Obama su Reddit: comunicazione o democrazia digitale?

Sulla mezz’ora di «Ask Me Anything» che Barack Obama ha fatto due giorni fa su Reddit, sono state già scritte diverse cose, che si dividono grosso modo in due filoni, in Italia come all’estero.

C’è chi sottolinea l’abilità comunicativa che sta dietro alla mossa: in un momento in cui l’avversario Romney è su tutti i media con la convention repubblicana, Obama rilancia sul terreno in cui più si è distinto anche nel 2008: l’uso della rete per comunicare. Un milione e 800 mila persone che si sono candidate come intervistatori, mandando in crash il sistema, e 200.000 visitatori del sito in contemporanea sono una bazzecola dal punto di vista elettorale, ma fanno boom dal punto di vista della notiziabilità. In tutto il mondo e su tutti i media.

C’è invece chi evidenzia la scarsa o nulla informatività degli scambi avvenuti in quella mezz’ora, con domande sulla vita privata di Obama (il giocatore di basket del cuore, la birra preferita, come concilia famiglia e lavoro), e risposte generiche quando le domande riguardavano temi caldi come l’economia, le tasse, la libertà di internet. Tutto ciò, si dice, è chiaramente inutile (se non addirittura negativo) dal punto di vista di una sua possibile lettura in termini di «democrazia digitale» e «partecipazione» dei cittadini alla politica.

È vero: la mezz’ora di botta e risposta in diretta fra Obama e i cittadini va certamente vista come una mossa di comunicazione, non di cosiddetta «democrazia digitale». Ma ciò non significa che la si debba bollare come «propaganda», nel senso di «comunicazione menzognera» e «cattiva» che oggi molti in Italia danno a questo termine. L’operazione Reddit è stata un grandissimo esempio di comunicazione: innovativo quanto basta, adeguato al momento, al contesto e al target, punto.

Non è un esempio di «democrazia digitale», in questo concordo con Il Nichilista. Ma siamo sicuri che i social media siano il luogo giusto per fare esperimenti di democrazia digitale?

Io ho molti dubbi, specie se andiamo a guardare la realtà dei fatti. In Italia, per esempio, i più accaniti sostenitori dell’uso della rete per il contatto con i cittadini e la «democrazia digitale» sono Di Pietro e Grillo, che la usano da sempre in modo essenzialmente broadcasting.

E negli Stati Uniti, una ricerca recentissima del Pew Research Center’s Project for Excellence in Journalism sull’uso che Obama e Romney hanno fatto dei social media nel periodo dal 4 al 17 giugno 2012, ha così concluso:

Neither campaign made much use of the social aspect of social media. Rarely did either candidate reply to, comment on, or “retweet” something from a citizen-or anyone else outside the campaign. On Twitter, 3% of the 404Obama campaign tweets studied during the June period were retweets of citizen posts. Romney’s campaign produced just a single retweet [su 16 in tutto, poco più di uno al giorno] during these two weeks, repeating something from his son Josh.

Ma invece di bollare l’uso dei social media da parte della politica come fosse per forza «propaganda» (è comunicazione, punto, e come tale può essere buona o cattiva, fatta bene o fatta male, ma non per forza cattiva o mendace), perché non ci chiediamo che senso stiamo dando esattamente all’espressione «democrazia digitale» quando la invochiamo come fosse cosa buona e giusta? O quando invece ne indichiamo i malanni?

In questo caso, per esempio, Obama ha fatto solo un grande show. E il Project for Excellence in Journalism ci ha spiegato che di fatto non usa i social media per interagire davvero con gli elettori. Ma la partecipazione dei cittadini è convogliata tutta sul suo sito, dove lo staff di Obama raccoglie proposte, domande, contributi. È democrazia digitale, quella, o no? E se non lo è, cosa lo è?

12 risposte a “Obama su Reddit: comunicazione o democrazia digitale?

  1. La comunicazione digitale spetta ai politici come Obama, Di Pietro, Grillo, Bersani.
    La democrazia digitale spetta allo Stato. Devono essere portate nuove forme di partecipazione a livello istituzionale.
    Non può ovviamente realizzarsi nella comunicazione politica.
    Domanda: Il forum del M5S dove si discutono idee che poi vengono presentate nei consigli comunali e regionali può essere una forma embrionale di democrazia digitale?

