Archivi tag: Kwik-E-Mart

Product Placement, my name is Product Placement

Ricevo da Cristian Testa (mio ex allievo di master) uno spunto interessante per una o più tesi di laurea.

Il product placement (PP) è una promozione pubblicitaria inserita in un film, un romanzo, una serie tv, un videogioco.

Uno dei primi esempi si trova ne Il giro del mondo in 80 giorni (1873), in cui Jules Verne inserì i nomi di compagnie di trasporto reali per soddisfare le richieste che gli arrivavano grazie al successo che il romanzo, pubblicato a puntate, stava riscuotendo. Al cinema, uno dei primi casi fu La vita è meravigliosa (1949) di Frank Capra, in cui a un certo punto compare una copia del National Geographic. Inoltre, abbiamo tutti in mente le apparizioni di diversi marchi nei film con James Bond.

Secondo le stime di PQMedia, oggi il mercato globale del PP vale oltre 10 miliardi di dollari ed è in forte crescita grazie ai nuovi media. Nel campo dei videogiochi, aziende come la californiana Massive Inc. (controllata da Microsoft) permettono non solo di inserire un brand nella piattaforma di un gioco, ma di metterlo in rete. Con la banda larga questa tendenza si è ulteriormente accentuata, data la crescente diffusione di video sul web. Per questo si sono affermate nuove figure professionali, come il movie placement copywriter, che ha il compito di trovare il modo migliore per collocare marchi nei film senza infastidire gli spettatori.

Di particolare interesse è il faux PP, con cui si inseriscono negli audiovisivi marchi inventati. C’è in Quentin Tarantino, che fa usare ai suoi personaggi le sigarette Red Apple; ma anche la Pixar inserisce nei film i ristoranti Pizza Planet, mai visti in realtà, e dagli anni ’50 la Warner Bros riempie i suoi cartoni di prodotti dell’inesistente ACME.

Dal faux PP nasce il reverse PP, che si ha quando un marchio fittizio diventa reale. In America esiste dal 1996 la catena di locali Bubba Gump Shrimp, nata dal sogno imprenditoriale di Forrest Gump, protagonista del film omonimo; sempre negli USA, la catena di grande distribuzione 7-eleven ha creato negozi sotto l’insegna Kwik-E-Mart, un brand fittizio che appartiene al mondo dei Simpson (è il negozio gestito dall’indiano Apu, che in Italia è diventato Jet Market). A questo proposito, gira voce che la Fox, che produce i Simpson, accarezzi da tempo l’idea di cedere il marchio Duff, la birra preferita da Homer, oggi tra le bevande più note al mondo anche se nessuno – che non sia giallo e non viva a Springfield – l’ha mai assaggiata.

Per ulteriori dettagli su come impostare la tesi, vieni a ricevimento. Mentre ci pensi, goditi un collage delle celebri scene in cui James Bond fa product placement del Martini. Sempre grazie a Cristian.