La pubblicità qua e là

Commentando il post La differenza fra Olanda e Italia vista da Lactacyd, Barbara Summa, che vive da anni in Olanda, allarga la questione – giustamente. E ci fa capire ancora meglio la differenza fra come lavorano le agenzie pubblicitarie e i loro clienti in Italia e in Olanda.

Ecco una parte del suo commento (il resto QUI):

«Sono contenta che abbiate fatto questo tipo di paragone perché ci sarebbe un discorso molto ampio da fare (e magari prima o poi lo faccio) sull’approccio al messaggio pubblicitario in Italia e in Olanda.

Qui si usa molto, ed evidentemente funziona, il nonsense, il senso dell’umorismo, anche quando si tratta di dire pane al pane (cercatevi su YouTube la pubblicità di Centraal Beheer sul giardino dell’Eden: è muta, e basta sapere che il comittente è una delle più grosse assicurazioni del paese e che gli olandesi si assicurano contro tutto, per capire anche il contesto).

Lavorando come traduttrice ho avuto conversazioni surreali con account manager italiani e il modo in cui percepivano la comunicazione del prodotto rispetto alla casa madre americana o olandese: a volte non sapevo se spararmi io o sparare a loro.»

Ecco lo spot a cui si riferisce Barbara, che gioca ancora una volta su questioni di genere sessuale ma, in un contesto culturale e sociale di maggiore tranquillità e parità, la cosa non disturba né offende nessuno.

«Adam and Eve», 2008:

Ecco un altro spot di Centraal Beheer di quest’anno, che scherza su altro:


E perfino sulla morte:


5 risposte a “La pubblicità qua e là

  1. Che bello, quello del topo non l’avevo visto.

    Bello, la facciamo insieme questa analisi comparativa? Cerco qualcosina e la traduco.

  2. Tutto molto bello e molto intelligente ma continuo ad auspicare di poterlo felicemente dimenticare ( lo auguro anche alle generazioni future), e poter modificare molto di quello che ci circonda. Mi conforta che molto, dal passato prossimo e non, è già cambiato, ancora qualche steps.

  3. Beh però il primo spot è parecchio omofobo!

  4. Mary, attenzione: ti sembra omofobo solo perché lo guardi con gli occhi del contesto omofobo italiano. Mi spiego: qui le mossette del giovane Adam sembrano omofobe perché si innestano su una cultura che GIA’ lo è. Qui uno spot come quello olandese sarebbe offensivo perché richiamerebbe parodie omofobe degne di un cinepanettone.

    Ma immagina un contesto culturale in cui i gay siano totalmente normalizzati e parificati agli altri generi: l’Olanda si avvicina molto a essere già questo contesto ideale, l’Italia è lontana anni luce dall’esserlo. In un contesto normalizzato – chiamiamolo così – prendere un po’ in giro i gay non è offensivo per loro, anzi. Fra l’altro, sono loro stessi a prendersi spesso in giro – fra loro – con mossette e comportamenti “scheccanti”. Mi spiego?

  5. @giovanna
    Beh io in parte non sono d’accordo. è come dire che in una società dove chi è di colore ha gli stessi diritti lo si può sfottere in uno spot. Sempre di razzismo si tratta.
    Magari questo spot in Olanda incita di meno l’omofobia rispetto al nostro contesto dove c’è un odio profondo verso i gay ma comunque persuade ad un comportamento sbagliato, nonchè quello di sbeffeggiare gli omosessuali. una società paritaria non rimane tale all’eterno ma la si deve mantenere..siccome la pubblicità ha un enorme potere di persuasione credo che è facile regredire se poi altre aziende iniziano a imitarla e martellare con questi messaggi.
    Ad esempio in Italia prima noi donne stavamo riuscendo a conquistare diritti..la pubblicità e la tv ci hanno fatto regredire ancora di più tanto che siamo agli ultimi posti per quanto riguarda i diritti e la libertà.
    Magari pubblicità del genere in Olanda indignano tutti quanti mentre in italia fanno ridere gli omofobi perchè vedono i loro comportamenti legittimati. Ma all stesso modo indignano gli omosessuali (che non hanno diritti) e chi è dalla loro parte.
    Almeno io la vedo così 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...