Archivi del mese: gennaio 2019

Se Salvini, Bonafede & co. sbagliano come faceva Renzi

salvini-renzi-1350-675x275

Qualche giorno fa è uscito questo mio articolo sul Fatto Quotidiano:

Hanno criticato in molti, negli ultimi giorni, su diverse testate giornalistiche e sui social, prima l’accoglienza di Cesare Battisti all’aeroporto di Ciampino, da parte di Matteo Salvini e di Alfonso Bonafede, poi il video postato da quest’ultimo su Facebook, un cortometraggio con uno stile, un commento musicale e un montaggio tipici del più trito marketing emozionale, quello da cui oggi persino i bambini Continua a leggere

Un lavoro come Customer Support a Voxnest

voxnest_logo_payoff

Voxnest cerca un/a neolaureato/a (ma anche un/a laureando/a) in Scienze della comunicazione e affini, per una posizione di Customer Support. È necessario che tu abbia almeno il livello C1 di inglese. Puoi leggere il resto dell’offerta e dei requisiti richiesti QUI. In bocca al lupo! 🙂

I messaggi di auguri standard, uguali per tutti #CoseCheNonMiPiacciono

auguriUna volta, per Natale, Capodanno e tutte le feste comandate, si mandavano i biglietti di auguri cartacei. Il che comportava, come minimo: (1) scegliere in un insieme di possibilità non vastissimo, ma nemmeno infimo, per costi, stili, colori, testi; (2) aggiungere almeno la propria firma a mano; (3) scrivere, sempre a mano, l’indirizzo del/la destinatario/a (e quello del mittente, se c’era la busta); (4) comprare il francobollo; (5) trovare una buca della posta e infilarci la cartolina o il biglietto imbustato. Poi gli auguri sono arrivati via Sms, ma questi all’inizio costavano qualche centesimo, non tantissimo, ma quel tanto che Continua a leggere