  2. Provo a rispondere, da inesperto, alle domande finali di Giovanna su che cosa si possa intendere per democrazia digitale.

    1. Democrazia diretta per via elettronica telematica, via che la rende tecnicamente realizzabile con grande facilità: i cittadini prendono direttamente, a maggioranza, le decisioni da prendere.

    1a. Può essere estesa a qualsiasi disegno di legge o provvedimento (ma ciò non avviene da nessuna parte).

    1b. Oppure essere limitata ad alcune questioni locali (in Svizzera c’è).

    1c. Oppure limitata ad alcune questioni di portata generale scelte con una particolare procedura, tipo referendum previa raccolta popolare di firme (anch’essa magari digitale).

    2. Consultazione dei cittadini non vincolante. Non è poi tanto diversa dai sondaggi, ma può essere fatta molto meglio. Governanti e amministratori vengono a conoscenza delle preferenze dei cittadini e possono regolarsi di conseguenza (Dio ce ne scampi — mi è scappata, ignorate questa parentesi😉 )

    3. Raccolta di proposte, sorta di “cassetta dei suggerimenti” digitale.

    Possono forse esserci ulteriori significati di democrazia digitale, e alcuni dei precedenti non sono incompatibili l’uno con l’altro.

    Sarebbe interessante sapere a quali di questi significati ci si riferisce quando si dice democrazia digitale.
    (Io personalmente penso a 1b e 3, perché considero nocive o poco utili 1a, 1c e 2.)

  3. Credo che Obama (e il suo team) siano il maggior esempio di successo in comunicazione politica fin qui conosciuto. Per sapere cos è digitale occorre ricordare cos è non digitale (analogico o solido che sia). Credo che ancora oggi non si sia sufficientemente considerato l’importanza della comunicazione di relazione e l’effetto “word of mouth”. Un politico tradizionale e banale punta sull’effetto emotivo (tutta la convention repubblicana lo dimostra) c’é un salone con migliaia di persone, ci sono le televisioni che trasmettono il comizio, la stampa riprende le frasi, ecc.. Questo non è digitale nemmeno se appare o è trasmesso con tecniche digitali o via rete. Ciò che si ricava da questa comunicazione è l’empatia (tu sei come me) di chi crede già nei “valori” repubblicani e nell’iper liberismo. L’operazione Reddit punta sulla diffusione a macchia d’olio dei valori comunicati. L’effetto a medio e lungo termine (3 mesi) potrebbe coinvolgere milioni di persone (ricordiamoci che Al Gore ha perso le elezioni per poco meno di 25.000 voti) quindi far vincere le elezioni ad Obama. Reddit è digitale perché è impossibile tenere una relazione con 200.000 persone (sono comunque andati in tilt) senza il mezzo digitale semplicemente perché una domanda e una risposta vis a vis richiede un tempo enorme. In America le campagne politiche si sono sempre fatte con tour de force massacranti perché quello che conta per loro è la stretta di mano che è vissuta come un rapporto “personale” (le persone raccontano per anni: quella volta che il presidente mi strinse la mano). La rete in tutte le sue forme ha lo stesso effetto se la comunicazione è interattiva e personalizzata: Obama risponde a chi fa le domande, non a un target massificato e indistinto, quindi stringe le mani, ma in poche ore riesce a fare quello che richiederebbe mesi nel mondo “fisico”. Molti del 25-35% di indecisi, anche se colpiti dall’effetto emotivo, dimenticheranno le parole di Romney in pochi giorni e non diffonderanno le idee del candidato repubblicano bocca a orecchio, altri lo faranno solo in parte. Quanti indecisi voteranno repubblicano dipenderà dalla somma delle percezioni che riceveranno nei prossimi 3 mesi, dai confronti TV one to one e dall’effetto che la comunicazione di Obama otterrà con il “word of mouth”. La tecnica di Obama trascura volutamente “l’effetto” perché ha compreso che the voter non ne può più di parole ad effetto, quindi punta tutto sulla relazione che non verte sulla campagna elettorale, ma su temi e problemi attesi da chi ha fatto le domande, anche le meno attinenti. Cosa ne ricava? Una pubblicità indotta, non dichiarata o sfacciata, che verte a far pensare e non a stupire. La moglie di Romny è stata patetica, hanno scritto alcuni, il suo modo di comunicare è autoreferenziale, vecchio, così come quello di suo marito, non è più il modo in cui vuole sentir parlare un Presidente un elettore indeciso. Credo che alla fine proprio coloro che sono stati indotti a pensare riterranno Obama un buon presidente. Come diceva in una sua vecchia canzone Giorgio Gaber: “la democrazia è partecipazione”. Che cos’è Reddit se non un esempio di partecipazione di massa. Perché discutere se è democrazia digitale o comunicazione. E’ relazione e libertà d’espressione. Punto. Come in un altro post qui apparso su destra e sinistra, mi pare ormai superato anche chiedersi cosa sia digitale o la rete. E’ punto. La rete c’é e tutti coloro che vogliono comunicare debbono fare i conti con la rete.

