guarda caso anch’io vivo di musica; diciamo però che mi concedo qualche libertà in più di quel che fai tu. Forse per questo colgo il neo-puritanesimo della Cosenza…🙂

  16. OT
    @Luziferszorn
    “Se su un forum dici che stacchi per un po’ la conversazione prende una piega in riferimento a chi sta a staccà (è un classico del trollamento controllato)”
    Ora che ti sei definito, non senza una punta di autocompiacimento, come troll e che hai dichiarato di volere il riflettore ne pagherai le conseguenze, che per quanto mi riguarda nel mio piccolissimo è il passaggio all’indifferenza.
    Se anche la Cosenza fosse una neo-puritana (che a parer mio è come dire che per via del nome Madonna è una neo-verginalista), quale sarebbe la tua brillante strategia che non sia il pedante ed esibizionsitico ricordarglielo? Pensi che questa tua tattica abbia una probabilità di riuscita oppure è da rubricare come una tua esigenza d’un sostituto del taccuino dell’analista?

  17. Madonna non si traveste, “veste”, con la dovuta enfasi, i panni della 50enne del nuovo millennio, il suo messaggio è chiaro: “se ti prendi cura del tuo corpo e del tuo entusiasmo il mezzo secolo è solo un fattore anagrafico”. E’ un positivo specchio dei tempi.

    Mi si perdoni un tuffo nello stagno dei coatti, l’etichetta “icona gay” è roba da pizzicagnolo

    TADS

  18. Ugo, se vogliamo distenderci sul lettino dell’analista, il post di Giovanna è immotivatamente aggressivo nei confronti di Madonna, oltre che paternalista e, appunto, manicheo nel giudizio sommario sulle immagini “gay”: conclude ipotizzando una possibile stupidità della signora Ciccone. Ne ho letti a pacchi di giudizi di questo genere sul pop/rock, per lo più venivano da gente con il doppio degli anni della nostra padrona di casa, tanto per chiudere col titolo.

  19. A Madonna si perdona tutto. Anche il fatto di essere anacronista.

  20. Scusatemi. Questo è un blog che dichiara di occuparsi del farsi e disfarsi della comunicazione. Il blog è uno strumento di dialogo per disquisire sul tema proposto dal blogger. Alcuni commentatori, sempre gli stessi, vanno decisamente oltre il tema facendo polemiche quasi personali, dimenticando che ci sono altri sconosciuti lettori i quali, riconoscendo a Giovanna Cosenza una qualche credibilità e autenticità in ciò che propone, decidono di dedicare qualche minuto ogni mattina a leggere e eventualmente commentare, restando al tema.
    Ciò che può essere piacevole e stimolante, finisce col divenire una noiosa seccatura. Certe polemiche personali, certi battibecchi, non aiutano la discussione, procurando un danno, forse involontario, al blog.
    Se, prima di scrivere, si riflettesse sul fatto che queste frasi sono lette da estranei e restano nelle memorie dei server per decenni, si potrebbe optare, per dire qualche sciocchezza fuori tema a titolo personale, ad una telefonata. Il telefono è uno strumento bidirezionale che consente la comunicazione immediata fra due persone, ma solo fra due. Vuoi mettere i vantaggi per chi non è costretto ad ascoltare? Oppure, l’idea di qualcuno di andarsene in vacanza, spesso ventilata in queste ultime settimane, potrebbe essere una valida alternativa? Un cordiale saluto… si scherza!

  21. Ultime settimane? Ultimi tempi (cit. Cosenza)? Ci deve essere una dilatazione spaziotemporale nella vostra percezione degli eventi: era lunedì, oggi è giovedì.

    Possiamo tornare al video (che ci ho preso gusto): secondo voi che ci fa Madonna incatenata come se fosse la Bestia Madre Alien?

  22. Mh interessante, direi che è un’ipotesi molto plausibile.

  23. Sono allibito per la superficialità dei commenti al post. Sarà che frequento ormai da anni questo blog aspettandomi una volontà di approfondimento e un impegno da parte dei commentatori che vada oltre i cinque secondi di gestazione dell’intervento.

    Mi sembra che il videoclip sia fervido di spunti utili a trattare in modo serio, attuale e pregnante le questioni del corpo, dell’età e delle relazioni che intercorrono tra i generi e gli orientamenti sessuali.

    Ripeto, basta partire dal videoclip.
    Nel video vedo vomitata un’omoeroticità volgare e sguaiata, antierotica nel suo essere completamente vincolata agli scenari stereotipici e più banali di mercificazione del corpo maschile.
    (Su questo fronte non vado oltre, si potrebbero riempire cento pagine)

    Ci sarebbe da porsi qualche domanda se si è arrivati (sembra in modo quasi inosservato a giudicare dalla generale assuefazione che trasuda dai commenti soporiferi) a legittimare un discorso finzionale – anche con la finalità di sospendere l’età – ricorrendo alla messa in scena sistematizzata di coiti omosessuali abortiti.

