Archivi del giorno: giovedì, 28 giugno 2012

Science: It’s a Girl Thing!

Il 21 giugno la Commissione Europea lancia la campagna «Science: It’s a Girl Thing!», con questo logo:

Science: it's a girl thing!

E questo video:

Nel giro di ventiquattro ore il video è sommerso da critiche e proteste, al punto che sparisce subito dal canale YouTube della Commissione (ora lo trovi solo su canali non ufficiali). Michael Jennings, portavoce della Commissione, giustifica l’operazione dicendo che è rivolta a ragazzine dai 13 ai 17 anni e che il focus group con cui hanno lavorato aveva raccomandato che la campagna parlasse il più possibile il loro linguaggio e fosse il più possibile «fun» e «catchy». Dopo di che, suggerisce di guardare gli altri video caricati sul canale, che in effetti sono tutt’altra cosa.

Bicchiere mezzo vuoto: il primo video era demenziale (e pure il logo col rossetto… mah).

Mezzo pieno: inutile continuare a scandalizzarsi su quel video, perché, ritirandolo, la Commissione ha ammesso l’errore (in Italia non succede quasi mai). Concentriamoci invece su questi: parlano davvero al target cui sono destinati? I primi due, forse.