L’amore dura più di tre anni. Se ti laurei in Comunicazione

Addicted to the words

Mi scrive Lavinia, che si è laureata con me in Scienze della comunicazione nel 2007 e, dopo una specialistica a Parma, oggi lavora come «felice copywriter digital» (parole sue) in una importante agenzia di Milano. Ebbene sì: non solo lavora, ma è al tal punto contenta di ciò che fa da paragonare il suo stato a una passione amorosa. Nonostante la crisi economica. Nonostante la laurea in comunicazione. Nonostante la crisi della pubblicità. Leggi con attenzione la sua storia. Studia. Impegnati. E non scoraggiarti mai:

“Una zanzara dura un giorno, una rosa dura tre giorni. Un gatto dura tredici anni, l’amore tre. È così. C’è prima un anno di passione, poi un anno di tenerezza e infine un anno di noia.” O perlomeno, questo è quello che dice Beigbeder.

Le fasi universitarie sono ideali per il proliferare di passioni. Negli anni dell’università ho amato appassionatamente: le interfacce per videogiochi, Bret Easton Ellis, il giornalismo, i primi social network, la digitalizzazione del concetto di biblioteca e i docufilm sulla scena indie mancuniana.

Amori iniziati e finiti. Al termine dei quali, con una laurea in mano, mi sentivo come Einstein. Non un genio. Solo appassionatamente curiosa. E al tempo stesso, priva di particolari talenti. Ma cos’è il genio, chiedeva Steven Millhauser, se non la capacità di lasciarsi ossessionare?

Qualche articolo pubblicato, un periodo come assistente ufficio stampa e qualche blog dopo arrivai a una piccola agenzia pubblicitaria di Bologna. Mi avevano offerto uno stage poco retribuito, in attesa di un’esperienza lavorativa più consona alle mie ricerche. L’esperienza che cercavo, probabilmente, era quella di innamorarmi ancora.

Il primo annuncio radio è stato un colpo di fulmine. Da lì in poi, è stata passione. Ho divorato tutte le biografie dei grandi pubblicitari. Ho studiato ogni manuale. Ho messo mano a ogni tipo di annuncio che mi capitasse. Quando questo non mi è più bastato, sono passata allo stalking. Volevo trasformare una passione in un lavoro vero.

Ho mandato il mio portfolio in ogni agenzia milanese. Con un foglio Excel pieno di indirizzi in una mano e la mail aperta sotto l’altra. Tra tutti i direttori creativi che ho contattato, sette mi hanno offerto un colloquio. Di ognuno ricordo una buona parola, un saggio consiglio e uno sprone a non mollare.

Di questi sette, uno mi ha offerto un lavoro. Un’esperienza di sei mesi nella nascente comunicazione digitale. Da prolungare, magari, al termine del contratto. Mi sono innamorata di nuovo. Sono passati tre anni e mezzo. Sono ancora qui. L’amore non è ancora finito. Lavinia

7 risposte a “L’amore dura più di tre anni. Se ti laurei in Comunicazione

  1. E’ che a volte gli amori non sono ricambiati🙂 ahinoi

  2. C’è ancora speranza, allora. Grazie per questa condivisione. Provvedo a segnalarlo a chi in questo momento ha bisogno di ottimismo e fiducia.

  3. “Una zanzara dura un giorno, una rosa dura tre giorni. Un gatto dura tredici anni, l’amore tre. È così. C’è prima un anno di passione, poi un anno di tenerezza e infine un anno di noia.” O perlomeno, questo è quello che dice Beigbeder.”

    Questo Beigbeder, per cui l’amore durerebbe tre anni, ha un’eiaculazione precoce nei confronti del tempo.
    Una zanzara dura cinque mesi (i maschi come al solito meno, 10-15 giorni, ma andate a dirlo alle femministe). Un gatto campa 15-17 anni (anche qui i maschi meno). Non parliamo delle rose, che durano una settimana quando sono recise, se si ha l’accortezza di metterle in acqua, e che se lasciate dove sono arrivano a 3 senza sfiorire.
    Quanto all’amore è statisticamente accertato che dura in media 7 anni: la passione durerà anche un anno, la tenerezza forse di più ma la noia non conoscenza data di scadenza. Mettici il mutuo, aggiungi la convivenza, pianifica la nuova casa, transùma nei mobilifici, metti in cantiere il pargolo, recidiva a breve col secondo visto che il primo non è bastato a rimediare alla parabola discendente della relazione, e sette anni sono il tempo tecnico che in media occorre per fare tutto ciò.
    In effetti l’amore per Scienze della Comunicazione deve durare più di tre anni altrimenti coinciderebbe con la laurea e lì si esaurirebbe. Aggiungi un po’ di tempo da perdere, mettici dentro la magistrale, spruzza tutto con un Master e magari tenta un dottorato. Non è difficile credersi innamorati quando non ci si innamora di qualcun altro.

  4. Se scegli di fare ciò che ami non lavorerai un solo giorno in tutta la tua vita. Confucio. Bei tempi quelli.
    In ogni caso ragazzi non scoraggiatevi, tenete duro, ma se volete stare più tranquilli preparatevi anche un piano B.

  5. Impegno, Perseveranza. Ottimismo e Fiducia. spesso serve un po’ di pazienza, è vero, e leggere i post di Giovanna!

    Un saluto.

  6. Spero che oltre a tutto questo amore abbia anche un contratto dignitoso. In tal caso, chapeau e buon futuro!

  7. Dalla descrizione mi pare proprio di conoscere questa Lavinia, una persona favolosa e tenace. Immagino quanto una ex docente possa essere felice di ricevere un feedback del genere ma lo vogliamo smettere di far passare questo messaggio sbagliato? Se ci credi ce la fai. No. Non è vero, sono minchiate. Non basta. Il 70 percento delle persone che conosco fa un lavoro non consono ai suoi studi, altri non ce n’erano ma soprattutto il 50percento dei miei amici laureati non lavora. E non è perché non ci credono. Tutti i diplomati lavorano felicemente da anni. Erano altri tempi 11 anni fa. Ci avete detto studiate, scegliete le vostre passioni. Le nostre lauree ora sono carta straccia. Quando cerchi di fare la commessa o vai all’ufficio di collocamento la laurea umanistica è un ostacolo. Diciamolo a questi ragazzi: smettiamoli di illuderli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...