Archivi tag: BBC

Se la BBC mette un uomo al posto di Miley Cyrus

Wrecking Ball di Wiley Cyrus

Abbiamo discusso, due mesi fa, della «prova di commutazione» che Massimo Guastini – presidente dell’Art Directors Club Italiano – ha fatto sulle affissioni Philadelphia. Ebbene, da alcuni giorni possiamo assistere all’ennesima parodia (la rete ne è piena) del video «Wrecking Ball» di Miley Cyrus, una parodia molto più gustosa e ben fatta di altre, però, perché Continua a leggere

Lo spot BBC per le Olimpiadi 2012

Chiudo una settimana di abbondante fatica e scarso tempo, proponendo un altro spot della serie Olimpiadi. Stavolta è la BBC inglese a pubblicizzare la propria copertura dei giochi olimpici (grazie Annamaria per la segnalazione).

Spot BBC per Olimpiadi

E lo fa per comunicare l’idea di “Stadium UK”, uno stadio così imponente da concidere con tutto il Regno Unito. Interessante confrontare lo spot BBC con quello Rai commentato due giorni fa, per toccare con mano, se così si può dire, quant’è diversa l’autorappresentazione che i due paesi danno di sé negli spot ufficiali delle loro televisioni pubbliche: mentre l’Italia fa la calza, il Regno Unito giganteggia. Poveri noi.

Comunicazione sociale e realismo inglese

Grazie a Viralmente ho trovato un video inglese, prodotto per dissuadere i giovani dal comportarsi in modo incosciente mentre guidano l’auto, ad esempio scrivendo messaggi sul cellulare: basta un nulla a causare gravissimi incidenti e danni, a sé e agli altri.

Il video (circa 4 minuti) è diretto da Peter Watkins-Hughes, ed è stato interpretato da attori professionisti, insieme alla polizia locale e studenti della Tredegar Comprehensive School di Gwent (in south Wales, a circa 150 miglia da Londra).

È un video molto realistico, e perciò duro: se ti impressiona la vista del sangue, sappi che ce n’è, pur molto meno che in uno splatter o poliziesco medio.

In Inghilterra è stato portato nelle scuole superiori e inserito in un lavoro più ampio (che si intitola COW, dal nome della strada), su cui il regista sta trattando con la BBC. Ma in Italia sarebbe inconcepibile.

Eppure, su certi temi un po’ di durezza insegna tante cose.