Snapchat, il re dei temporary social media

snapchat-logo

Da qualche anno si moltiplicano le applicazioni che permettono di inviare messaggi che, invece di rimanere archiviati online per sempre, si autodistruggono dopo essere stati ricevuti e visualizzati. La tendenza risponde al bisogno di privacy e intimità che i social media più diffusi al mondo (Facebook e Whatsapp in primis) non soddisfano. Queste applicazioni sono definite temporary o ephemeral social media e la loro diffusione è arrivata al punto che alcuni entusiasti vi hanno visto il futuro dei social network, arrivando a parlare di Ephemeralnet, rete effimera. Al momento il temporary social network più diffuso al mondo è Snapchat, che è una social mobile platform, accessibile solo su smartphone: per la sua crescita rapidissima (nato nel settembre 2011, conta oggi 200 milioni di utenti attivi al mese) è considerato «the fastest growing social network».

In Italia la diffusione di Snapchat è ancora limitata, per cui sui media – e persino in molti ambienti specializzati – se ne parla poco e male. Per questo, nei mesi scorsi ho assegnato sull’argomento una tesi di laurea triennale in Scienze della comunicazione, che è stata discussa il 7 marzo. Il lavoro di Ilaria Brunelli è preciso, scorrevole, ben argomentato e documentato, per cui ho deciso di renderlo disponibile in questo spazio. Puoi scaricare la tesi da qui: Ilaria Brunelli, Temporary social media: il fenomeno Snapchat.

6 risposte a “Snapchat, il re dei temporary social media

  1. Interessante!! Sono in queste settimane dentro a una scuola media per un laboratorio di media education e ci sono andata con proposte e domande su chat, smartphone, social network e videogame. E’ forse un po’ presto per avere un quadro e il campione è relativamente piccolo ma un tema è sicuramente la forbice tra quantità e qualità della condivisione online (. Con tutto ciò che ne deriva in termini di attenzione, concentrazione, riflessione, interiorizzazione, consapevolezza e così via. Sto studiando, osservando e cercando interpretazioni e questi articoli e link sono utili e interessanti

  2. Nello showbitz americano, Snapchat è uno dei media più cool al momento. Mezza Hollywood, 2/3 del panorama pop e un sacco di modelle – tutti su Snapchat. Sostanzialmente perché trasmette un senso di spontaneità, si dice nelle discussioni su social e forum. Mi chiedo se sia abbastanza per sopperire alla temporaneità del contenuto.

  3. ma come ci si può fare business? come può una startup tirarci fuori delle conversioni interessanti?

  4. Pingback: Snapchat, il re dei temporary social media | Misteri e Controinformazione - Newsbella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...