Archivi tag: Stasera mi butto

La prima recensione non si scorda mai. E nemmeno la seconda

Cover di Stasera mi butto

Stasera mi butto è il mio primo esperimento narrativo, perciò la prima recensione positiva mi ha fatto più effetto – gioia, incredulità, vergogna, paure varie – di quelle che ho ricevuto per la saggistica. C’è sempre una prima volta, si sa. A onor del vero, anche la seconda recensione mi ha mandata in KO. Allora: la prima è di Till Neuburg, che l’ha fatta circolare su alcune mailing list, e la puoi leggere qui di seguito; la seconda è di Luisa Carrada, e la trovi sul suo blog. Grazie Till, grazie Luisa. 😀 Continua a leggere

«Lo sport è la mia vita. Lo sport e l’alimentazione sono tutta la mia vita»

Red Bull salto con la tuta alare

A Bologna si apre oggi al quartiere fieristico The JamBO, Urban Summer Festival, «3 giorni di performance, di musica, arte e sport, dalle 3 del pomeriggio alle 3 di notte. Musica dance elettronica, street art e urban dance, fmx (motocross freestyle), bmx (bicycle motocross), skateboard, calcio e basket freestyle, parkour, wakeboard e surf, per la prima volta insieme, in un grande “jam” di decibel e adrenalina». Vanno in scena i cosiddetti action sport: una versione addomesticata di sport estremi. Un’altra forma (l’ennesima) di culto del corpo: muscoli, pericolo, adrenalina, performance mirabolanti, corpi che cercano ogni giorno di superare i loro limiti. Continua a leggere

La bellezza, la proprietà transitiva e la funesta arena

Thom Yorke

«Brutta storia la bellezza. A chi nasce con gli occhioni celesti e il faccino regolare come quelli di Ilaria, in un mondo che li considera ingredienti di bellezza, tocca un destino che tutti invidiano, ma che in realtà non è fantastico come sembra: tendenzialmente una si trova sempre al centro dell’attenzione, tutti fanno l’impossibile per esaudire i suoi desideri, e questo la mette in una posizione di innegabile vantaggio. Ma prima o poi gli stessi che ti hanno messa sul podio ti presentano il conto: se va bene chiedono solo un po’ di attenzione, ma è più facile che pretendano qualche forma di alleanza, magari di amicizia o addirittura amore. Già, perché i non belli – o i meno belli – fanno di tutto per entrare in relazione con i belli solo perché, Continua a leggere

Stasera mi butto. A Milano. Con Testa e Zanardo

Ogni volta che c’è la presentazione di un mio libro (o di qualcosa che mi riguarda), è il solito problema. Se non lo scrivo sul blog, molti si lamentano: l’ho saputo troppo tardi, perché non l’hai detto, non si fa così, eccetera. Se lo scrivo, temo sempre di cadere in una forma di narcisismo e autoreferenzialità. Allora facciamo così: Continua a leggere

Stasera mi butto: un libro con la colonna sonora

Cover di Stasera mi butto

Il 15 maggio è uscito Stasera mi butto, il mio primo esperimento narrativo. Lo trovi su carta in libreria e online e, fra una decina di giorni, anche in formato ePub. Oggi ti propongo l’indice, che è un po’ particolare perché ogni capitolo ha una colonna sonora: non l’ho scelta perché piace a me (non sempre almeno), ma perché piace a questo o quel personaggio ed è pertinente per la storia narrata. L’ideale sarebbe leggere i vari capitoli ascoltando i brani indicati, per entrare meglio nella storia e nella testa del personaggio di volta in volta coinvolto. Ecco qua, capitoli e canzoni: Continua a leggere

Stasera mi butto

È arrivata la copertina del mio giocattolo narrativo, che uscirà nella prima decina di maggio. L’illustrazione è di Annamaria Passaro. 😀 Continua a leggere

Quante volte hai detto in vita tua “Sono felice”?

Felicità

Ho sempre usato con cautela la parola felicità. Mi spiego: se penso agli altri ne abbondo: sono felice per te, sono felice che tuo padre stia bene eccetera. Ma se devo dire di me stessa che… sono felice, be’, mi sembra sempre di esagerare, e allora preferisco espressioni come sono contenta, serena, sto bene. Col risultato che, alla fine, le volte in cui mi sono detta davvero felice si contano sulle dita di mezza mano. In questi tempi di crisi, poi, per la felicità sembra ci sia ancora meno spazio. Però mi chiedo: è una difficoltà solo mia? Continua a leggere