Archivi del giorno: giovedì, 7 febbraio 2013

Se Crozza e Berlusconi dettano l’agenda, Monti si fa “empatico”

In principio fu Maurizio Crozza, che pochi giorni dopo la prima conferenza stampa del governo Monti, s’inventò Monti-Robot, inchiodando il Presidente ai tratti principali del suo eloquio: la tendenza a parlare lentamente, con pause lunghe, ritmo monotono e tono grave. Tutte caratteristiche che, da un lato, paiono esprimere una personalità incline al riserbo e all’autocontrollo (la ben nota “sobrietà”); dall’altro però ci restituiscono l’immagine di un Monti privo di emozioni e incapace di suscitarle.

Continua a leggere