  4. Le osservazioni di Pier Danio Forni, che è del ramo, a me che non lo sono sembrano eccellenti.

    Mi sembra però ancora utile distinguere fra democrazia (digitale o non) e comunicazione politica (digitale o non).
    Democrazia è decidere, o votare chi decide. La legge elettorale in preparazione in Italia inciderà sul funzionamento della democrazia.
    Comunicazione politica è tutto quello che viene prima e influenza le scelte dei cittadini.
    Comunicazione politica e democrazia sono ovviamente collegate, ma sono abbastanza diverse.

    Convention e Reddit sono comunicazione politica (come mi sembra che sostenga Giovanna), coi fenomeni anche nuovi spiegati da Pier Danio.
    Naturalmente è solo questione di intendersi. Ma disambiguare serve sempre.

  5. “Partecipazione” invece mi sembra ambiguo.
    Partecipare alle elezioni o alle primarie o ai referendum è democrazia. Partecipare a una manifestazione, “scendere in piazza”, a me sembra comunicazione politica, anche se spesso la si chiama impropriamente democrazia — con qualche conseguenza non bella.

  6. Tutto è politica, partecipare per esprimersi liberamente in ogni forma e luogo è democrazia che è frutto della politica. A Portella delle Ginestre si erano riuniti sindacalisti e braccianti per esprimere il loro dissenso sul latifondo. Il bandito Giuliano li ha presi a fucilate dall’alto della montagna, non è sceso a discutere con loro. Chi ha armato il bandito non credeva nella partecipazione e nemmeno nella democrazia.

  7. Gore non ha perso per meno di 25 mila voti ma per soli 537 voti

  8. Pingback: Obama su Reddit: comunicazione o democrazia digitale? | Comunicazione Politica e Social Media in Italia | Scoop.it

  9. OT
    @Pier Danio Forni /Hamlet
    “L’effetto a medio e lungo termine (3 mesi) potrebbe coinvolgere milioni di persone (ricordiamoci che Al Gore ha perso le elezioni per poco meno di 25.000 voti) quindi far vincere le elezioni ad Obama”.
    “Gore non ha perso per meno di 25 mila voti ma per soli 537 voti”.

    Oddio, a dire la verità Al Gore ha perso le elezioni del 2000 nonostante avesse 543816 voti in più dell’avversario. 543816 piccoli elettori veri, convinti dalle strategie comunicative di Al Gore, ma il cui voto è stato reso vano da 5 grandi elettori finti per mezzo della distribuzione di 500 voti in Florida.
    Oibò, che duro colpo per la comunicazione o la democrazia digitale o analogica che sia. La conclusione è pacifica: non basta convincere, e non basta nemmeno vincere.

  10. Ahò l’avevi detto che i troll so er pane der blog che animano la conversazia e viva danno torto etc etc. Ora io sarei d’accordo su tutta la linea eh, ma siccome ti voglio bene trollo un po’:)
    il problema è credo nella dilatazione della comunicazione sulla politica. E’ un po’ come quando ti compri una borsa costa un sacco di soldi e ti dicono eh cazzarola è fendi mica pizza e fichi! Ossia paghi un bell’oggetto fatto bene con materiali gagliardi. Ma invece no, paghi la pubblicità, la sede dei negozi, la fotomodella ficherrima, paghi un sacco di cose che non sono il prodotto, ma l’egemonia del prodotto sugli altri, conquistata con stratagemmi che non riguardano la qualità. Ma non si dice mica sempre eh, ti si dice è fendi.
    Ti si dice è Obama, ti si dice è la politica bellezza. Poi scopri che non c’è la politica e ci rimani male.

  11. Pingback: Obama su Reddit: comunicazione o democrazia digitale? | D I S ... | Overline.info | Scoop.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...