Quando D’Alema aveva la sfera di cristallo

Ho trovato su Wittgenstein.it un illuminante ritaglio di Blob.

Era il marzo 1999 e D’Alema faceva alcune riflessioni prima del voto per le elezioni europee.

Sembra un’anticipazione di qualcosa a noi ben noto…

5 risposte a “Quando D’Alema aveva la sfera di cristallo

  1. Già. Peccato che l’inizio della catastrofe sia stata la sciagurata e maledetta caduta del primo governo Prodi, avallata, se non orchestrata, dal prode Massimo. Per non parlare dell’agghiacciante esperienza, reazionaria, illegittima e simulacrale, del governo D’Alema, che completò il dissesto. D’Alema è il principale responsabile, tra gli altri disastri, dell’ingresso in politica di Di Pietro; salvo poi, come oggi, biasimarne la prevedibilissima azione populista.

    Se D’Alema, coi suoi intrighetti, fosse bravo a costruire la metà di quanto è bravo a distruggere, forse si meriterebbe un po’ della mia stima.

  2. mi permetto di contestualizzare quel breve filmato. D’Alema non poteva criticare il futuro PD e non “faceva alcune riflessioni sul futuro (allora) della sinistra italiana”; mancavano 3 mesi alle elezioni europee e il presidente del consiglio D’Alema, al congresso dei Verdi, attaccava il nuovo partito “I democratici” che si candidava alle elezioni di giugno 1999 alle europee. Il partito prese un ottimo 7,7% togliendo voti ai Ds (17,3%) e al Ppi (4,2%).
    Trovate un resoconto giornalistico dell’epoca qui:
    http://archiviostorico.corriere.it/1999/marzo/14/Alema_non_faremo_scardinare_Prodi_co_0_990314959.shtml

    altre info:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_europee_1999
    http://it.wikipedia.org/wiki/I_Democratici

  3. L’ipse dixit, in anticipo sui tempi, stavolta era di D’Alema: “Veltroni, reagisci, di’ una cosa di sinistra!”

    Vecchio e abusato, ma come i classici, sempre attuale.

  4. Vittorio: d’accordo con te sulle responsabilità di D’Alema, non sono certo una sua sostenitrice! 🙂

    Hamlet, grazie per la preziosa contestualizzazione.
    Ammetto che avrei voluto fare il ripescaggio che hai fatto tu, ma non ne ho avuto il tempo, e allora ho preso il frammento in sé e per sé, come fa Blob, per fargli dire cose che non voleva dire… Preso in sé, il brano suona come un’anticipazione della storia recente del Pd italiano e per questo è divertente, ma anche inquietante… 😦
    Ho corretto seguendo le tue indicazioni. Grazie!

    Roberta, grazie per averci ricordato un classico… 😉

  5. Ma in realtà, anche all’interno del contesto, le frasi di D’Alema non cambiano molto: la sua critica di merito ai Democratici di Prodi prende di mira proprio le caratteristiche che oggi sono fondanti del Pd. La differenza da allora è che oggi D’Alema si dice sostenitore di questo progetto, quindi o davvero ha cambiato idea (senza una sana autocritica o giustificazione nel mezzo), oppure lo sostiene suo malgrado perché è l’unico modo per restare in gioco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.