Una tesi di laurea sull’identità di un marchio

Baule Volante logo

Un’idea interessante per una tesi di laurea triennale in Scienze della comunicazione viene dall’azienda di alimenti biologici e prodotti naturali Baule Volante. Ecco il brief che mi hanno mandato: Continua a leggere

Come la pubblicità racconta le donne e gli uomini in Italia: la ricerca

Zabov

Rendo disponibile anche in questo spazio la ricerca che è stata presentata martedì 18 novembre alla Camera dei Deputati durante l’evento “Rosa Shocking” organizzato da Intervita, ricerca anticipata dall’articolo di Massimo Guastini che avevo pubblicato il giorno prima. Oltre a quanto già scritto da Guastini, voglio aggiungere una precisazione, perché in questi giorni alcuni hanno letto il nostro lavoro come se intendesse Continua a leggere

Perché Renzi non va a trovare gli alluvionati, i poveracci, i disperati

renzi-koala

In questi giorni sui media diversi commentatori e commentatrici si lamentano del fatto che Renzi non si faccia vedere a Genova, né in tutti i luoghi alluvionati. E non faccia capolino nelle periferie di Milano e Roma, né in tutti i luoghi in cui si accendono focolai di “guerra fra poveri”, come viene chiamata. Perché Renzi non va a trovare gli alluvionati, i poveracci, i disperati? Tento qualche risposta. Continua a leggere

La pubblicità italiana è sessista?

Delacroix, La liberté guidant le peuple

Presenteremo domattina alla Camera dei Deputati i risultati di una ricerca condotta dall’Art Directors Club Italiano (Adci), da Nielsen Italia e da un gruppo di lavoro da me coordinato presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna. Massimo Guastini, Presidente dell’Adci, anticipa alcuni risultati della nostra ricerca, che sarà presto pubblicata integralmente. Ecco l’articolo di Guastini:

Continua a leggere

Intervallo

Sono assente per motivi di lavoro. Le trasmissioni riprenderanno al più presto possibile. Al massimo lunedì 17 novembre. A presto. :-)

Raccontare gli studenti, nel bene e nel male, fra fiction e realtà

studenti

Da circa un anno ho cominciato a pubblicare in questo spazio brevi racconti, dialoghi e ritratti che in qualche modo mettono in scena i numerosi incontri che faccio con gli studenti e le studentesse che ogni giorno animano e nutrono, per mia gioia e fortuna, quello che considero uno dei lavori più belli del mondo: l’insegnamento e, in particolare, la docenza universitaria. Come faccio a costruire questi racconti, dialoghi, ritratti? Continua a leggere

Piccole iene crescono

Iena

A proposito delle piccole iene che incontro in università (ne avevo scritto qui: Essere una piccola iena. A vent’anni. Di già), vorrei dare un’idea di come alcune si trasformino nel tempo. Come diventano da grandi? C’è il diciottenne che arriva in università dalla provincia, ma non devi credere si senta inferiore per questo, nooo: suo padre è un notabile del paese e lui a scuola ha sempre preso voti alti, un po’ perché era bravuccio davvero, ma soprattutto perché è figlio del dottor Verdi e non si sa mai. Insomma il ragazzetto non è mai stato così geniale come le maestre, le prof, i compagni di scuola gli hanno sempre fatto credere, ma Continua a leggere