Archivi del mese: aprile 2013

Se la violenza contro i politici diventa luogo comune

Attentatore a Palazzo Chigi

Ieri Iaia Caputo ha condiviso con me una nota su Facebook, che mi ha colpita perché anch’io in questi giorni mi sono imbattuta in dialoghi molto simili a quelli che lei riporta. Quanto dobbiamo preoccuparci della facilità con cui oggi molte persone parlano di violenza contro i politici? Quanto al contrario dobbiamo preoccuparci della eventuale strumentalizzazione Continua a leggere

Enrico Letta fra vecchia politica e nuova sobrietà

Enrico Letta

Nonostante gli sforzi di novità nella composizione del governo – da molti banalizzati in termini di età anagrafica (i ministri sono mediamente giovani) e di attenzione al gender (7 donne su 21 ministri) – la sigla che in questi giorni è stata più spesso associata a Enrico Letta è quella della DC, Democrazia Cristiana. Il campo semantico che le gira attorno include concetti tendenzialmente negativi: vecchia politica, scarsa trasparenza, tatticismi e inciuci vari. Non mancano però alcuni tratti positivi: Continua a leggere

Ace candeggina: dalla nonnina di ieri a quale mamma di oggi?

ACE

Negli anni 80 gli spot della candeggina Ace mostravano una nonna che dava consigli alla figlia in fatto di candeggio: la figlia sbagliava tutto e lei interveniva. Così: Continua a leggere

Renzi: (auto)candidatura reale o ennesima vittima sacrificale?

Renzi

Mi scrive Jacopo, lettore di questo blog:

Gentile Giovanna, cosa pensa dell’autocandidatura di Renzi a Presidente del Consiglio, ieri da Lilli Gruber? Ma perdere le primarie, avendo il 62% del tuo partito contro, solo 4 mesi fa, contribuire ad affossare Bersani e a far fare a tutto il Pd la figura barbina Continua a leggere

Il “golpe” di Grillo: fra satira, media e piazze

Grillo, conferenza stampa 21 aprile 2013

Il turpiloquio, le esagerazioni e le invettive che caratterizzano il linguaggio di Grillo non vanno mai presi alla lettera – lo dico da tempo – perché sono tecniche che la satira usa fin dall’epoca di Aristofane, e Grillo è anzitutto un autore satirico che da questa tradizione viene. Purtroppo però, quando cerco di spiegare questa cosa ai giornalisti, ai lettori, a chiunque mi chieda un parere sulla “sparata” grillesca di turno, finisco per essere guardata con sospetto, come se Continua a leggere

Stasera mi butto

È arrivata la copertina del mio giocattolo narrativo, che uscirà nella prima decina di maggio. L’illustrazione è di Annamaria Passaro. 😀 Continua a leggere

Prima Renzi, poi Bersani: l’abbraccio col Pdl che Grillo voleva

Bersani e Alfano, l'abbraccio

È fatta, ha vinto Grillo, e ha stravinto oggi ancor più che nel giorno delle elezioni. La resistenza con cui i deputati e senatori del M5S hanno respinto con tutte le loro forze, per giorni e giorni, i tentativi di accordo che il Pd faceva nei loro confronti ha finalmente raggiunto l’obiettivo che Grillo si prefiggeva: portare il Pd nelle braccia del Pdl. Indurlo al cosiddetto “inciucio”, per dimostrare che loro, i partiti, la “casta” sono tutti uguali, a destra come a sinistra. E loro l’hanno mostrato, accidenti se l’hanno mostrato, addirittura ostentato, Continua a leggere