Archivi del mese: giugno 2013

Ma insomma, i politici italiani sanno comunicare o no?

Telecentro 11 giugno 2013

Qualche sera fa sono stata ospite dell’emittente locale Telecentro, durante la trasmissione TelecentroNews, condotta dalla giornalista Antonella Zangaro, per commentare i risultati delle amministrative. Per cominciare Zangaro mi ha fatto una domanda più generale: «I politici sanno ancora comunicare coi cittadini e le cittadine?». Ecco cosa ho risposto, in poco più di sette minuti: Continua a leggere

«Lo sport è la mia vita. Lo sport e l’alimentazione sono tutta la mia vita»

Red Bull salto con la tuta alare

A Bologna si apre oggi al quartiere fieristico The JamBO, Urban Summer Festival, «3 giorni di performance, di musica, arte e sport, dalle 3 del pomeriggio alle 3 di notte. Musica dance elettronica, street art e urban dance, fmx (motocross freestyle), bmx (bicycle motocross), skateboard, calcio e basket freestyle, parkour, wakeboard e surf, per la prima volta insieme, in un grande “jam” di decibel e adrenalina». Vanno in scena i cosiddetti action sport: una versione addomesticata di sport estremi. Un’altra forma (l’ennesima) di culto del corpo: muscoli, pericolo, adrenalina, performance mirabolanti, corpi che cercano ogni giorno di superare i loro limiti. Continua a leggere

M5S: finirà per ridursi come una nuova Lega?

Mentre i partiti tradizionali e i media si godono lo spettacolo a colpi di l’avevo detto io, il Movimento 5 Stelle sembra preso da un vortice autolesionista fatto di divisioni, negazione dell’evidenza e caos. Dal canto suo Grillo, fuori dal Parlamento, le spara sempre più grosse in termini di invettive, esagerazioni e insulti. Che succede? sono tutti impazziti? stanno finalmente mostrando il dilettantismo e l’incapacità politica che fin qui erano riusciti a nascondere? Continua a leggere

D’Alema ora sostiene Renzi, dicono tutti. Ma è vero?

Oggi sono in molti a salutare la nuova (ma già da un po’ annunciata) alleanza fra l’ex rottamatore Renzi e l’ex rottamato D’Alema, perché ieri a “Otto e mezzo” D’Alema ha dichiarato:

«Ma vede, Renzi è una personalità fortissima [scuote la testa e chiude gli occhi], ha una grande capacità di comunicazione, una grande forza di attrazione del consenso… [occhi chiusi e bocca all’ingiù, come di uno fortemente perplesso].

D'Alema perplesso Continua a leggere

Uaar: sicuri che “vivere senza D” sia ridursi a un misero “io”?

senzaD-6x3-800

In questi giorni l’Uaar (Unione degli atei e degli agnostici razionalisti) ha diffuso a Milano, Bologna, Cagliari e altre città un poster sei per tre, che mi lascia molto perplessa. Dice “10 milioni di italiani vivono bene senza D. E quando sono discriminati, c’è l’Uaar al loro fianco”. Perché mi lascia perplessa? Continua a leggere

La bellezza, la proprietà transitiva e la funesta arena

Thom Yorke

«Brutta storia la bellezza. A chi nasce con gli occhioni celesti e il faccino regolare come quelli di Ilaria, in un mondo che li considera ingredienti di bellezza, tocca un destino che tutti invidiano, ma che in realtà non è fantastico come sembra: tendenzialmente una si trova sempre al centro dell’attenzione, tutti fanno l’impossibile per esaudire i suoi desideri, e questo la mette in una posizione di innegabile vantaggio. Ma prima o poi gli stessi che ti hanno messa sul podio ti presentano il conto: se va bene chiedono solo un po’ di attenzione, ma è più facile che pretendano qualche forma di alleanza, magari di amicizia o addirittura amore. Già, perché i non belli – o i meno belli – fanno di tutto per entrare in relazione con i belli solo perché, Continua a leggere

Quando i genitori vendono i bambini ai marchi di moda

Dopo il post sui bambini precocemente adulti dei fashion brands, sfoglio Repubblica e trovo anche questa (clicca per ingrandire):

Burberry

Per commentarla riporto la storia che l’altro giorno ha raccontato su questo blog Paolo Ferrara, direttore della Comunicazione e del Fundraising di Terre des Hommes Italia: Continua a leggere