Archivi del giorno: giovedì, 31 maggio 2012

Aziende corrette e stage positivi: l’Italia è anche questo

Mi scrive Chiara, per raccontarmi la sua esperienza di tirocinio curricolare: tutta positiva. Pubblico volentieri la mail – dopo aver chiesto e ottenuto la sua autorizzazione – perché l’Italia è fatta anche di questo: piccole e piccolissime imprese attive e corrette con gli/le stagisti/e, giovani intelligenti e costruttivi, esperienze di stage positive.

Giovani al lavoro

«Buongiorno prof, sono Chiara, studentessa al terzo anno di Scienze della Comunicazione. Le scrivo in merito al mio periodo di tirocinio curriculare, terminato i primi di maggio, di cui lei è stata mia tutor.

Volevo velocemente informarla e raccontarle la mia esperienza presso l’azienda XYZ, una casa di produzione che si occupa prevalentemente di pubblicità. Il responso è totalmente positivo: ho trovato un ambiente molto stimolante e in pochissimo tempo ho imparato più di quanto immaginassi.

In realtà non avevo aspettative precise (al di là delle classiche, ma non poi così scontate: vado, imparo, conosco nuovi ambienti e torno a casa con un’esperienza in più alle spalle), visto che, ora più che mai, mi rendo conto che non avevo veramente la minima idea di cosa significasse lavorare dietro le quinte di una qualsiasi produzione.

Non parlo solo dell’iter che bisogna seguire per realizzare, ad esempio, uno spot pubblicitario – che comunque non è MAI uguale ed è molto lungo e articolato – ma di tutto quello che sta attorno a questo processo: rapporti con terzi, rapporti con clienti che il più delle volte sono esteri, tecniche e strategie per raggiungere nel modo più efficace e veloce un obiettivo verso il quale si tende in un progetto o, ancora, come gestire le diverse mansioni quando sai di dover ottenere risultati entro tempi prestabiliti, pena la mancata riuscita della produzione.

La cosa che più di tutte mi ha entusiasmata è l’alto grado di considerazione che mi è stato dato fin da subito: dopo una settimana che ero dentro, avevo già partecipato alla produzione di uno spot pubblicitario; due settimane dopo, avevo partecipato al Cosmoprof (in collaborazione con un mensile di lifestyle) per la produzione della documentazione video di un concorso indetto dalla rivista stessa, in qualità di assistente di cameraman e di una delle tre ragazze vincitrici e, per farla breve, l’8 maggio avevo alle spalle la produzione di quattro spot pubblicitari di cui uno destinato al mercato estero, di uno shooting fotografico e di due documentari; inoltre mi sto occupando della totale ristrutturazione dei contenuti del sito internet dell’azienda. Aggiungo che ho avuto l’opportunità di conoscere personalità affermate, registi e produttori molto validi.

Fin da subito sapevo che non erano previsti rimborsi spese e che mi avrebbero rimborsato solamente gli spostamenti che avrei fatto per conto loro. Dopo poche settimane che ero lì, però, mi hanno fatto i complimenti per il contributo e l’impegno, accompagnati da una proposta di lavoro che non ho potuto rifiutare. A oggi, lavoro a tempo pieno, tutti i giorni, retribuita con un contratto che per il momento è a tempo determinato.

Sono veramente contenta di questa esperienza che si è trasformata in qualcosa di più. Verrò il prima possibile a far firmare il libretto di tirocinio e a verbalizzare i 12 cfu. Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti, Chiara»