Le tesi di laurea che ho pubblicato sul blog dal 2009 a oggi

Tesi di laurea

Ho aggiornato e messo in ordine l’elenco delle tesi di laurea e tesine d’esame che ho pubblicato su questo blog, dal luglio del 2009 (quando mi venne in mente di farlo) a ieri. Prometto che d’ora in poi terrò questa pagina (vedi sopra) sempre aggiornata. 🙂 Rivederle tutte insieme e rileggerne alcune mi ha resa consapevole di quanto siano ancora utili e attuali, nonostante in certi casi siano passati diversi anni. Per tutti: studenti e studentesse, laureandi/e, persone curiose, pubblico generico. Le trovi seguendo questo link, in ordine cronologico inverso, dal 2009 a ieri: Tesi di laurea pubblicate.

La comunicazione del presidente Bashar al Assad: quanto ha contato nella crisi siriana?

Bashar_al_Assad

Yara Al Zaitr è siriana e vive in Italia da tanti anni. Parla e scrive in italiano molto bene e si è laureata da poco in Scienze della comunicazione con 110 e lode (il che è assai raro a Bologna: diamo il massimo dei voti al più 4 o 5 volte all’anno, spesso meno). Ha discusso una tesi dal titolo Siria: comunicazione e legittimità presidenziale. Verso uno schema d’equilibrio, che pubblico qui di seguito. Così Yara introduce il suo lavoro: Continua a leggere

Un tirocinio con rimborso spese nel settore enogastronomico

Bottiglie di vino

Ti interessa un’esperienza formativa nel mondo del vino e intendi approfondire l’uso dei social media nella comunicazione d’impresa? Allora ti potrebbe interessare l’offerta di Fruitecom, un’azienda di comunicazione e relazioni pubbliche con una specializzazione nel wine and food. Offrono un tirocinio con rimborso spese (importo da concordare), della durata di 8 mesi (40 ore settimanali), da maggio 2017 a novembre 2017. Continua a leggere

La vita quotidiana in un “normale” dipartimento universitario schiacciato dalla burocrazia

burocrazia

Nicola Casagli è professore ordinario di Geologia applicata presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze. Interviene spesso, su Roars, per denunciare la condizione miserevole in cui è ridotta l’università italiana. Alcuni giorni fa ha pubblicato l’articolo “La vita quotidiana nel miglior dipartimento universitario d’Italia”, dopo aver appreso che l’Anvur (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) ha stabilito che il suo Dipartimento è il migliore d’Italia. Ebbene, il Dipartimento in cui lavoro io non lo è, ma la vita che si fa al suo interno è molto simile, purtroppo. Ho selezionato dal suo post solo ciò che riguarda anche la vita che facciamo io e i miei colleghi. Una vita che in Italia accomuna chiunque lavori in una struttura pubblica. Solo che, nel caso dell’università, questa vita ti allontana (sempre più e sempre peggio) dal fare ricerca seriamente. Scrive Casagli: Continua a leggere

Un tirocinio extracurricolare (con rimborso spese) in una Web Agency

L’azienda qui di seguito cerca di nuovo un/a tirocinante, perciò mi ha chiesto di ripubblicare questo annuncio:

D I S . A M B . I G U A N D O

officina_creativa_-srl_logo

Dal 1997 Officina Creativa si occupa di Internet per l’impresa, il che oggi vuol dire, fra l’altro, attivazione di domini, servizi email, gestione web e realizzazione di siti Internet (oggi responsive), soluzioni di marketing digitale, campagne ADV. Dal 2002 lavorano in particolare nel settore dell’enogastronomia con i progetti Bresciaatavola.it e Romagnaatavola.it. Ecco cosa offrono:

View original post 229 altre parole

Un’opportunità di lavoro a Brescia per un/a laureando/a o un/a neolaureato/a in Scienze della comunicazione e affini

AIP_LOGO

AIP Onlus lavora da oltre 20 anni in Italia per favorire la ricerca sulle immunodeficienze primitive e l’aiuto reciproco tra pazienti che ne sono affetti. In questo periodo cerca un/a laureando/a o un/a neolaureato/a in Scienze della comunicazione o affini, per collaborare a queste attività: Continua a leggere

I testi diseducativi delle carte per bambini/e Skifidol SuperPuzz, in vendita in edicola

Skufidol SuperPuzz1

Su richiesta della Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Emilia-Romagna, ho fatto un’analisi linguistico-semiotica delle cosiddette “carte Skifidol SuperPuzz”, da collezionare in un apposito album, in vendita nelle edicole da settembre 2016 e spesso distribuite gratuitamente davanti alle scuole per pubblicizzare il prodotto. Ogni bustina costa 1 euro e contiene 5 carte con disegni colorati e schifosetti, come tipicamente piacciono ai bambini e alle bambine fra 6 e 10-11 anni. Se gratti una di queste carte, sprigiona una certa puzza di, a seconda del caso, vomito, cacca, fognatura, uova marce o un misto di tutto questo. Il problema non sono né il gioco del “Gratta&Puzz”, come si chiama, né le illustrazioni, entrambi perfetti per il target. Il problema sono i testi che li accompagnano, molti dei quali sono gravemente diseducativi. Ecco la mia analisi: Continua a leggere