Vitasnella #MeStessaAlMeglio: ormai in pubblicità la “bellezza autentica” va di moda

#MeStessaAlMeglio

L’8 marzo Vitasnella ha lanciato su YouTube la campagna “The Perfect woman” (in italiano, con sottotitoli in inglese), con un video che in meno di dieci giorni ha raggiunto oltre 2 milioni di views. L’iniziativa ricalca in modo smaccato (potrei dire: copia) quanto ha fatto Dove Unilever negli ultimi dieci anni, dalla campagna “Per la bellezza autentica” del 2004 (vedi Dove Unilever «Per la bellezza autentica»: un classico che fa sempre discutere e Dove Unilever e il cerotto della bellezza), fino ai video virali del 2013 (Real Beauty Sketches) e del 2014 (Dove Unilever e il cerotto della bellezza). Stesse atmosfere, stesso stile, stessi contenuti: da un lato, lo svelamento della manipolazione digitale del corpo femminile che c’era già in Dove Evolution nel 2004 (allora era Photoshop, qui il giochino è più complesso ma il senso è quello), dall’altro lato, la valorizzazione del corpo “al naturale”, “autentico”, “così com’è”, che c’è da sempre in tutte le campagne Dove Unilever.

Good news. La questione femminile è ormai un genere pubblicitario consolidato, come osservammo già l’anno scorso con Always #LikeAGirl (vedi Perché la campagna Always #LikeAGirl è diventata virale). Un genere che ha trovato somma celebrazione al Super Bowl di quest’anno, in cui Always #LikeAGirl è stato lo spot più virale assieme a Lost Dog di Budweiser (quello del cagnolino amico del cavallo che aveva già vinto al Super Bowl 2014). Ora, che l’empowerment femminile vada di moda è cosa buona e giusta, perché (sembra un aforisma di Catalano, ma tant’è): è meglio che sia main stream qualcosa di utile per la società piuttosto che qualcosa di dannoso.

Bad News. Gira che ti rigira, autentico o artefatto che sia, il corpo femminile sta sempre al centro dell’attenzione pubblicitaria. Un’ossessione vera a propria. E poi diciamolo: il video di Vitasnella è un po’ troppo déjà vu. Talmente visto e rivisto, che la noia è dietro l’angolo. Oddio, bisogna ammettere che un alto numero di views in pochi giorni significa che per molti vale ancora la pena vederlo e condividerlo. Però ripeto: se la noia non è ancora arrivata, ci siamo quasi. A buoni intenditori, poche parole.

Credits: Il video è firmato da Saatchi & Saatchi e prodotto da Unit9.
Oltre che sul sito di Vitasnella, è stato diffuso sui social media con l’hashtag #MeStessaAlMeglio e dal 12 marzo è al cinema per tre settimane.

10 risposte a “Vitasnella #MeStessaAlMeglio: ormai in pubblicità la “bellezza autentica” va di moda

  1. visto stamattina per la prima volta, come forzata introduzione a un video su youtube. Ho aspettato la fine, sembrava che volesse arrivare a un punto, a dire un concetto… che non ho colto. Noia, noia.

  2. Mi sembra tutto fuorché efficace. Andando all’osso, la consecutio del messaggio delle immagini indica che 8 persone riescono a creare la donna perfetta che poi, per magia (o sortilegio) grazie all’acqua Vitasnella, torna non perfetta come all’inizio. Mi sembra un messaggio piuttosto confuso.

  3. views / empowerment / main stream / good news / bad news / credits / gender studies #dilloinitaliano🙂

  4. Per me insistere sul corpo femminile ,da molte angolazioni, non è altro che una ripetizione di clichè stereotipati.E’ un approfittare di un comportamento culturale indotto nei maschi da una consuetudine antica,che esige sia la femmina ,e tutto ciò che rappresenta ,un’ambita “preda e premio” della eventuale sua scelta di fare o non fare qualcosa.Ritengo che il messaggio del corpo femminile,quindi,diversamente “atteggiato” sia l’espressione di una strumentalizzazione di un contenuto culturale arcaico piuttosto che un magistrale artificio di persuasione comunicativa.Penso inoltre che una scolarizzazione maggiore lo possa rendere innocuo come strategia di marketing.Infatti,ora le autovetture vengono sponsorizzate da uomini che volano o con delle “brevi storie compiute” piuttosto che da donne leopardate.I tempi stanno cambiando e la comunicazione efficace pure.

  5. Appena visto questo video: https://www.youtube.com/watch?v=w4ZCuS_K6Ho

    Niente corpo delle donne al centro dell’attenzione, ma sempre questione femminile?

    La pubblicità della Vitasnella la vedo girare già da un po’, e personalmente la trovo inquietante. Forse per il supporto tecnologico che permette di cambiare il corpo della ragazza come se fosse l’avatar di un videogioco; oppure per la schietta, imperturbabile sicurezza con la quale le varie persone descrivono la propria donna ideale. Anche se immagino (spero!) si tratti di uno script preparato.

  6. Un cliché anche la stessa donna-vittima. I colori scuri, i faretti stile-CIA, il tono demoralizzato e monocorde della ragazza, lo sguardo fisso da bambola di porcellana, l’ atmosfera lugubre. Questa è una ragazza che ha preso coscienza o una che piuttosto continua a dolersi di essere stata sovradeterminata? Mai visto spot più avvilito, avvilente e francamente piagnone. Inoltre sono gli stessi pubblicitari che dicono che ci piacciono magre, alte, con due siluri svettanti installati nel petto e con il six-pack tipo Madonna. Io mi chiamo fuori.

  7. ma francamente non vedo nulla di male nel preferire esteticamente donne alte, giovani e snelle e uomini prestanti e atletici l’importante è non insultare chi non lo è.
    Per il resto pure la donna della pubblicità è molto carina così com’è

  8. Sì ma facendole dire “eppure mi vogliono colà” l’estetica pubblicitaria vecchio stile conferma sé stessa dando per scontato (con le risposte un bel po’ precompilate dei tipi saccenti di fronte alla ragazza) che la comunità, le persone reali abbiano fatto propria in massa tale estetica (cosa parzialmente falsa)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...