Archivi del mese: ottobre 2013

Festival Internazionale del Giornalismo: stop at the top

I Volontari del Festival Internazionale del Giornalismo 2013

Oggi alle 11.00 Arianna Ciccone e Chris Potter tengono un incontro pubblico all’Hotel Brufani, in piazza Italia a Perugia, per spiegare alla cittadinanza, ai rappresentati istituzionali, ai giornalisti, a tutti, la loro decisione di sospendere, quest’anno, il Festival Internazionale del Giornalismo, che da anni si tiene a Perugia in aprile. Uno dei migliori eventi a cui io abbia partecipato in Italia, non solo perché ben organizzato, ricco, vivo, interessante, ma perché – in tema di media, new media, giornalismo, comunicazione – è Continua a leggere

Sono nata negli anni di fango, sono meridionale e mi laureo domani

Studentessa manga

Mi scrive Rosy, il giorno prima di chiudere un biennio magistrale nel settore della comunicazione a Roma. La sua mail contiene alcune domande implicite: ce la farò? troverò un lavoro che mi piace? qualcosa che mi permetta di vivere ma sia anche vicino a ciò che ho studiato?

«Buongiorno Prof, sono una studentessa di  comunicazione ancora per poche ore, leggo il suo blog e mi ritrovo spesso nelle storie che racconta, noi giovani avremmo bisogno Continua a leggere

L’estetica da obitorio di certa pubblicità di moda

Avevamo già discusso, nel marzo scorso, del rigor mortis che domina molte immagini pubblicitarie nel settore della moda, che rappresentano donne tanto belle (?) quanto immobili, rigide e spente. Aggiungo alla collezione che avevo proposto nell’articolo «Le “morte viventi” delle pubblicità sui giornali», l’annuncio stampa Continua a leggere

Sandro d’Alessandro, piccolo editore e grande professionista. Grande persona

Sandro d'Alessandro

Caro Sandro,
te ne sei andato giovedì scorso di sera, a soli 63 anni. Così, di colpo e senza preavviso, senza che potessimo immaginare altri incontri, altre cose. Altri libri. Mi avevi scritto il giorno di Capodanno, dicendo che volevi pubblicare il mio romanzo (romanzo? sì, romanzo). Poi, al telefono, avevi la voce di un ragazzo e mentre io non ci credevo, esitavo, mi vergognavo, tu mi hai convinta, quasi entusiasmata. Infine, per completare l’opera, Continua a leggere

Grillo era un ottimo comunicatore, ma ora non fa che sbagliare

Sabato scorso sul Fatto Quotidiano cartaceo è uscita un’intervista che Luca De Carolis mi ha fatto sulla comunicazione di Grillo e dei parlamentari 5 Stelle, con particolare riguardo alla questione del reato di clandestinità. Puoi leggerla facendo clic sull’immagine per ingrandirla. Continua a leggere

Lauree umanistiche e lavoro

radiocitta'fujiko

Martedì sera ero a radiocitta’fujiko, ospite del programma «Impronte digitali», condotto da Filippo Piredda e Inkiostro, che ha ripreso a trasmettere dopo la pausa estiva. Questa volta abbiamo chiacchierato di Continua a leggere

Ma l’amore è una cosa che percepisci o no?

Un cuore nella neve

Ogni anno prima o poi arriva il momento in cui spiego la differenza fra i concetti astratti e quelli concreti. Succede nelle aule universitarie, quando insegno a fare l’analisi del significato delle parole, delle frasi, dei testi, di intere combinazioni di segni. Succede nelle scuole superiori, quando mi invitano a tenere qualche conferenza. E una volta mi è persino accaduto di fronte a trecento ragazzini delle medie inferiori, quando Radio Tre mi ha invitata, nel marzo scorso, a tenere una lezione nello spazio che “Libri Come” aveva aperto alle scuole di Roma. Comincio: «Le parole concrete si riferiscono a cose, Continua a leggere