Eataly contro il Porcellum, fra pubblicità e politica

Eataly contro il Porcellum

In questi giorni Eataly ha acquistato alcune pagine dei quotidiani nazionali per schierarsi contro l’attuale legge elettorale, il cosiddetto “Porcellum”, con questa headline: «Se cancellate il “Porcellum” Eataly offre porchetta arrosto a tutti i clienti». E aggiunge: «Offerta valida fino al 30 settembre». L’iniziativa è tecnicamente perfetta, come ben spiega Annamaria Testa:

«Usa l’arma dell’ironia, passando dal porcellum alla porchetta. L’annuncio è congruente, perfino sotto il profilo grafico, con la comunicazione del brand e con il precedente e tempestivo schierarsi di Eataly su temi caldi per il paese (ricordo l’annuncio contro l’omofobia, o l’invito a pranzo per Giachetti, il digiunatore antiporcellum) con la filosofia della marca (rilanciare il meglio dell’Italia nel mondo), con le sue buone pratiche, dalla difesa del territorio alle nuove assunzioni. Infine. L’annuncio chiama in causa una categoria (i politici), presenta un’indicazione precisa per agire, alla quale dà perfino una scadenza, offre un vantaggio concreto: porchetta (italiana doc) per tutti. Dice sorridendo quel che deve e non fa una piega, da nessuna parte.»

Sappiamo inoltre che Oscar Farinetti, fondatore e presidente di Eataly, si è schierato in più occasioni a favore di Renzi. La pubblicità finisce dunque giocoforza per affiancarsi alla comunicazione politica di Matteo Renzi e l’intenzione è certo quella di rinforzarla (anche Renzi si è più volte espresso, come molti, contro il Porcellum). Però mi chiedo: quanti elettori del Pd, partito dentro al quale Renzi ancora si muove, storceranno invece il naso, non apprezzando la mescolanza fra comunicazione politica e commerciale? Quanti possibili elettori del Pd (e a sinistra del Pd) vedranno nell’operazione l’ennesima traccia di cosiddetto “berlusconismo”? Secondo me, molti. E allora domandiamoci: questo alla fine favorisce o danneggia l’immagine di Renzi? Qui sta il problema. Uno dei problemi cruciali della sua immagine (non l’unico) che spiega perché la sua candidatura sia tanto controversa nel Pd e, più ampiamente, fra gli elettori di centrosinistra.

Questo articolo è uscito oggi anche sul Fatto Quotidiano.

6 risposte a “Eataly contro il Porcellum, fra pubblicità e politica

  1. Ma, se si parla di comunicazione, perché si dovrebbe offrire porchetta a “tutti i clienti”? Io sono vegetariano, quindi? Posso sentirmi un po’ discriminato da quel “tutti”? Già il povero porcellum ha dovuto farsi carico dell’orrore (che mi rifiuto di chiamare porcata) di una legge elettorale liberticida, che alla fine debba comunque andarci di mezzo l’arrosto (cornuto e mazziato, direi), non mi va giù. Letteralmente.

  2. Questi sono i nuovi finanziatori del PD alla Renzi

  3. Temo che l’ostilità nei confronti di Renzi all’interno del PD non sia tanto figlia di possibili iniziative come questa, probabilmente la cosa è più complessa. Con Renzi candidato c’era e c’è la presumibile certezza di una vittoria a mani basse delle elezioni, ma molti nel Pd hanno una masochistica vocazione all’opposizione permanente o una vera e propria paura di “vincere”. Lo stesso Bersani era letteralmente terrorizzato da questa ipotesi: continuava a ripetere la storiella del 51-49% e ha corteggiato fino allo spasimo Monti, nonostante i mal di pancia legittimi di Vendola, nella certezza di perdere: ci è riuscito egregiamente perfino al suo paese natale, davvero un campione!

    In quanto alle accuse di “berlusconismo” a Renzi, credo proprio che la realtà sia ribaltata. Non sono affatto certo che l’attuale sindaco di Firenze avrebbe mai costituito un governo con Alfano vice-premier e Nitto Palma alla Giustizia e se avesse vinto lui le primarie, Berlusconi sarebbe già probabilmente ad Antigua, il PdL al 14% e Grillo al 16,7%.
    Quella che va combattuta all’interno del PD è la sindrome del perdente cronico, miracolosamente assente in quasi tutte le sedi periferiche, ma ben salda a livello nazionale.

    Per chiudere, sono solidale con Ale (commento precedente): chiederemo una buona pizza…ce la daranno?…l’unione fa la forza!😉

  4. Con Renzi ci sarebbe stata una vittoria a mani basse?
    Probabile, ma sarebbe stata una vittoria di Pirro, una vittoria figlia del Berlusconismo e dei proclami, degli slogan continui, volti a coprire uno spaventoso vuoto di contenuti.

    Secondo me non si deve puntare a vincere “col voto democristiano” ma bisogna puntare a vincere puntando a chi non vota.
    L’exploit Grillino ha mostrato che in quella direzione i voti ci sono, basta volerseli andare a prendere.

  5. Proprio quei voti avrebbe raccolto Renzi, immagino che anche tu, “riflettevo”, conoscerai come me un certo numero di amici, che magari hanno sempre votato a sinistra e che hanno questa volta scelto Grillo dicendo che se fosse stato candidato Renzi avrebbero votato per lui e per la coalizione di centrosinistra. Non mi ritengo comunque un “renziano”, preciso. Mi sembra comunque assurdo che gli ostacoli li trovi più nel PD che nel PdL che sarebbe sparito con il suo padrone in caso di sua candidatura.
    Confesso che faccio anche fatica ad accostare Renzi al berlusconismo: non mi sembra che a Firenze abbia preso iniziative “di centrodestra”, a meno che non si faccia riferimento alla sua capacità di comunicare, benedetta, aggiungo io, visto che il centrosinistra ha sempre snobbato questo tema….e infatti né riesce a capire né a farsi capire dal suo elettorato che si sta perdendo progressivamente per strada. Ancora poi devo leggere termini del tipo “democristiano” del secolo scorso, allora già che ci siamo parliamo anche di carboneria e di mazziniani e garibaldini…insomma siamo nel 2013, vogliamo andare avanti e disegnare un futuro che non sia alla naftalina?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...