«Studio Economia come volevano i miei genitori. Ma sono stanca di vivere il loro sogno e non il mio. Sono triste, spenta. Cosa posso fare?»

Studentessa manga

Durante le vacanze ho ricevuto da una lettrice di questo blog, che chiamerò Elena (nome di fantasia), una mail che ho deciso di pubblicare, non solo perché ne rappresenta molte altre, sia per il tono emotivo sia per i contenuti, ma perché ben si inserisce nella polemica nata in seguito all’articolo di Stefano Feltri sulla presunta inutilità delle lauree umanistiche, una polemica su cui tornerò nei prossimi giorni. Scrive Elena: Continua a leggere

Elogio della pancetta. Se a portarla è un uomo

DiCaprio con pancetta

Una decina di giorni fa è uscito su Gioia un articolo di Alessandra Di Pietro, contenente fra l’altro uno scambio di battute che abbiamo avuto per telefono, sui divi di Hollywood e del pop internazionale – da Leonardo DiCaprio a Alec Baldwin, da Jay-Z a Antonio Banderas – che, superati i 40, ostentano il grasso addominale, invece di nasconderlo o sforzarsi di eliminarlo in palestra, tanto che la cosiddetta “pancetta” è diventata quasi una moda. Argomento frivolo e vacanziero? In parte sì. Ma le tendenze dello spettacolo si traferiscono subito, come sappiamo, anche alla comunicazione politica, e allora la cosa si fa seria. Penso ad esempio Continua a leggere

Il manifesto per la Festa dell’Unità che a Bologna fa discutere

Qualche giorno fa ho rilasciato al Resto del Carlino un’intervista telefonica sulle affissioni con cui il Pd bolognese sta annunciando e promuovendo la prossima Festa dell’Unità, che si terrà a Bologna dal 26 agosto al 21 settembre, come di consueto, al Parco Nord, in zona fiera. Questo il 6×3 che ha suscitato un vivace dibattito (polemica?) all’interno del Pd locale: Affissione Pd Festa dell'Unità

Anche se – per mia fortuna – sono in vacanza, ho deciso di postarla. Ecco cosa penso di queste affissioni (ringrazio Federico del Prete per l’intervista): Continua a leggere

Esaltazione della maternità 2.0, ovvero: come tagliare le mamme fuori dal mondo

Honey Maid

Ricevo da Elisa, che si laureò con me molti anni fa (oggi ha 35 anni), una riflessione interessante – che condivido parola per parola – sul modo in cui oggi in Italia è spesso rappresentata la maternità, in rete e su tutti i media main stream: Continua a leggere

Semiotica e SEO (Search Engine Optimization): è utile la semiotica all’ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca?

Google SEO

È questa la domanda a cui Alessandro Piccari – laureatosi con me in Semiotica nel marzo scorso – ha cercato di rispondere nella sua tesi di laurea magistrale. I motori di ricerca sono gli operatori a cui affidiamo ogni giorno (ora, minuto) l’incombenza di spulciare, uno per uno e pagina per pagina, i siti web che parlano dell’argomento che stiamo cercando. Questi operatori ci restituiscono una SERP (Search Engine Results Page) che contiene una lista ordinata di link a pagine di siti web. L’ordine in cui appaiono questi link, appunto, è il tema cruciale per chi in rete vuole essere trovato presto e bene:  persone, aziende, istituzioni, chiunque abbia un sito web sa che Continua a leggere

Studio, dunque scrivo, di @LuisaCarrada e Claudia Trequadrini

Studio, dunque scrivo

È imperdibile Studio, dunque scrivo, l’ultimo lavoro di Luisa Carrada – che su questo blog non ha bisogno di presentazioni – e Claudia Trequadrini, insegnante all’Istituto Guglielmo Marconi di Pescara. In parte ispirato a Lavoro, dunque scrivo! Creare testi che funzionano per carta e schermi, il libro mostra subito una grande autonomia e originalità rispetto non solo al lavoro che Luisa fa da quindici anni sulla scrittura, ma a qualunque libro su questo tema che sia circolato in Italia negli ultimi tempi. Per niente facile, infatti, scrivere un libro che sia nello stesso tempo: Continua a leggere

Come laurearsi in Comunicazione in due anni, prendere un double degree all’estero e trovare subito lavoro

Ragazza manga felice

Fra i commenti che la storia di “Gaia” ha suscitato nei giorni scorsi (vedi QUI e QUI), molti hanno chiesto di avere più dettagli su come ha fatto, come è riuscita, in concreto, a raggiungere così velocemente ed efficacemente gli obiettivi che si era prefissa: laurearsi in Scienze della comunicazione in due anni invece di tre, prendere un double degree all’estero con borse di studio, trovare subito il lavoro del cuore. Ecco cosa ci racconta Gaia: Continua a leggere