Il fondoschiena: una zona da baciare

Il mio invito a cercare pubblicità originali, e nel contempo rispettose di tutti gli esseri umani nella loro varietà, sta portando i primi risultati interessanti. Dopo quelli della scorsa settimana (vedi QUI e QUI), ora Luca e Gabriella, due studenti dell’Università di Trento, mi segnalano che Hakle – azienda che produce carta igienica e annessi per il mercato tedesco, svizzero e austriaco – dal 1994 fa circolare questa rappresentazione di coppia eterosessuale:

Gli spot mettono in scena un bel corpo maschile e ne denudano una parte, ma lo fanno nell’intimità di una coppia, in cui la donna è soggetto di desiderio attivo ma non trasforma il sedere del compagno in un feticcio gelidamente estetizzato.

Non solo: Hakle estende il tema della «zona da baciare» alle coppie omosessuali, con queste immagini, reperibili sul sito, nella sezione Aktuell -> Archiv -> Heute schon geküsst?, da dove le puoi scaricare in vari formati (clic per ingrandire):

Hakle, donna etero

Hakle, donna omosex

Hakle, uomo etero

Hakle, uomo omosex

Infine, sul canale YouTube di  Hakle trovi un intero corso di fitness a puntate, per «fare del tuo fondoschiena una zona da baciare». Questo è il primo esercizio:

Perciò Luca e Gabriella concludono (e io concordo con loro):

«Il corpo maschile (come quello femminile nei manifesti) risulta plastificato e omologato come nelle pubblicità da lei spesso analizzate sul blog, ma ci sembra che, nel caso della Hakle, questo corpo non sia puramente un oggetto sessuale, ma piuttosto protagonista di una più genuina affettività

5 risposte a “Il fondoschiena: una zona da baciare

  1. bè mi sembrano gesti d’affetto molto belli. Mi piacciono. Ottime pubblicità

  2. Un pò patinati ma comunque non c’è il solito fondoschiena femminile ma ci sono varie scena come anche quelle omosessuali.

  3. Personalmente, penso che prima o poi dovrebbe esserci una “Norimberga” per i pubblicitari, e i danni che hanno fatto per decenni alla nostra società. Però credo che dovremmo capire anche che il rapporto con il corpo è diverso in nord Europa. Certo, l’allusione sessuale in una pubblicità del genere è decisamente curiosa…

  4. gradevoli, anche se per me sono tutti fin troppo belli

  5. nn sono d’accordo, il fatto che siano “oggettivamente“ belli rimanda al senso di omologazione ed emulazione, inoltre nn avendo nessun tipo di espressività (nn è caratteristica richiesta ai belli) nn riescono ad enfatizzare il “gioco”. Diversa cosa sarebbe stata se i culi fossere stati pelosi o grassi. Visto che la carta igienica la devono utilizzare anche quelle tipologie di “culi”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...