  24. Scusi, ilGarante, dato che Madonna finisce per piangere lacrime nere di sangue forse viene dipinta una realtà che gli autori non intendono proporre ma denunciare (decodifica elementare). Altrimenti, appunto, non si spiegherebbe l’ipertrofia delle immagine gay con ballerini su tacco 21, la madonna ragazza/danzatrice che sbatte pugni per uscire, le stesse figure “ballerine” che picchiano pugni in terra, la Regina Incatenata e via di questo passo. Poi nell’insieme siamo ad un livello medio basso di video/pop… Questo lo si sa da sempre. Lady Gaga è sicuramente più avanti, ma oltre ad avere più talento (musicale in particolare) ha trovato la strada già spianata dalla collega.

    Quanto al discorso sull’immagine della star, giovane, lisciata e scattante, è quanto di più pedande e manicheo Cosenza abbia mai espresso da quando frequento questo blog. A parte il fatto che conosco cinquantenni al massimo della loro forma (forse sono gli anticorpi degli anni sessanta) un’artista pop che del proprio corpo fa strumento di lavoro (cfr il caso Michael Jackson) non può essere sottoposto ad una critica così superficiale.

  25. Luzifersorn, insisto: davvero non hai capito un bel nulla del mio post. Non ho espresso alcun giudizio mio personale sul modo in cui Madonna va in scena oggi. Sei tu che proietti su di me cose che non c’entrano (e soprattutto: non sai). Ho solo detto che è stata criticata da molti cosiddetti benpensanti e cosiddette benpensanti per questo. Fatti un giro sulla stampa (di gossip e non solo) internazionale e te ne rendi conto da solo. Ancora niente vacanza? Mi sembri davvero provato.😀

  26. Andiamo insieme a Formentera?

  27. Madonna non ha fatto nessuna figuraccia al superbowl e la sua esibizione e’ stata considerata una delle migliori degli ultimi 20anni dalla maggior parte dei commentatori.

    In questo video mi sembra tutt’altro che una maschera anzi mi fa sorridere di approvazione che non si arrenda. Vero che il video e’ fortemente editato per far sparire difetti della pelle e usa sempre i guanti per nascondere le mani ma non fa nulla che non fanno tutti i giornali di moda con le loro ben piu’ giovani modelle o altri cantanti con il loro video. Io non sono atletica come lei ma spero di arrivare a 90 anni con lo stesso “lust for life” che ha lei. Dire che dovrebbe lasciare perche’ cosi’ la possiamo ricordarla nei suoi momenti migliori come dire perche’ non si spara un colpo cosi’ possiamo farne un mito.

    Le critiche che riceve di essere una vegliarda che vuole fare la 20enne sono il solito annoso problema che colpisce le donne che invecchiano. Bruce Springsteen di anni ne ha 63 e quest’anno fa un tour mondiale negli stadi. Guccini di anni ne ha 72 e ancora in giro a fare concerti e non dimentichiamoci della performance di Tina Turner ai grammy solo 4 anni fa quando di anni ne aveva 69

    o a 70 anni in tour

    con l’eta’ che si allunga a 53 anni uno puo’ avere tranquillamente altri 20 30 anni di vita attiva se uno ha la testa (la Hack di anni ne ha 90 ed e’ andata in bestia perche’ non le hanno rinnovato la patente).

    Questa signora di anni 86 guardate un po’ che fa

    fa anche le parallele

    Invece di sparare a zero su queste donne dovremmo ammirarle perche’ sono ancora capaci di divertirsi e perche’ si rifiutano di essere considerate un caso geriatrico. Siamo noi che dobbiamo cambiare non loro.

  28. Interessante.. Madonna la vedrei molto bene, tra qualche anno, a sperimentare sull’esistenza “cyborg”, chissà se c’ha già pensato!?🙂

  29. forse banale….ma uscire di scena all’apice del successo sarebbe consigliato, anche se, trattandosi di Madonna, la vedo dura…. Sono d’accordissimo con te.

  30. Andate in Bulgaria e potete vedere LILI IVANOVA 75 anni, canta, bala e piu che 25… ah ah ah!!! http://www.youtube.com/watch?v=WAMPjWdIGDY E CUI E L’ANNO 2009 A CONCERTO A FRANCIA / http://www.youtube.com/watch?v=1uqdkLbYz64&feature=related

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...