Chi sono

giovanna-cosenza.jpg

Laureata in filosofia, ho conseguito il dottorato in Semiotica sotto la direzione di Umberto Eco all’Università di Bologna, dove ho proseguito con una borsa di studio per attività di ricerca post-dottorato e infine ho preso servizio come ricercatrice nel 2000. Oggi sono professore associato confermato presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna, dove insegno Semiotica e Semiotica dei nuovi media per la laurea triennale in Scienze della Comunicazione, Semiotica dei consumi per la laurea Magistrale in Semiotica.

Dal 1 novembre 2009 al 31 ottobre 2012 sono stata Presidente della Magistrale in Semiotica di Bologna. Dal 1 novembre 2012 coordino la laurea triennale in Scienze della Comunicazione di Bologna.

Dal 2001 sono titolare di corsi fondamentali presso l’Alma Graduate School dell’Università di Bologna: negli ultimi due anni ho tenuto il corso caratterizzante in lingua inglese Strategic Positioning and Online/Offline Reputation per il Master intenrazionale in Marketing, Communication and New Media.

Dal 2003 sono tutore presso il Collegio Superiore dell’Università di Bologna, presso il quale ho tenuto anche seminari avanzati (questo è l’ultimo).

Dal 2 luglio 2013 sono Presidente del Co.Re.Com Emilia-Romagna, il Comitato Regionale per le Comunicazioni dell’Emilia-Romagna, che svolge funzioni di governo e controllo del sistema delle comunicazioni sul territorio regionale per conto di Agcom e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Vedi anche: il mio cv universitario e Corsi e dispense.

Come free-lance regolarmente autorizzata dall’Università di Bologna ho svolto e svolgo attività di consulenza strategica e formazione per centri di formazione professionale, per enti pubblici e per aziende grandi e piccole.

Ho scritto numerosi articoli, pubblicati in volumi collettivi, sulle riviste Versus e Semiotica (Mouton de Gruyter Publishers, Berlin-New York), e su Golem. L’indispensabile. Fra le pubblicazioni più recenti: le monografie SpotPolitik. Perché la «casta» non sa comunicare (Laterza, 2012), Semiotica dei nuovi media (Laterza 2010, 2a edizione aggiornata e integrata), e la cura del volume Semiotica della comunicazione politica (Carocci 2007).

Vedi anche: Pubblicazioni.

17 risposte a “Chi sono

  1. Pingback: Comunicare la riforma « Ein-ForTIC

  2. Pingback: Cellulari, sviluppo, austerità e progresso (e quel che ne pensa Obama) « Monolocalgarage 2.0

  3. Pingback: Ecco perché la campagna «Rimbocchiamoci le maniche» del Partito Democratico non funziona « vitaliquida

  4. Pingback: Di-scor-so! Di-scor-so! Di-scor-so! « è tutto vero

  5. Pingback: la campagna per la sicurezza sul lavoro - Indovina chi viene a cena - Indovina chi viene a cena - CROSSING TV - la (Web) TV delle nuove generazioni

  6. Pingback: un’ottima iniziativa e uno spot mediocre - Indovina chi viene a cena - Acqua Lete - CROSSING TV - la (Web) TV delle nuove generazioni

  7. Pingback: Kataweb.it - Blog - Avanzi di cucina » Blog Archive » Piazze, sindacato, vecchio e nuovo

  8. Pingback: Servizio Pubblico parte bene, ma… | Enzo Di Frenna | Il Fatto Quotidiano

  9. Pingback: Scienze della Comunicazione: amenità contro dati | Nazione Indiana

  10. Pingback: Il lavoro nobilita i comunicatori « Ho deciso di scrivere

  11. Pingback: Festival del Giornalismo: l’elenco completo delle persone intervistate. | Italian Podcast Network

  12. Pingback: Gli italiani nelle pubblicità del sugo di pomodoro: Olanda vs Italia. « La deriva dei continenti

  13. Pingback: Il calvario dell’umanista | Il mondo urla dietro la porta

  14. Pingback: Sulla pubblicità sessista in Germania | Boudica's Blog

  15. Pingback: Giovanna Cosenza, Erik Gandini e Lorella Zanardo nella Hall of Fame Adci. | Il blog dell'ADCI

  16. Pingback: 7 giugno – Milano | Il corpo delle donne

  17. Pingback: Cinque domande a Loredana Lipperini | Non solo Mozart